Beach handball

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Beach handball
DíA 1 - campeonaTo de espAña de balonmano playaS, Laredo 2014S.jpg
Gol segnato in una partita di beach handball
Federazione International Handball Federation
Inventato 1990, Italia
Componenti di una squadra quattro in gioco e quattro in panchina
Contatto
Genere Maschile e femminile
Indoor/outdoor Outdoor
Campo di gioco 27 m x 12 m
Olimpico no

Il beach handball è uno sport di squadra nato intorno al 1990 in Italia come variante outdoor del gioco della pallamano. Viene giocato su campi di sabbia, Il campo di gioco deve essere ampio 27 m x 12 m L'area di gioco deve essere ampia 15 m x 12 m. Le porte devono avere l'ampiezza di 3 m. x 2 m. La sabbia deve avere una profondità di almeno 40 cm. L'area di porta, a differenza della pallamano indoor, non è a semicerchio, ma rettangolare.

La storia[modifica | modifica wikitesto]

Il beach handball nacque in Italia intorno al 1990 da un'idea del professor Gianfranco Briani del C.O.N.I., che intendeva sfruttare la buona competenza italiana nell'ambito del nascente beach volley per rendere popolare anche la pallamano, in Italia ancora uno sport minore. La Federazione Italiana Gioco Handball (Presidente Ralf Dejaco) diede incarico nel 1992 ad un Comitato Organizzatore (COHB) di promuovere questo progetto di disciplina sportiva. Il Comitato Organizzatore di Handball Beach, presieduto da Gianni Buttarelli (sponsor della SS Lazio Sequax Pallamano) con il supporto di Franco Schiano, Gianfranco Briani ed Emanuele Testa iniziò ad esportare sui litorali italiani questa nuova disciplina open air. Il primo torneo di beach si svolse a S.Antonio di Ponza, piccola isola nel Sud Italia, nel settembre 1992. Le squadre partecipanti furono IL Gaeta Handball 84, Ciampino, Roma Populinier, Lazio Sequax e una rappresentativa degli Urali, il Polyot di Celjabinsk.[1] Un arbitro italiano di pallamano indoor scrisse le regole dello sport nascente introducendo le regole più spettacolari di altri sport. Questo regolamento fu presentato a Formia al Centro di Preparazione Olimpica nel corso di un convegno di studio promosso dalla Federazione e dal COHB. In seguito, nel corso di un congresso della IHF ( International Handball Federation) in Olanda, a Noordwijk ann Zee, 136 Nazioni inserirono per la prima volta questa nuova disciplina nei loro statuti nazionali.

Il gioco[modifica | modifica wikitesto]

La gara, divisa in due set della durata di 10 minuti ciascuno, viene disputata da due squadre composte da quattro giocatori ciascuna,tre giocatori di movimento e un portiere. Ogni squadra ha a disposizione quattro riserve. Lo scopo del gioco è segnare più reti nella porta avversaria, passandosi e tirando la palla da pallamano, con le mani. Punti extra vengono dati in occasioni particolarmente spettacolari, per esempio in azioni al volo (tiro di Kempa o Kung-fu), gol del portiere, gol su rigore.

La squadra che, al termine di ogni set, sia riuscita a segnare più reti nella porta avversaria, vince il set. In caso di parità allo scadere dei dieci minuti, il set prosegue ad oltranza e viene vinto dalla prima squadra che riesce a mettere a segno una rete (golden goal). A differenza della pallamano indoor, non esiste il pareggio.

Nel caso una squadra vinca entrambi i set, questa si aggiudica la partita con il risultato di 2:0. Qualora le due squadre vincano un set per parte, la partita viene decisa da una serie di tiri denominata shoot out. Negli shoot out, due giocatori di movimento si passano la palla e cercano di segnare, tipicamente con una delle azioni spettacolari che assegnano maggior punteggio. La squadra che vince gli shoot out, si aggiudica la partita con il risultato di 2:1.

Principali competizioni[modifica | modifica wikitesto]

Il beach handball non è uno sport olimpico. Le principali competizioni internazionali sono:

Campionati del mondo maschili e femminili (organizzati ogni due anni in anni pari) Si sono svolte le seguenti edizioni:

2004 El Gouna, Egitto 2006 Rio de Janeiro, Brasile 2008 Cadiz, Spagna 2010 Antalya, Turchia 2012 Muscat, Oman

Dal 2001 fa parte dei World Games.

A differenza della competizione maggiore, questa versione dell'handball ha regalato maggiori soddisfazioni all'Italia.

La nazionale italiana femminile si è laureata campione d'Europa a luglio 2009 in Norvegia e ha vinto i World Games, sempre a luglio 2009, disputati a Taiwan.

L'Italia under 19 maschile è arrivata terza agli Europei del 2011 in Croazia, nel 2012 il campionato italiano è stato vinto dalla Pallamano Grosseto (I squadra A e II squadra B), che ha vinto anche negli anni 2009 e 2010, Pallamano Oderzo vincente nel 2011, Pallamano Grosseto II nel 2011.

Note: Nazionale u.16 maschile 3 classificata Campionato Europeo Nazare'[Portogallo] 2016 e si qualifica per il mondiale [Isole Mauritius] 2018[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (storia beach handball)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]