Neggio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Neggio
comune
Neggio – Stemma
Dati amministrativi
Stato Svizzera Svizzera
Cantone Wappen Tessin matt.svg Ticino
Distretto Lugano
Lingue ufficiali Italiano
Territorio
Coordinate 45°59′15″N 8°52′55″E / 45.9875°N 8.881944°E45.9875; 8.881944 (Neggio)Coordinate: 45°59′15″N 8°52′55″E / 45.9875°N 8.881944°E45.9875; 8.881944 (Neggio)
Altitudine 385 m s.l.m.
Superficie 0,72 km²
Abitanti 322[1] (31-12-2012)
Densità 447,22 ab./km²
Frazioni Guasti, Mulini, Careggio, Maglio di Neggio
Comuni confinanti Agno, Caslano, Curio, Magliaso, Pura, Vernate
Altre informazioni
Cod. postale 6991
Prefisso 091
Fuso orario UTC+1
Codice OFS 5206
Targa TI
Nome abitanti picìtt (pettirossi);
Circolo Magliasina
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Svizzera
Neggio
Neggio – Mappa
Sito istituzionale

Neggio (Negg in dialetto ticinese) è un comune svizzero del Canton Ticino, situato nel Malcantone sulla riva sinistra del torrente Magliasina.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti

Persone legate a Neggio[modifica | modifica sorgente]

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Il patriziato[modifica | modifica sorgente]

Ogni famiglia originaria del luogo fa parte del cosiddetto comune patriziale ed ha la responsabilità della manutenzione di ogni bene ricadente all'interno dei confini del comune.[4]

L'ufficio patriziale eletto il 26 aprile 2009 è presieduto da Enrico Notari.

Il patriziato è costituito dalle famiglie:

  • Bolli, Notari, Pianca, Soldati.Orlandi a 1556

Famiglie estinte nel territorio patriziale[modifica | modifica sorgente]

  • Banchini, Galeazzi, e Sciora.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Statistica Svizzera - STAT-TAB: Popolazione residente permanente e temporanea per regione, sesso, nazionalità ed età
  2. ^ Augusto O. Pedrazzini, L'emigrazione ticinese nell'America del Sud, Locarno, 1962, p. 89
  3. ^ Max Picard
  4. ^ Annuario del Canton Ticino

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Virgilio Chiesa, Lineamenti storici del Malcantone, Francesco Bertoliatti, Profilo storico di Sessa, 1961.
  • Virgilio Gilardoni, Il Romanico. Catalogo dei monumenti nella Repubblica e Cantone del Ticino, La Vesconta, Casagrande S.A., Bellinzona 1967, 398, 460.
  • Bernhard Anderes, Guida d'Arte della Svizzera Italiana, Edizioni Trelingue, Porza-Lugano 1980, 243-244.
  • Plinio Grossi, Il Malcantone, riedizione della Guida Galli-Tamburini, Fontana Print S. A. Pregassona 1984, 117-119, 144, 147.
  • Giovanni Maria Staffieri, "Neggio", in Malcantone. Testimonianze culturali nei comuni malcantonesi, Lugano-Agno 1985, 104-107.
  • Flavio Maggi, Patriziati e patrizi ticinesi, Pramo Edizioni, Viganello 1997.
  • AA.VV., Guida d'arte della Svizzera italiana, Edizioni Casagrande, Bellinzona 2007, 399.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]