Bedano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Bedan" rimanda qui. Se stai cercando il musicista italiano noto anche con lo pseudonimo "Bedan", vedi Alberto Baldan Bembo.
Bedano
comune
Bedano – Stemma
Bedano – Veduta
Localizzazione
Stato Svizzera Svizzera
Cantone Flag of Canton of Tessin.svg Ticino
Distretto Lugano
Amministrazione
Sindaco Dario Fraschina (PS)
Lingue ufficiali Italiano
Territorio
Coordinate 46°03′07″N 8°55′25″E / 46.051944°N 8.923611°E46.051944; 8.923611 (Bedano)Coordinate: 46°03′07″N 8°55′25″E / 46.051944°N 8.923611°E46.051944; 8.923611 (Bedano)
Altitudine 387 m s.l.m.
Superficie 1,91 km²
Abitanti 1 574 (2016)
Densità 824,08 ab./km²
Comuni confinanti Alto Malcantone, Gravesano, Lamone, Torricella-Taverne
Altre informazioni
Cod. postale 6930
Prefisso 091
Fuso orario UTC+1
Codice OFS 5148
Targa TI
Nome abitanti bedanesi
Circolo Taverne
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Bedano
Bedano
Bedano – Mappa
Sito istituzionale

Bedano (in dialetto ticinese Bedan[senza fonte]) è un comune svizzero di 1 574 abitanti del Canton Ticino, nel distretto di Lugano.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Bedano si trova nella valle del Vedeggio a nord di Lugano.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

L'evoluzione demografica è riportata nella seguente tabella[1]:

Abitanti censiti

Persone legate a Bedano[modifica | modifica wikitesto]

  • Nicolò Rusca (Bedano, 20 aprile 1563 – Thusis, 4 settembre 1618) – presbitero italiano;
  • Giocondo Albertolli (Bedano, 24 luglio 1742 – Milano, 15 novembre 1839) – architetto e decoratore svizzero-italiano;
  • Raffaele Albertolli (Bedano, 21 settembre 1770 – Milano, 7 gennaio 1812) – pittore, incisore e stuccatore svizzero.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Ogni famiglia originaria del luogo fa parte del cosiddetto comune patriziale e ha la responsabilità della manutenzione di ogni bene ricadente all'interno dei confini del comune. L'ufficio patriziale, rieletto il 26 aprile 2009, è presieduto da Egidio Bianchi[senza fonte].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Bernardino Croci Maspoli, Bedano, in Dizionario storico della Svizzera, 23 febbraio 2011. URL consultato il 10 ottobre 2017.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Virgilio Gilardoni, Il Romanico. Arte e monumenti della Lombardia prealpina, Istituto grafico Casagrande, Bellinzona 1967, 202, 369.
  • Bernhard Anderes, Guida d'Arte della Svizzera Italiana, Edizioni Trelingue, Porza-Lugano 1980, 227.
  • Adriano Caprioli, Antonio Rimoldi, Luciano Vaccaro (a cura di), Diocesi di Como, Editrice La Scuola, Brescia 1986, 200.
  • Emilio Motta, Effemeridi ticinesi, ristampa Edizioni Metà Luna, Giubiasco 1991.
  • Flavio Maggi, Patriziati e patrizi ticinesi, Pramo Edizioni, Viganello 1997.
  • Luciano Vaccaro, Giuseppe Chiesi, Fabrizio Panzera, Terre del Ticino. Diocesi di Lugano, Editrice La Scuola, Brescia 2003.
  • Giorgio Tognola, Momenti di storia di Bedano, comune di Bedano, Bedano 2003.
  • Luciano Vaccaro, Giuseppe Chiesi, Fabrizio Panzera, Terre del Ticino. Diocesi di Lugano, Editrice La Scuola, Brescia 2003, 103nota, 238, 404, 417, 433n, 467.
  • AA.VV., Guida d'arte della Svizzera italiana, Edizioni Casagrande, Bellinzona 2007, 283.
  • Fabrizio Panzera (a cura di), Piano del Vedeggio. Dalla strada Regina all'Aeroporto, Salvioni, Bellinzona 2008.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN238793086 · GND: (DE4771844-4
Ticino Portale Ticino: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Ticino