Danny Aiello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Danny Aiello a New York nel 2011

Daniel Louis "Danny" Aiello, Jr. (New York, 20 giugno 1933) è un attore statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Aiello nasce il 20 giugno 1933 a Manhattan, New York, in una famiglia povera e composta da ben sei fratelli. Il padre, Daniel Louis Aiello Sr., era un operaio statunitense figlio di immigrati italiani mentre la madre, Francesca Pietrocova, era una sarta italiana originaria di Napoli[1].

Debutta sul grande schermo nel 1976 con Il prestanome, diretto da Martin Ritt. Ha partecipato in un ruolo minore ne Il padrino - Parte II nella scena del tentato omicidio a Frankie Pentangeli (interpretato da Michael V. Gazzo) con una corda in un bar. Nel 1986 è comparso anche nel video di Madonna Papa Don't Preach[2], dove interpretava il padre della cantante: gli anni ottanta sono sicuramente quelli in cui dà il meglio di sé in ruoli di attore caratterista.

La sua interpretazione più celebre è probabilmente quella del pizzaiolo italo-americano Sal nel film di Spike Lee, Fa' la cosa giusta, per il quale fu nominato al premio Oscar nel 1990 come miglior attore non protagonista[3]: ma lo si ricorda anche per l'interpretazione del capitano di polizia Vincent Aiello nel capolavoro di Sergio Leone C'era una volta in America (1984) e per il ruolo di Monk in La rosa purpurea del Cairo[4] di Woody Allen, del 1985.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1955 è sposato con la produttrice Sandy Cohen e ha quattro figli[5], due dei quali lavorano anch'essi nel mondo del cinema: Rick[3], Danny Aiello[6] (1957-2010, morto a 53 anni per un cancro al pancreas), Jamie e Stacy.

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Danny Aiello a Manhattan nel 2010

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Danny Aiello è stato doppiato da:

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Rocky Pesini. "Danny Aiello". In Italian Americans of the Twentieth Century, ed. George Carpetto and Diane M. Evanac (Tampa, FL: Loggia Press, 1999), pp.2-3

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN100241812 · LCCN: (ENno91008680 · ISNI: (EN0000 0001 2283 459X · GND: (DE137751761 · BNF: (FRcb14006028j (data)