Best of the Beast

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Best of the Beast
ArtistaIron Maiden
Tipo albumRaccolta
Pubblicazione23 settembre 1996
Durata78:01 (1 CD)
150:00 (2 CD)
Dischi1 (CD)
2 (CD)
4 (LP)
Tracce16 (1 CD)
27 (2 CD)
34 (LP)
GenereHeavy metal
EtichettaEMI
ProduttoreMartin Birch, Nigel Green, Steve Harris, Iron Maiden, Will Malone
Registrazione1979-1996
Certificazioni
Dischi d'oroBrasile Brasile[1]
(vendite: 100 000+)
Finlandia Finlandia[2]
(vendite: 22 261)
Regno Unito Regno Unito[3]
(vendite: 100 000+)
Dischi di platinoArgentina Argentina[4]
(vendite: 60 000+)
Svezia Svezia[5]
(vendite: 80 000+)
Iron Maiden - cronologia
Album precedente
(1995)
Album successivo
(1998)

Best of the Beast è la prima raccolta del gruppo musicale britannico Iron Maiden, pubblicata il 23 settembre 1996 dalla EMI.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

L'album ripercorre tutta la saga degli Iron Maiden partendo dall'inedito Virus, pubblicato come singolo, fino al The Soundhouse Tapes, prima incisione della band, passando anche da alcune versioni dal vivo tratte dal Live After Death.

Best of the Beast è stato pubblicato in tre formati differenti: disco singolo da 16 tracce, doppio CD da 27 tracce e vinile da 34 tracce.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

CD[modifica | modifica wikitesto]

  1. The Number of the Beast – 4:49
  2. Can I Play with Madness – 3:31
  3. Fear of the Dark (Live) – 7:21
  4. Run to the Hills – 3:50
  5. Bring Your Daughter... To the Slaughter – 4:44
  6. The Evil That Men Do – 4:35
  7. Aces High – 4:31
  8. Be Quick or Be Dead – 3:21
  9. 2 Minutes to Midnight – 6:04
  10. Man on the Edge – 4:18
  11. Virus – 6:30
  12. Running Free (Live) – 3:25
  13. Wasted Years – 5:06
  14. The Clairvoyant – 4:27
  15. The Trooper – 4:11
  16. Hallowed Be Thy Name – 7:10

Doppio CD[modifica | modifica wikitesto]

CD 1
  1. Virus – 6:13
  2. Sign of the Cross – 11:17
  3. Man on the Edge – 4:13
  4. Afraid to Shoot Strangers (Live) – 6:50
  5. Be Quick or Be Dead – 3:24
  6. Fear of the Dark (Live) – 7:23
  7. Bring Your Daughter... To the Slaughter – 4:46
  8. Holy Smoke – 3:49
  9. The Clairvoyant – 4:28
  10. Can I Play with Madness – 3:32
  11. The Evil that Men Do – 4:36
  12. Heaven Can Wait – 7:22
  13. Wasted Years – 5:08
CD 2
  1. Rime of the Ancient Mariner (Live) – 13:27
  2. Running Free (Live) – 3:29
  3. 2 Minutes to Midnight – 6:05
  4. Aces High – 4:31
  5. Where Eagles Dare – 6:14
  6. The Trooper – 4:15
  7. The Number of the Beast – 4:54
  8. Run to the Hills – 3:56
  9. Hallowed Be Thy Name – 7:16
  10. Wrathchild – 2:57
  11. Phantom of the Opera – 7:12
  12. Sanctuary – 3:16
  13. Strange World – 5:24
  14. Iron Maiden – 4:03 – versione di The Soundhouse Tapes

4 LP[modifica | modifica wikitesto]

Questa versione contiene altri 7 brani e precisamente:Seventh Son of a Seventh Son, Revelations (live), The Prisoner, Killers, Remember Tomorrow, Prowler e Invasion (queste ultime due provenienti anche loro dall'EP The Soundhouse Tapes).

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Si veda la pagina Formazione degli Iron Maiden.

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1996) Posizione
massima
Austria[6] 41
Belgio (Fiandre)[6] 28
Belgio (Vallonia)[6] 39
Finlandia[6] 8
Francia[7] 24
Germania[6] 42
Italia[8] 18
Nuova Zelanda[6] 37
Paesi Bassi[6] 25
Regno Unito[9] 16
Spagna[10] 27
Svezia[6] 11

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (PT) Certificados, Associação Brasileira dos Produtores de Discos. URL consultato il 24 maggio 2015.
  2. ^ (FI) Iron Maiden, International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 24 maggio 2015.
  3. ^ (EN) BPI Awards, British Phonographic Industry. URL consultato il 24 maggio 2015. Digitare "Best of the Beast" in "Search BPI Awards" e premere Invio.
  4. ^ (ES) Gold & Platinum Discs, Cámara Argentina de Productores de Fonogramas y Videogramas. URL consultato il 25 maggio 2015 (archiviato dall'url originale il 6 luglio 2011).
  5. ^ (SV) Guld- och Platinacertifikat − År 2001 (PDF), International Federation of the Phonographic Industry, p. 5. URL consultato il 20 dicembre 2014 (archiviato dall'url originale il 16 giugno 2011).
  6. ^ a b c d e f g h (NL) Iron Maiden - Best of the Beast, Ultratop. URL consultato il 26 marzo 2017.
  7. ^ (FR) Le Détail des Albums de chaque Artiste, InfoDisc. URL consultato il 26 marzo 2017 (archiviato dall'url originale il 28 dicembre 2010). Selezionare "IRON MAIDEN" e premere "OK".
  8. ^ Gli album più venduti del 1996, Hit Parade Italia. URL consultato il 26 marzo 2017.
  9. ^ (EN) Official Albums Chart Top 100: 29 September 1996 - 05 October 1996, Official Charts Company. URL consultato il 26 marzo 2017.
  10. ^ (ES) Fernando Salaverri, Sólo éxitos: año a año, 1959–2002, 1ª ed., Fundación Autor-SGAE, settembre 2005, ISBN 84-8048-639-2.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Heavy metal Portale Heavy metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di heavy metal