Vico Morcote

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vico Morcote
comune
Vico Morcote – Stemma
Vico Morcote – Veduta
La chiesa parrocchiale ed una parte del nucleo
Localizzazione
Stato Svizzera Svizzera
Cantone Flag of Canton of Tessin.svg Ticino
Distretto Lugano
Amministrazione
Lingue ufficiali Italiano
Territorio
Coordinate 45°55′58″N 8°55′20″E / 45.932778°N 8.922222°E45.932778; 8.922222 (Vico Morcote)Coordinate: 45°55′58″N 8°55′20″E / 45.932778°N 8.922222°E45.932778; 8.922222 (Vico Morcote)
Altitudine 442 m s.l.m.
Superficie 1,88 km²
Abitanti 377[1] (31-12-2013)
Densità 200,53 ab./km²
Frazioni Vico Lago (Olivella, Colombaio e Preabella), Villaggio Olivella, Pradoni, Nisorino, Via Piana, Gér, Pizóra
Comuni confinanti Brusino Arsizio, Lugano, Melide, Morcote
Altre informazioni
Cod. postale 6921
Prefisso 091
Fuso orario UTC+1
Codice OFS 5233
Targa TI
Nome abitanti vicomorcotesi
Circolo Carona
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Vico Morcote
Vico Morcote
Vico Morcote – Mappa
Sito istituzionale

Vico Morcote (in dialetto ticinese Vich Murcò) è un comune svizzero del Canton Ticino, situato in posizione panoramica sul Lago di Lugano. Da primavera ad autunno il numero dei residenti arriva a mille.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti

Persone legate a Vico Morcote[modifica | modifica wikitesto]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Statistica Svizzera - STAT-TAB: Popolazione residente permanente e temporanea per regione, sesso, nazionalità ed età
  2. ^ Una targa posta sulla chiesa parrocchiale di Vico Morcote ricorda la presunta origine del Pontefice: FIGLIO DI QUEST'UMILE VILLAGGIO / MUOVENDO CON L'AQUILE DI ROMA / GIOVANNI LEGIONARIO IN SIRIA / DIEDE DECIMO SUCCESSORE A S. PIETRO / IL FIGLIO PAPA SANT'ANICETO MARTIRE + 167

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Virgilio Gilardoni, Il Romanico. Catalogo dei monumenti nella Repubblica e Cantone del Ticino, La Vesconta, Casagrande S.A., Bellinzona 1967, 438, 581-582.
  • Bernhard Anderes, Guida d'Arte della Svizzera Italiana, Edizioni Trelingue, Porza-Lugano 1980, 314-315.
  • AA.VV., Guida d'arte della Svizzera italiana, Edizioni Casagrande, Bellinzona 2007, 345-350.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN245851034 · GND: (DE4713922-5
Ticino Portale Ticino: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Ticino