Twilight Zone/Wrathchild

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Twilight Zone/Wrathchild
Artista Iron Maiden
Tipo album Singolo
Pubblicazione 2 marzo 1981[1]
Durata 2:32 (Twilight Zone)
2:52 (Wrathchild)
Album di provenienza Killers
Genere Heavy metal
Etichetta EMI
Produttore Iron Maiden (Twilight Zone)
Martin Birch (Wrathchild)
Registrazione 1980-1981
Formati 45 giri
Iron Maiden - cronologia
Singolo precedente
(1980)
Singolo successivo
(1981)

Twilight Zone/Wrathchild è un singolo del gruppo musicale britannico Iron Maiden, il primo estratto dal secondo album in studio Killers e pubblicato il 2 marzo 1981.[1]

Le canzoni[modifica | modifica wikitesto]

Twilight Zone[modifica | modifica wikitesto]

La canzone narra di uno spirito triste perché non può assumere l'aspetto di una figura ed è intrappolato fra questo mondo e il Purgatorio, riferendosi alla serie televisiva The Twilight Zone (in Italia tradotta come Ai confini della realtà). Morto da tre anni, lo spirito vuol far conoscere la sua presenza ad una ragazza che è probabilmente stata il suo amore ma soffre perché ne è incapace. Egli cerca di farle capire che anche se lei non può vederlo o sentirlo, non sarà mai sola perché lui è imprigionato nella "zona del crepuscolo".

Wrathchild[modifica | modifica wikitesto]

La canzone parla di un giovane e triste rampollo di una famiglia nobile che vive con rabbia la sua vita, non avendo mai conosciuto suo padre (infatti dall'inglese wrath, "ira" e child, "figlio").

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  • Lato A
  1. Twilight Zone – 2:32 (Dave Murray, Steve Harris)
  • Lato B
  1. Wrathchild – 2:56 (Steve Harris)

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Maiden Vinyl Facts - Part 1, Iron Maiden, 15 ottobre 2014. URL consultato il 16 ottobre 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Heavy metal Portale Heavy metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di heavy metal