Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Governo mondiale (One Piece)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Governo Mondiale (One Piece))

1leftarrow.pngVoci principali: One Piece, Personaggi di One Piece.

La bandiera del Governo mondiale

Il Governo mondiale (世界政府 Sekai Seifu?) è l'organizzazione che governa il mondo nel manga ed anime One Piece di Eiichiro Oda, nonché principale antagonista della serie.

Organizzazione[modifica | modifica wikitesto]

Il Governo mondiale include 170 regni[1] del mondo di One Piece. Questi restano autonomi, gestendo come vogliono i loro affari interni (anche se il Governo ogni tanto interviene), ma cooperano tra di loro nelle più importanti relazioni internazionali. Gli ideali del Governo sono sconosciuti, ma qualsiasi cosa faccia viene considerata giusta. Non tutti approvano le loro azioni e ci sono persone, come Monkey D. Dragon e la sua armata, che li combattono. Coloro che stanno ai vertici del Governo seguono la cosiddetta Giustizia Assoluta e vivono nella terra sacra di Marijoa, governata dai Cinque Astri di Saggezza, la massima autorità mondiale; essi hanno chiaramente paura di perdere il loro potere ed il Governo mondiale deve mantenere l'equilibrio fra le tre grandi potenze (la Marina, la Flotta dei 7 e i quattro Imperatori) per non cadere.

A prima vista, il compito del Governo mondiale sembrerebbe quello di mantenere la pace e l'ordine, punendo i criminali e proteggendo così tutti i liberi cittadini. Per fare ciò, ha a disposizione sia la Marina che i Cipher Pol, dei corpi speciali che sarebbero i servizi segreti del Governo mondiale.

In realtà, anche se ciò è ignoto ai più, le azioni del Governo mondiale sono spesso ben poco ortodosse: per mantenere l'ordine, non esita a far ricorso all'omicidio o alla corruzione. Molto spesso per i suoi fini nasconde la verità ed ignora i diritti delle persone, usando la "giustizia" come scusa per perseguire i propri interessi. Dà una caccia spietata a tutti gli oppositori, accanendosi addirittura con chi ha avuto solo qualcosa a che fare con quelli (per esempio fa giustiziare il leggendario carpentiere Tom, "colpevole" di aver costruito la nave del Re dei pirati Gol D. Roger). Anche Nico Robin ha passato tutta la vita a fuggire dal Governo mondiale a causa della sua connessione con gli archeologi di Ohara e tutti coloro che l'hanno conosciuta l'hanno subito respinta per via della taglia sulla sua testa o si sono ritrovati a loro volta attaccati dalla Marina che era sulle tracce di Robin.

La capacità del Governo mondiale di rilasciare informazioni su qualsiasi cosa desiderino spesso porta a renderli capaci di nascondere la verità e portare la gente a credere quello che vogliono. Qualsiasi nazione cerchi di ospitare e proteggere dei criminali è a rischio dell'intervento repressivo del Governo.

La maggior parte dei membri del Governo sembra soffrire di paranoia, dato che sembrano dare autorità alle persone con molta riluttanza. In ogni caso questa paranoia (anche se marcata) può essere raggirata, come quando Spandam manipola i Cinque Astri di Saggezza. Inoltre, in base a quanto detto da "Blik" Wapol, secondo il quale il cambio di tipo di governo dell'isola di Drum avrebbe infastidito il Governo, sembrerebbe che essi si aspettano qualcosa dai governatori e dai re.

Il Governo mondiale può essere descritto come totalitario dato che coloro che lo guidano cercano in ogni modo di assicurarsi di restare al potere. Nel nominarlo la maggior parte delle persone ha un certo rispetto.

Ogni quattro anni i sovrani di tutti gli stati membri si radunano in un consiglio, detto Reverie[2], in cui discutono sulle questioni più urgenti (fra queste, ad esempio, l'armata rivoluzionaria di Monkey D. Dragon).

Ruolo nella storia[modifica | modifica wikitesto]

I Cento anni del grande vuoto[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Terminologia di One Piece § Cento anni del grande vuoto.

Chiamati anche Cento anni di vuoto e Cento anni bui nell'anime, essi costituiscono un "buco" di circa cento anni nella storia di One Piece, un periodo storico di cui non si sa nulla e di cui nessun libro parla.

Ohara[modifica | modifica wikitesto]

26 anni prima dell'inizio della storia, un gruppo di scienziati, tra cui Nico Olvia, partì dall'isola di Ohara per cercare informazioni sul Secolo Vuoto. Circa sei anni dopo, furono catturati dalla Marina e riconosciuti come studiosi di Ohara. Vennero dunque uccisi tutti a parte Nico Olvia, che fu imprigionata. A quel punto fu ordinato un Buster Call su Ohara al quale avrebbe dovuto prendere parte il viceammiraglio Hagwor D. Sauro, ma questi si rifiutò di uccidere quelli che si erano rivelati semplici studiosi. Così fuggì, liberando Olvia, che tornò in fretta ad Ohara per avvisare i suoi colleghi dell'imminente attacco della Marina.

Gli agenti del CP9 perlustrarono Ohara e infine trovarono un Poignee Griffe nell'Albero dell'Onniscienza. I Cinque Astri di Saggezza parlarono con il professor Clover, che rivelò di sapere parecchie cose riguardo ai Cento anni bui, tra cui l'esistenza di un fantomatico regno, ma ordinarono di sparargli poco prima che pronunciasse il nome dell'antico regno.

Iniziò, così, il Buster Call, a causa del quale tutti gli studiosi di Ohara furono eliminati. Per ordine del viceammiraglio Sakazuki (in futuro noto come ammiraglio Akainu), anche la nave con i superstiti innocenti fu affondata per evitare la fuga di studiosi infiltrati. Solo Nico Robin, una bambina di otto anni in grado di leggere i Poignee Griffe e figlia di Olvia, si salvò, grazie al viceammiraglio Kuzan (in futuro noto come ammiraglio Aokiji). Per le sue capacità di leggere i Poignee Griffe, sulla sua testa, fu messa una taglia di Berrysymbol.png 79.000.000; tuttavia, non fu mai catturata.

Water Seven (1)[modifica | modifica wikitesto]

22 anni prima dell'inizio della narrazione, il leggendario carpentiere Tom fu sottoposto ad un processo per aver costruito la Oro Jackson, la nave di Gol D. Roger, il Re dei pirati. Il reato prevedeva la pena di morte, ma la sentenza fu sospesa per dieci anni, in modo che Tom potesse completare la costruzione del Puffing Tom, il treno marino, capace di solcare gli oceani su delle rotaie. Dopo 14 anni (dieci per la costruzione del treno e della prima linea e altri quattro per creare altre tre linee del treno), il giudice tornò a Water 7, intenzionato a graziare Tom per il lavoro svolto.

Tuttavia il Governo mondiale ordinò a Spandam, allora capo del CP5, di mettersi in cerca dei progetti dell'arma ancestrale Pluton, allora posseduti da Tom.

Spandam fece attaccare la nave del giudice dai suoi uomini a bordo di navi da guerra costruite da Cutty Flam (in futuro noto come il cyborg Franky), uno dei due apprendisti di Tom, lasciate incustodite. Facendo condannare Tom, infatti, Spandam avrebbe avuto la possibilità di portarlo all'isola giudiziaria Enies Lobby e di strappargli con la forza i progetti dell'arma ancestrale. Il piano del CP5 riuscì alla perfezione, e Tom venne portato ad Enies Lobby sullo stesso treno marino da lui costruito. Tuttavia, ad insaputa del Governo mondiale, i progetti di Pluton passarono ad Iceburg, l'altro apprendista di Tom.

Alabasta[modifica | modifica wikitesto]

Una delle azioni più recenti del Governo mondiale è stata quella di nascondere la verità su quanto avvenuto ad Alabasta. In questa nazione, infatti, il membro della Flotta dei 7 Crocodile (che, in seguito a questi eventi, verrà espulso da tale organizzazione e imprigionato al Livello 6 di Impel Down) ha cercato di compiere un colpo di stato e di impadronirsi di Pluton grazie all'aiuto di Nico Robin. Tuttavia Robin stessa lo ha tradito e Crocodile e la sua organizzazione, la Baroque Works, sono stati sconfitti dalla ciurma di Cappello di Paglia e dalla principessa di Alabasta, Nefertari Bibi.

Per il Governo mondiale era inaccettabile divulgare la verità sui fatti di Alabasta, così il merito della cattura fu dato al capitano della Marina Smoker e alla sua sottoposta Tashigi, entrambi promossi, mentre la taglia di Monkey D. Rufy passò da Berrysymbol.png 30.000.000 di Berry a 100.000.000 e ne fu assegnata una di 60.000.000 a Roronoa Zoro.

Water Seven (2) ed Enies Lobby[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: CP9.

Alcuni membri del CP9 si infiltrarono nella Galley-La Company, la società di carpentieri di Iceburg, per cercare di trovare e recuperare i progetti di Pluton. Grazie ad alcune informazioni che Iceburg lascia trapelare, riescono a capire che i progetti sono attualmente in mano a Franky (nome che Cutty Flam ha assunto dopo l'arresto di Tom).

Spandam viene informato da Aokiji che Nico Robin è entrata nella ciurma di Cappello di Paglia e che al momento stanno facendo rotta verso Water Seven. Minacciando Robin di chiamare il Buster Call contro i suoi compagni, quelli del CP9 la convincono a collaborare, facendole sparare a volto scoperto ad Iceburg e facendo così incolpare i suoi compagni dell'accaduto.

Due notti dopo, i membri del CP9 entrano nella sede della Galley-La e sconfiggono tutte le persone a guardia dell'edificio. Due membri attaccano Pauly, custode dei progetti di Pluton, che però si scoprono essere falsi. Infine i membri del CP9 gettano la maschera e sconfiggono in un attimo i membri della ciurma di Cappello di Paglia, giunti per comprendere il comportamento di Robin. Infine fuggono dall'edificio dopo avergli dato fuoco.

Si recano quindi in cerca di Franky prima dell'arrivo dell'Aqua Laguna (una sorta di maremoto). Dopo aver attaccato brutalmente la Franky Family, scoprono che Franky si trova nella vecchia bottega di Tom, con Usop e la Going Merry. Rendendosi conto di non riuscire a trovare i progetti di Pluton, fanno prigionieri Franky e Usop. Chopper salva Iceburg e Pauly, facendo venire a galla la verità; tuttavia il CP9 può considerare la sua missione riuscita, essendo partito col treno verso Enies Lobby con i suoi prigionieri e con Nico Robin.

Ad Enies Lobby, per salvare la loro compagna Nico Robin, i membri della ciurma di Cappello di Paglia bruciano la bandiera del Governo mondiale e sconfiggono tutti i membri del CP9, facendo anche scatenare il Buster Call contro Enies Lobby. Il Governo da quel momento in poi inizia a temerli di più, aumenta le taglie già esistenti e ne assegna di nuove agli altri membri.

Thriller Bark e isole Sabaody[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver saputo da Orso Bartholomew che Rufy ha sconfitto un altro membro della Flotta dei 7, Gekko Moria, cercano di nascondere il più possibile l'evento ordinando ad Orso di eliminare la ciurma e tutti i possibili testimoni, ma, grazie al sacrificio di Zoro, Orso li risparmia tutti.

La ciurma giunge così all'arcipelago Sabaody, dove Rufy prende a pugni Charloss, uno dei Nobili mondiali (i discendenti dei fondatori del Governo mondiale), e la Marina si vede costretta a mandare a Sabaody l'ammiraglio Kizaru, il capitano Sentomaru e i Pacifista per catturare la ciurma: anche questa volta Rufy e i suoi compagni si salvano grazie agli interventi di Silvers Rayleigh e, nuovamente, di Orso Bartholomew, che li manda in zone diverse del mondo.

Impel Down e Marineford[modifica | modifica wikitesto]

Tre giorni dopo, viene fissata la data di esecuzione di Portuguese D. Ace, catturato da Marshall D. Teach (Barbanera), che in questo modo si guadagna un posto nella Flotta dei 7: essa si terrà a Marineford, in modo da attirare in trappola Edward Newgate (Barbabianca), capitano della ciurma di Barbabianca (della quale Ace è il comandante della 2° divisione), per sconfiggerlo una volta per tutte.

Sebbene l'epica battaglia che ne consegue venga vinta dalla Marina, con le morti del leggendario pirata e del figlio di Gol D. Roger, le conseguenze che essa ha sull'establishment mondiale sono piuttosto pesanti: il grandammiraglio Sengoku il Buddha e il viceammiraglio Monkey D. Garp, eroi della Marina sin dai tempi di Gol D. Roger, si dimettono; la fuga da Impel Down (i responsabili della quale vengono considerati Rufy e Bagy il Clown) vede rimessi in libertà centinaia di criminali pericolosissimi per la popolazione civile (che, infatti, non viene informata della suddetta evasione); infine la Flotta dei 7 perde ben tre elementi (Jinbe e Barbanera si dimettono durante il conflitto, mentre Moria viene cacciato dall'organizzazione, in quanto viene dato a Donquijote Doflamingo l'ordine di ucciderlo, sebbene poi quest'ultimo riferisca che il capitano di Thriller Bark sia riuscito a scappare in tempo).

Due anni dopo[modifica | modifica wikitesto]

Due anni dopo si scopre che è su proposta degli stessi Cinque Astri di Saggezza che Akainu è diventato il nuovo grandammiraglio della Marina, succedendo a Sengoku (non prima, però, di aver combattuto per 10 giorni sull'isola di Punk Hazard contro Aokiji, che lo stesso Sengoku aveva inizialmente designato come suo successore).

Dressrosa[modifica | modifica wikitesto]

In seguito all'ultimatum posto da Trafalgar Law a Donquijote Doflamingo sul lasciare la Flotta dei 7, il Governo fa scendere in campo la CP Aigis-0 in modo che Doflamingo possa mentire al mondo intero sulle proprie dimissioni (facendo credere di lasciare la propria posizione) in modo da attirare Law e i pirati di Rufy su Dressrosa e poi smentire la sua decisione. Dopo la sua sconfitta, tuttavia, il Governo fa arrestare Doflamingo e revoca sia a lui sia a Law la carica di membro della Flotta dei 7. Per via di questa menzogna, alla quale persino l'alto comando della Marina aveva creduto, Akainu ha una furibonda lite proprio con i Cinque Astri di Saggezza.

Componenti[modifica | modifica wikitesto]

I Cinque Astri di Saggezza[modifica | modifica wikitesto]

Cinque Astri di Saggezza
gruppo
I Cinque Astri di Saggezza
I Cinque Astri di Saggezza
Nome orig. 五老星 (Gorōsei)
Lingua orig. Giapponese
1ª app. *Manga: Capitolo 233
  • Anime: Episodio 151
Voci orig.
Voci italiane
Sesso Maschio

I Cinque Astri di Saggezza (五老星, Gorōsei) sono cinque anziani uomini a capo del Governo mondiale. Controllano la Marina, i Cipher Pol e hanno un patto con la Flotta dei 7. Tre di loro hanno cicatrici molto evidenti ed eccetto uno, che porta un karate-gi, sono vestiti come dei gentiluomini, simili agli agenti dei CP. Da qui si capisce che tutti gli agenti del Governo mondiale vestano allo stesso modo.

Dalla reazione che hanno parlando al telefono con il professor Clover, sembrano sapere cosa sia accaduto durante i Cento anni del grande vuoto (affermano infatti che "A Ohara hanno appreso troppe cose!"[3]); tentano inoltre di impedire, e allo stesso tempo hanno paura, che qualcuno risvegli le armi ancestrali Pluton, Poseidon e, presumibilmente, Uranus, perché la loro potenza è tale che con esse è possibile dominare il mondo.

Sono stati loro, tramite il CP9 allora guidato da Spandine, a richiedere il Buster Call sull'isola di Ohara e sono stati loro anche a richiedere che a Monkey D. Rufy sia assegnata un'altra taglia dopo gli eventi di Alabasta, commentando ciò che ha fatto contro Crocodile, che da quel momento aveva perso il diritto di far parte della Flotta; successivamente richiedono che lo stesso venisse sostituito con un altro pirata degno di prendere il suo posto, che sarà Barbanera.

Vengono rivisti dopo la battaglia di Marineford mentre discutono sul futuro del mondo e l'equilibrio dei tre poteri. Sembrano essere a conoscenza del significato della misteriosa D. che compare nei nomi di alcuni personaggi, sostenendo con una certa inquietudine che essa si è manifestata troppo agli occhi della gente a causa degli ultimi avvenimenti accaduti tra Rufy, Portuguese D. Ace e Teach. Dimostrandosi in grande apprensione, decidono di controllare con maggiore attenzione coloro che la posseggono.

Ricompaiono subito dopo la sconfitta di Donquijote Doflamingo a Dressrosa per mano di Rufy mentre discutono col grandammiraglio Akainu di tale disfatta e litigano con lui riguardo alle menzogne raccontate dalla CP0 e da essi avallate[4].

Kong[modifica | modifica wikitesto]

Kong
Nome orig. コング (Kongu)
Lingua orig. Giapponese
1ª app. *Manga: Capitolo 594
  • Anime: Episodio 511
Voce orig. Unshō Ishizuka
Voce italiana Riccardo Peroni
Sesso Maschio

Kong (コング Kongu?) era il grandammiraglio della Marina 25 anni prima dell'inizio della storia recente, al tempo della battaglia tra Gol D. Roger e Shiki il "Leone Dorato". È un uomo di età avanzata, muscoloso con capelli e barba di colore grigio, acconciati come se fossero delle spine, il che gli conferisce un aspetto simile a quello di una lucertola. In prossimità dell'occhio sinistro c'è una lunga e sottile cicatrice. Indossa una maglietta scura senza maniche su cui sono appuntate numerose medaglie, una sciarpa attorno al collo e una giacca della Marina portata come se fosse un mantello.

Prima dello scontro di Monkey D. Garp e Sengoku il Buddha con Shiki, ha una discussione con Garp riguardo alla promozione ad un grado maggiore di quest'ultimo, poi rifiutata. In questo diverbio, non viene mostrato in volto.

Appare in seguito alla battaglia di Marineford e si scopre essere divenuto Comandante delle forze militari del Governo mondiale (世界政府全軍総帥 Sekai Seifu Zengun Sōsui?)[5]. Si dice dispiaciuto che i più grandi Marines dai tempi di Gol D. Roger abbiano deciso di dimettersi, ma ottiene che Sengoku e Garp rimangano in Marina per addestrare le nuove reclute.

Nobili mondiali[modifica | modifica wikitesto]

I Nobili mondiali (世界貴族 Sekai Kizoku?), noti anche come Draghi Celesti (天竜人 Tenryūbito?), sono i discendenti di diciannove dei venti re (esclusa la famiglia Nefertari di Alabasta)[6] che 800 anni fa sconfissero l'Antico Regno e diedero vita al Governo mondiale. Vivono a Marijoa, ma spesso si aggirano per le isole Sabaody. Non esitano ad abusare del loro potere e della loro autorità, trasformandosi in veri tiranni, spietati e crudeli: sparano a chiunque li disturbi e sono completamente immuni a qualunque forma di giustizia. Hanno inoltre un'enorme influenza, ancor più di quella dei regnanti che partecipano al Reverie. Con il supporto di uno di loro, la regina Otohime è riuscita ad ottenere le firme degli abitanti dell'isola degli uomini-pesce per una petizione che promuovesse il rapporto tra gli umani e gli uomini-pesce. Possiedono inoltre un oggetto segreto chiamato "tesoro nazionale" la cui sola esistenza, a detta di Doflamingo, se resa nota metterebbe in subbuglio il mondo intero.

È loro concesso di poter convocare in qualsiasi momento un ammiraglio della Marina. I Draghi Celesti sono immensamente facoltosi, come dimostrato dal fatto che la famiglia di Roswald possieda già numerosi schiavi e sia disposta a spendere Berrysymbol.png 500.000.000 per comprare Kayme, un prezzo non affrontabile da quasi nessuna altra nobile famiglia, solo per vederla scappare dai piranha. Possono anche avere quante spose desiderino e abbandonarle in un istante. Il CP0, la più forte organizzazione di intelligence del Governo mondiale, è sotto il loro diretto comando.

Vivono nel lusso e frequentano le aste umane di Sabaody dove comprano e collezionano schiavi che vengono narcotizzati, picchiati ed usati: fra questi schiavi vi sono semplici cittadini, uomini-pesce, pirati catturati e membri della tribù Braccialunghe. Se gli schiavi provano a scappare, il collare che hanno intorno al collo esplode. Sono talmente snob che indossano delle maschere di resina (simili alle tute degli astronauti) per non respirare l'aria della gente comune.

Il simbolo dei Draghi Celesti, che viene impresso sulla schiena degli schiavi per classificarli come esseri inferiori, è chiamato Zoccolo del drago cavalcacielo (天駆ける竜の蹄 Ama Kakeru Ryū no Hizume?), e consiste in un disco rosso con intorno quattro triangolini allungati. Possiedono anche una spilla che testimomia il loro lignaggio.

San Roswald[modifica | modifica wikitesto]

San Roswald
Nome orig. ロズワード聖 (Rozuwādo Sei)
Lingua orig. Giapponese
1ª app. *Manga: Capitolo 496
  • Anime: Episodio 391
Voce orig. Hirohiko Kakegawa
Voce italiana Cesare Rasini
Parenti

San Roswald (ロズワード聖 Rozuwādo Sei?) è uno dei Nobili mondiali. È un uomo abbastanza anziano, con i capelli ed una lunga barba castani chiari e che indossa sempre un paio di occhiali neri.

È il padre di Santa Shalulia e San Charloss e sembra essere il membro più responsabile della famiglia finora comparso. Talvolta rimprovera i suoi figli per i loro gesti sconsiderati; ciononostante, non ha mai picchiato suo figlio[7]. Non è mai stato visto molestare qualcuno sebbene non si opponga ai maltrattamenti che compiono i loro figli.

Compare per la prima volta sull'arcipelago Sabaody, dove sua figlia Shalulia si libera del suo schiavo, il pirata Devil Dias, che aveva cercato di fuggire. In seguito all'asta di umani sembra arrabbiarsi con suo figlio in quanto cerca di comprare la sirena Kayme per ben 500.000.000 di berry, ma, quando Monkey D. Rufy lo prende a pugni, inizia infuriato a sparare al pirata ed alla sua ciurma; dopo aver invocato l'intervento di un ammiraglio, viene tramortito da Usop che gli cade involontariamente addosso.

Santa Shalulia[modifica | modifica wikitesto]

« Oh, no, padre... se n'è rotto un altro. »
(Shalulia a suo padre San Roswald vedendo il suo schiavo carbonizzato a terra.[8])
Principessa Shalulia
Nome orig. シャルリア宮 (Sharuria Gū)
Lingua orig. Giapponese
1ª app. *Manga: Capitolo 497
  • Anime: Episodio 391
Voce orig. Rumi Kasahara
Voce italiana Gea Riva
Parenti

Principessa Shalulia (シャルリア宮 Sharuria Gū?) è una dei Nobili mondiali, figlia di San Roswald. È una donna giovane dai capelli castani. È estremamente crudele con chiunque crede essere inferiore a lei e non mostra alcun rispetto per la vita umana.

Compare per la prima volta con suo padre all'arcipelago Sabaody; in tale occasione il suo schiavo Devil Dias tenta di scappare, ma non riesce nell'impresa in quanto il suo collare esplode. Dimostra quindi il suo disprezzo nei suoi confronti sparandogli e facendo orinare il suo cane sul suo corpo, quindi se ne va commentando freddamente che suo padre dovrà comprarle un nuovo schiavo, e spera che sarà un gigante, visto che desidera uno schiavo più forte di quello appena perso[9].

All'asta umana, adirata per il trambusto generato dalla ciurma di Cappello di Paglia e dai Tobiuo Riders, spara a Disco e cerca di uccidere la sirena Kayme mentre i membri della ciurma di Cappello di Paglia sono impegnati a lottare contro le guardie, ma viene bloccata da Silvers Rayleigh che la investe con la sua Ambizione, facendola svenire. Una volta cessata la battaglia, si riprende e giura vendetta nei confronti dei pirati che hanno osato fare un tale affronto alla sua famiglia.

San Charloss[modifica | modifica wikitesto]

San Charloss
Nome orig. チャルロス聖 (Charurosu Sei)
Lingua orig. Giapponese
1ª app. *Manga: Capitolo 499
  • Anime: Episodio 393
Voce orig. Chafūrin
Voce italiana Francesco Orlando
Parenti

San Charloss (チャルロス聖 Charurosu Sei?) è uno dei Nobili mondiali, figlio di San Roswald. Porta la stessa bizzarra pettinatura del padre e della sorella ed ha capelli neri.

Ha sul volto paffuto un'espressione piuttosto ebete e del muco che gli cola costantemente dal naso ed ha l'abitudine di infilarsi in continuazione le dita al suo interno. Ha un forte disprezzo verso tutti gli umani a lui "inferiori" e si accanisce contro i suoi schiavi anche in modo più crudele rispetto alla sorella ma, a differenza dei propri parenti, ha una personalità molto più immatura e codarda. Spende molti soldi per comprare degli schiavi ed usa un umano come mezzo di locomozione, gesti che fanno irritare il padre. La sua personalità è simile a quella che aveva Hermeppo all'inizio del manga, ma molto più accentuata.

Compare per la prima volta mentre si aggira per l'arcipelago Sabaody a cavalcioni di un umano, che molesta violentemente in quanto si muove troppo lentamente. Quando nota che un gruppo di dottori non si inchina al suo cospetto in quanto deve urgentemente trasportare una persona ferita gravemente verso l'ospedale, li ferma e colpisce il ferito, quindi blocca un'infermiera e la informa che intende farla diventare la sua tredicesima moglie, ordinando nel frattempo di liberare le prime cinque in quanto si era stufato di loro (non viene mostrato se poi effettivamente prende con sé la donna, dopo aver ferito il suo fidanzato). In seguito si infuria con Roronoa Zoro che, ignorando chi sia, non si inchina quando lo incontra; Charloss decide così di sparargli e Zoro non lo ferisce soltanto grazie all'intervento di Jewelry Bonney.

In seguito si reca col padre e la sorella all'asta umana, dove intende comprare la sirena Kayme per farla nuotare in una vasca piena di piranha per osservarla mentre fugge per salvarsi[10]; offre dunque 500 milioni di berry per aggiudicarsela. Monkey D. Rufy e Roronoa Zoro fanno irruzione nella casa d'aste per cercare di impedire l'acquisto di Kayme e, quando Hacchan cerca di fermarli, Charloss gli spara. Questo fa infuriare Rufy, che lo colpisce con un forte pugno tramortendolo.

San Jalmack[modifica | modifica wikitesto]

San Jalmack
Nome orig. ジャルマック聖 (Jarumakku Sei)
Lingua orig. Giapponese
1ª app. *Manga: Capitolo 588
  • Anime: Episodio 502
Voce orig. Yasunori Masutani
Voce italiana Riccardo Peroni

San Jalmack (ジャルマック聖 Jarumakku Sei?) è un Nobile mondiale che appare dieci anni prima dell'inizio del viaggio di Rufy, venuto in visita nel Regno di Goa. Non viene mai mostrato in volto, ma ha tutti gli elementi caratteristici dei Draghi Celesti: la strana acconciatura, la tuta stagna per evitare di respirare l'aria esterna, l'atteggiamento arrogante e la crudeltà. Quando vide arrivare Sabo a bordo della sua piccola nave, lo abbatté senza pietà con un bazooka, infastidito che qualcuno osasse tagliargli la strada[11].

San Myosgard[modifica | modifica wikitesto]

San Miosgard
Nome orig. ミョスガルド聖 (Myosugarudo Sei)
Lingua orig. Giapponese
1ª app. * Manga: Capitolo 625
  • Anime: Episodio 545
Voce orig. Tetsuo Gotō
Voce italiana Francesco Orlando

San Myosgard (ミョスガルド聖 Myosugarudo Sei?) è un Nobile Mondiale che voleva recarsi all'isola degli uomini-pesce nella speranza di ricatturare qualche esemplare di uomo-pesce per la sua collezione, ma vi giunge da naufrago; alcuni ex schiavi vorrebbero finirlo ma la regina Otohime sopraggiunge facendogli da scudo ed intercedendo presso il popolo per lui. Poche settimane dopo, ormai guarito, torna in superficie accompagnato dalla stessa regina.

Donquijote Homing[modifica | modifica wikitesto]

Donquijote Homing
Nome orig. ドンキホーテ・ホーミング (Donkihōte Hōmingu)
Lingua orig. Giapponese
1ª app. *Manga: Capitolo 763
  • Anime: Episodio 699
Voce orig. Manabu Muraji
Parenti

Donquijote Homing (ドンキホーテ・ホーミング Donkihōte Hōmingu?) era un Nobile Mondiale, nonché il padre di Donquijote Doflamingo e di Donquijote Rosinante e discendente della famiglia Donquijote, la famiglia che un tempo regnava su Dressrosa. Convinto dell'uguaglianza fra le persone, trentatré anni prima degli eventi attuali rinunciò allo status di nobile mondiale abbandonando Marijoa per vivere una vita normale tra la gente comune insieme alla sua famiglia. Alcune persone però, ex schiave soprattutto, che provavano un forte odio verso i Draghi Celesti per ciò che era stato fatto loro, incendiarono la loro casa, costringendo la famiglia alla fuga, continuando ad essere braccata, finendo a vivere in povertà. A causa delle condizioni in cui vivevano, Homing chiamò i nobili mondiali e li pregò di aiutare la sua famiglia, almeno di salvare i propri figli, venendo tuttavia respinto, così sua moglie morì di malattia. Circa due anni dopo venne ucciso dal figlio Doflamingo con un colpo di pistola alla testa, che lo disprezzava per aver condannato la famiglia alla povertà, e in seguito portò invano la sua testa a Marijoa nel tentativo di riottenere lo status di Nobile Mondiale. Prima di morire chiese perdono ai figli per ciò che era accaduto e per essere stato un pessimo padre.

Donquijote Doflamingo[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Donquijote Doflamingo.

Doflamingo è un discendente di una delle famiglie reali che hanno fondato il Governo Mondiale e che si sono stabilite a Marijoa e questo fa di lui un nobile mondiale, ma suo padre abbandonò il suo status per vivere una vita normale con la sua famiglia. Sua madre morì a causa di una malattia dovuta alla povertà della famiglia quando questi aveva otto anni e due anni dopo uccise il padre che disprezzava. Portò la testa di suo padre a Marijoa sperando di riottenere i privilegi dei nobili mondiali, ma questi ultimi lo rifiutarono. Divenne così un pirata e giurò vendetta sui nobili mondiali e di distruggere il mondo su cui governano.

Donquijote Rosinante[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Clan di Donquijote § Donquijote Rosinante.

Donquijote Rosinante era il fratello minore di Doflamingo e come lui perse il suo status di nobile mondiale quando suo padre abbandonò Marijoa per vivere tra la gente comune insieme alla sua famiglia. In seguito divenne un pirata insieme al fratello, assumendo il nome in codice Corazón, ma tredici anni prima della storia corrente venne ucciso dallo stesso Doflamingo dopo che questi scopri che era in realtà un infiltrato della Marina.

Vegapunk[modifica | modifica wikitesto]

Vegapunk
Nome orig. Dr.ベガパンク (Dokutā Begapanku)
Lingua orig. Giapponese
1ª app. *Manga: Capitolo 684
  • Anime: Episodio 610
Voce orig. Yoshito Yasuhara
Abilità Abilissimo e geniale scienziato

Il dottor Vegapunk (Dr.ベガパンク Dokutā Begapanku?) è un famoso scienziato che lavora per il Governo mondiale, ed è il capo della branca scientifica della Marina. È stato menzionato diverse volte per via delle sue importanti scoperte: viene citato per la prima volta da Kobi, che lo definisce "un grande uomo", ed è apparso per la prima volta (solo di spalle) in un flashback di Caesar Clown.

È colui che ha scoperto il metodo con cui la Marina riesce ad attraversare le fasce di bonaccia (è sufficiente rivestire la chiglia delle navi con uno strato di agalmatolite marina, poiché il minerale sprigiona la stessa energia del mare e quindi i giganteschi mostri che abitano le fasce di bonaccia non si accorgono del passaggio delle navi); inoltre, grazie ai sui studi approfonditi sui frutti del diavolo, ha inventato il metodo con il quale un oggetto può mangiare un frutto del diavolo della categoria Zoo-zoo (ad esempio il fucile di Mr. 4 o la spada di Spandam), riuscendo addirittura a creare un frutto del diavolo artificiale (che, tuttavia, presenta dei pois al posto delle classiche spirali)[12]. Ha inoltre modificato il corpo di Orso Bartholomew tramutandolo prima in un cyborg, e poi in un'arma umana priva di volontà agli ordini del Governo: quest'ultimo afferma che Vegapunk ha progredito in modo tale nella scienza che il resto dell'umanità potrà raggiungere le sue conoscenze solo tra 500 anni.

Come scoperto nelle miniavventure di Franky, Vegapunk aveva un laboratorio sull'isola invernale di Karakuri, dove pare essere nato: gli abitanti dell'isola lo chiamano ancora adesso infatti "Il genio", e sperano in un suo futuro ritorno. Da bambino ha progettato e costruito numerose apparecchiature nel suo laboratorio, inclusi molti animali robotici che poi ha usato come forza lavoro. Ha concepito centinaia di altre idee e progetti, che vanno da armi, navi da guerra alla ricerca cellulare, incluso un sistema di riscaldamento per l'isola, anche se, a causa della mancanza di strumenti appropriati e fondi per la ricerca non è stato in grado di concludere la maggior parte dei sui progetti. Come spiega Barbabruna, fino a quattro anni prima dell'inizio della storia Vegapunk aveva la sua base operativa sull'allora rigogliosa isola di Punk Hazard; tuttavia, a causa di un esperimento fallito dal suo assistente-rivale Caesar Clown, due dei tre laboratori esplosero, rendendo le condizioni di vita sull'isola insostenibili: l'isola fu pertanto abbandonata e messa in quarantena[13], ma, sempre su Punk Hazard, Vegapunk era riuscito a creare alcuni draghi mediante l'ingegneria genetica[14].

Quando la ciurma di Cappello di Paglia giunge all'isola degli uomini-pesce, Franky afferma di aver realizzato il sogno di Vegapunk, sfoderando contro i Nuovi pirati uomini-pesce un enorme robot da lui chiamato Iron Pirate Franky Shogun, costruito in Wapometal e realizzato unendosi a due robot da lui costruiti nei due anni.

Pacifista[modifica | modifica wikitesto]

Basandosi sulla fisionomia di Orso Bartholomew, il dottor Vegapunk ha creato dei cyborg, i Pacifista (パシフィスタ Pashifisuta?), di cui il Governo mondiale si serve per mantenere la pace o reprimere condotte sgradite nel mondo; sono anche utilizzati dalla Marina come truppa speciale[15], spesso sono sotto il comando diretto di Sentomaru. Vengono definiti anche "armi umane".

Questi robot sono identici nell'aspetto ad Orso, anche nelle sue strampalate proporzioni fisiche; come lui sono sempre taciturni e parlano assai di rado, spesso solo se devono interagire con un loro superiore. Nonostante siano macchine, perdono sangue se colpiti duramente: ciò fa intuire che abbiano parti del corpo rimaste umane. L'unica differenza nell'aspetto tra loro e l'originale è la mancanza della Bibbia e dei cuscinetti sui palmi delle mani dovuti al frutto Pad Pad. Il loro aspetto è così simile ad Orso che tutti quelli che non hanno conosciuto l'originale credono di trovarsi di fronte al vero membro della Flotta dei Sette: i pirati di Rufy, che avevano già combattuto contro di lui, si accorgono di avere di fronte un suo sosia solo dopo averlo distrutto; al contrario X Drake, un ex-contrammiraglio della Marina a conoscenza del progetto-Pacifista, riconosce in un altro PX una replica dell'originale immediatamente. Alcuni pirati che vivono nel Nuovo Mondo erano a conoscenza del fatto che Vegapunk avesse costruito dei cyborg e che la Marina avesse già usato questi prototipi in battaglia, ma non sapevano che il modello di base fosse Orso Bartholomew.

Ogni Pacifista riporta un codice, sulla spalla destra, formato dalle lettere "PX", un trattino ed un numero, che indica probabilmente l'ordine in cui sono stati costruiti. Le loro capacità di combattimento sono varie: posseggono forza e resistenza elevate dovute ai loro corpi modificati, possono sparare raggi laser dalla bocca e dalle mani basati sui poteri dell'ammiraglio Kizaru e sono dotati di un mirino per colpire con precisione il bersaglio, ma non hanno i poteri del frutto del diavolo. I Pacifisti, inoltre, possono identificare i pirati con una taglia sulla loro testa ed agire di conseguenza senza che nessun ordine venga loro impartito. Su di loro è installato tuttavia un programma che gli impedisce invece di attaccare gli alleati, ma che può venire aggirato se viene loro espressamente ordinato di attaccare. Sentomaru svela che ogni Pacifista costa quanto una nave da guerra.

Quattro di questi cyborg appaiono sull'arcipelago Sabaody per fermare le undici supernove: uno di loro (il PX-4) viene distrutto, dopo un lungo combattimento, dalla ciurma di Cappello di Paglia[15]; un altro viene affrontato dalle due supernove Kidd e Law con le rispettive ciurme[16]; un altro lo si vede combattere contro le due supernove Urouge e Drake[17], mentre l'ultimo (il PX-1) viene fatto sparire dal vero Orso Bartholomew per salvare la ciurma di Rufy[18].

Lo stesso Orso, a Marineford, viene chiamato PX-0 (ピーエグクス・ぜロ Pii-ekkusu Zero?) da Donquijote Doflamingo, segno che la personalità dell'ex pirata è ormai sparita e che è diventato un cyborg a tutti gli effetti. Sempre durante la battaglia tra la Marina e Barbabianca vengono usati una ventina di Pacifista mentre, per impedire la fuga dell'appena ricomposta ciurma di Cappello di Paglia dalle isole Sabaody due anni dopo, vengono impiegati il PX-5 ed il PX-7, che vengono sconfitti facilmente rispettivamente da Rufy, Zoro e Sanji.

Coogy[modifica | modifica wikitesto]

Coogy
Nome orig. コーギ (Kōgi)
Lingua orig. Giapponese
1ª app. *Manga: Capitolo 328
  • Anime: Episodio 233
Voce orig. Hisao Egawa
Voce italiana Marco Pagani
Abilità Capacità di sentire "l'odore" dei pirati

Coogy (コーギ Kōgi?) è un agente del Governo mondiale.

È un uomo di mezza età con un naso corvino, ha i capelli bianchi e porta un cappello nero, ed era colui che era stato incaricato di convincere Iceburg a cedere i progetti di Pluton, ma non è mai riuscito nel suo intento. Non ha particolari abilità, pur essendo un agente del Governo. Riesce però, a sua detta, a riconoscere e a sentire l'odore di qualunque pirata si trovi nelle vicinanze, e come lui stesso ammette, non glien'è mai sfuggito uno.

Il suo ruolo non è noto ma, poiché quando riappare sul Puffing Tom dà ordini ad alcuni soldati governativi, potrebbe essere un comandante o far parte di qualche Cipher Pol. Durante il trasporto di Nico Robin sull'isola di Enies Lobby, viene sconfitto con facilità da Sogeking sul Puffing Tom.

Personale di Enies Lobby[modifica | modifica wikitesto]

Capo Giudice Baskerville[modifica | modifica wikitesto]

Baskerville
Nome orig. のバスカビル (Basukabiru)
Lingua orig. Giapponese
1ª app. *Manga: Capitolo 379
  • Anime: Episodio 267
Voci orig.
Voci italiane

Baskerville (のバスカビル Basukabiru?), detto Baskerville dalle tre teste (3つ首のバスカビル Mittsu-Kubi no Basukabiru?) è probabilmente l'unico giudice di Enies Lobby, in servizio per il Governo mondiale. In realtà si scopre che si tratta di tre persone distinte, che hanno fisionomia, caratteri ed opinioni diverse: uno è sempre per condanna, l'altro per la grazia ed il terzo non si esprime mai al riguardo. Il membro a destra è Bas (バス Basu?), a sinistra Kerville (カビル Kabiru?) mentre quello al centro si presenta sarcasticamente come "La Principessa" (お姫さま O Hime Sama?), ma il suo vero nome non è noto.

I tre insieme, nascosti sotto gli stessi vestiti, danno l'impressione di formare un gigantesco uomo con tre teste, con indosso una tonaca blu da giudice che presenta al centro il simbolo del Governo mondiale. Oltre ad avere il potere di giudicare i criminali, controllano anche i vari agenti del governo e i marines presenti sull'isola di Enies Lobby, a cui ordinano di attaccare la ciurma di Cappello di Paglia. Inoltre sono in grado di maneggiare due enormi spade e sembrano molto potenti. Combattono contro alcuni membri della Franky Family e l'unico che riesce a tener loro testa è Zambai. Vengono infine colpiti da un attacco combinato di Pauly e Zambai; che li divide e li mostra per cosa sono realmente, ossia tre persone separate.

Prima che possano contrattaccare, vengono travolti dal Rocketman in piena corsa, e non si sa quale sia stata la loro sorte.

Il loro nome è basato sul romanzo di Arthur Conan Doyle Il mastino di Baskerville, mentre il loro aspetto è un riferimento a Cerbero, il cane a tre teste a guardia degli inferi della mitologia greca

Undici Giurati Integerrimi[modifica | modifica wikitesto]

Gli undici giurati integerrimi (公正なる11人の陪審員 Kōsei-naru Jūichinin no Baishin'in?) sono la truppa più forte e più temuta presente ad Enies Lobby e sono sotto il comando di Baskerville. Sono undici persone, ciascuna armata di un'enorme palla di ferro legata ad una catena. Indossano delle maschere ad hanno tatuata sul braccio sinistro la parola "colpevole" (有罪 Yūzai?).

Sono coloro che hanno l'ultima parola sul fatto che la persona giudicata sia colpevole o innocente. Gli undici giurati stessi sono pirati condannati a morte e per questo hanno deciso di portare con sé il maggior numero di persone possibile; per questo giudicano tutti quanti colpevoli, a prescindere dalla verità. Per questo motivo nella storia di Enies Lobby nessuno è mai stato giudicato innocente.

Alla loro prima apparizione attaccano Gomorra con le loro palle d'acciaio. In seguito uno di essi cerca di attaccare la ciurma di Rufy ma viene sconfitto da Sanji. Zoro ne sconfigge altri due mentre cerca di salire sul tetto di uno dei cancelli dell'isola. Due di loro affrontano Yokozuna e lo sconfiggono, ma in suo soccorso arrivano Oimo e Karsee. Altri quattro attaccano la Franky Family e i carpentieri nelle torri che aprono il ponte levatoio ma vengono battuti, seppure con difficoltà. Uno di essi cerca di bloccare Nami e Chopper ma Zoro distrugge per caso il pavimento e l'uomo viene sconfitto.

Unità cinofila per l'applicazione della legge[modifica | modifica wikitesto]

L'unità cinofila per l'applicazione della legge (法の番犬部隊 Hō no Banken Butai?) è uno dei gruppi posti alla difesa di Enies Lobby sotto il comando di Baskerville. Consiste in una truppa di soldati che cavalcano dei grossi cani e portano delle lame sui dorsi delle mani. Sulle loro braccia è tatuato il simbolo del Governo mondiale. Durante l'invasione dell'isola, il giudice Baskerville gli ordina di intervenire ed eliminare la minaccia. All'inizio riescono a rallentare l'avanzata, ma vengono sconfitti uno dopo l'altro dai carpentieri della Galley-La company mentre la ciurma di Rufy continua a dirigersi verso la torre giudiziaria.

Giorgi[modifica | modifica wikitesto]

Giorgi[19]
Nome orig. ジョルジ (Joruji)
Lingua orig. Giapponese
1ª app. *Manga: Capitolo 353
  • Anime: Episodio 248
Voce italiana Antonio Paiola

Giorgi[19] (ジョルジ Joruji?) è il giudice a capo della Nave Giudiziaria apparsa durante il flashback di Franky. È un uomo anziano con una lunga barba bianca che indossa una toga porpora con un cappello in tinta. Sebbene la sua espressione non lasci trasparire emozioni, si dimostra una persona corretta, permettendo a Tom di costruire il treno marino per il bene della città.

Oimo & Karsee[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Ciurma dei Giganti Guerrieri § Oimo e Karsee.

Oimo e Karsee sono due giganti che fanno la guardia al cancello frontale interno di Enies Lobby finché non apprenderanno la verità.

Personale di Impel Down[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Personale di Impel Down.

Basi[modifica | modifica wikitesto]

Enies Lobby[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Geografia di One Piece § Enies Lobby.

Enies Lobby, anche conosciuta come l'isola giudiziaria, era l'isola dove venivano portati i criminali più pericolosi, giudicati nemici del Governo mondiale. Attraversato il Cancello della Giustizia, questi efferati criminali venivano portati al Quartier Generale della Marina o ad Impel Down.

È stata completamente distrutta dal Buster Call.

Marijoa[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Geografia di One Piece § Marijoa.

Marijoa, sede del Governo mondiale, è una terra considerata sacra che si trova sulla Linea Rossa (l'unico continente di One Piece).

Impel Down[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Geografia di One Piece § Impel Down.

Impel Down è una prigione sottomarina di massima sicurezza, raggiungibile tramite il Cancello della Giustizia di Enies Lobby dalla quale, si dice, sia impossibile scappare.

Nave giudiziaria[modifica | modifica wikitesto]

Comparsa nel flashback dell'infanzia di Franky, la Nave Giudiziaria è una gigantesca nave che si sposta di isola in isola allo scopo di giudicare i criminali o presunti tali. Viene, poi, distrutta da Spandam per farne ricadere la colpa su Franky.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Manga di One Piece, volume 41, capitolo 398
  2. ^ Manga di One Piece, volume 64, capitolo 627
  3. ^ Manga di One Piece, volume 41, capitolo 395
  4. ^ Manga di One Piece, capitolo 793
  5. ^ Manga di One Piece, capitolo 594
  6. ^ Manga di One Piece, capitolo 722
  7. ^ Manga di One Piece, volume 52, capitolo 503
  8. ^ Eiichiro Oda, One Piece, Volume 51: Capitolo 497, Star Comix, 2009.
  9. ^ Manga di One Piece, volume 51, capitolo 496
  10. ^ Manga di One Piece, volume 52, capitolo 502
  11. ^ Manga di One Piece, Capitoli di One Piece, capitolo 588
  12. ^ Manga di One Piece, capitolo 686
  13. ^ Manga di One Piece, capitolo 664
  14. ^ Manga di One Piece, capitolo 680
  15. ^ a b Manga di One Piece, volume 52, capitolo 510
  16. ^ Manga di One Piece, volume 52, capitolo 506
  17. ^ Manga di One Piece, volume 52, capitolo 508
  18. ^ Manga di One Piece, volume 52, capitolo 513
  19. ^ a b Manga di One Piece, One Piece Blue Deep Databook

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]