Lacrosse

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando i satelliti spia, vedi Lacrosse (satellite).
Lacrosse
UNC Lacrosse.jpg
Federazione MLL, NLL
Componenti di una squadra 10[1]
Contatto
Genere Maschile e Femminile
Indoor/outdoor Outdoor
Campo di gioco Lunghezza: 100m
Larghezza: da 48 a 54[1]
Olimpico no
Una partita di lacrosse NCAA

Il lacrosse è uno sport di squadra, originario del Nord America. In Canada è uno dei due sport nazionali, insieme al più conosciuto hockey su ghiaccio.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il lacrosse è tipicamente nord americano poiché trae le sue origini da un antichissimo gioco degli amerindi del XV secolo detto “Baggataway”. Il Baggataway veniva utilizzato dai Nativi Americani anche come modo per risolvere dispute di vario tipo tra le tribù: le partite potevano durare giorni e vedevano coinvolti centinaia di giocatori. Fu il missionario gesuita Jean de Brebeuf a darne per primo notizia, documentando una sfida tra due squadre Huron, nell'attuale Sud-Est dell'Ontario, in Canada, nel 1636. Nella metà del 1800 i francesi rivoluzionarono le regole del gioco indiano ideando a Montreal, nel Canada, il moderno lacrosse.

I discendenti degli antichi americani sono molto legati al Lacrosse, che rappresenta per loro un'importante tradizione oltre che uno sport. Per questo motivo la Federazione Internazionale (International Lacrosse Federation - ILF), ha stabilito che i discendenti dei nativi americani possono partecipare alle competizioni internazionali di lacrosse con una loro squadra nazionale, che prende il nome di nazionale Irochese.

Il lacrosse è lo sport estivo nazionale canadese (National Summer Sport). Lo sport nazionale invernale del Canada, il più conosciuto hockey su ghiaccio, è nato dalla variante del gioco scozzese del shinty.

Incordatura sulla racchetta o mazza da lacrosse

Regolamento[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco consiste in un incontro tra due squadre con 10 giocatori ognuna (12 giocatrici se femminile) su un campo all'aperto. Ogni squadra si compone di:

  • 1 portiere
  • 4 difensori
  • 2 mediani
  • 4 attaccanti

L'obiettivo consiste nell'imbucare la palla con una specie di racchetta triangolare munita di tele all'estremità, nella porta avversaria, simile a quella dell'hockey su ghiaccio alta 1,8 m e larga 1,8 m. La palla pesa circa 150 g, con circonferenza di circa 20 cm. La squadra che segna più gol negli 80 minuti di gioco regolamentari vince. Gli 80 minuti di gioco sono suddivisi in 4 quarti di 20 minuti ciascuno.

L'International Lacrosse Federation-ILF è sorta nel 1974 in Canada dalle ceneri della International Federation of Amateur Lacrosse fondata nel 1928. In Canada, dopo l'hockey su ghiaccio, è lo sport più praticato, ma sono gli USA a detenere il primato di vittorie nel campionato del mondo.

Manifestazioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

La Coppa del Mondo di Lacrosse si disputa ogni 4 anni dal 1967 e ha visto trionfare gli USA 9 volte e il Canada 3 volte. Australia, Inghilterra, e Nazionale Irochese di Lacrosse (formata dai discendenti dei nativi americani) sono squadre che, pur non avendo mai vinto il mondiale, sono considerate tra le più forti squadre nazionali di lacrosse a livello mondiale. Il numero di squadre che ha partecipato ai mondiali di lacrosse è cresciuto esponenzialmente negli anni, raggiungento il massimo numero di 38 squadre partecipanti nell'ultima edizione (svoltasi nel 2014 a Denver, USA).

Il Campionato Europeo di Lacrosse si disputa ogni 4 anni dal 1996 e ha visto trionfare la nazionale dell'Inghilterra in tutte le edizioni tranne in quella del 2001 (svoltasi a Penarth, Galles) in cui ha prevalso la nazionale della Germania.

Il lacrosse ha fatto parte del programma olimpico in 2 edizioni (1904 e 1908), e la nazionale canadese detiene entrambi i titoli olimpici. Nelle edizioni olimpiche del 1928, 1932 e 1948 il lacrosse fu giocato in qualità di sport dimostrativo.

A partire del 2017 il lacrosse è entrato ufficialmente a far parte delle discipline sportive che competono ai Giochi Mondiali, manifestazione sportiva organizzata ogni 4 anni gestita dall'International World Games Association (IWGA) sotto il patrocinio del Comitato Olimpico Internazionale (CIO). La presenza nelle passate edizioni dei World Games è uno dei criteri utilizzati dal CIO per selezionare nuove discipline olimpiche.

Leghe professionistiche[modifica | modifica wikitesto]

In Nord America si disputano due campionati professionistici; la Major League Lacrosse (MLL - outdoor lacrosse - 10 vs 10) e la National Lacrosse League (NLL - indoor lacrosse - 5 vs 5). Vi partecipano i giocatori più forti del mondo, provenienti soprattutto da Canada e USA, ma anche da Australia e Inghilterra.

In Italia[modifica | modifica wikitesto]

Giocatrici di lacrosse

In Italia non esiste una lega professionistica di lacrosse ma ne esiste una dilettantistica. Il primo atleta a praticare questo sport in Italia e a promuoverne la diffusione a livello nazionale fu il regista italo-americano Robert Corna a partire dal 2001[2][3][4][5][6][7]. Nel 2002 l'Associazione di Lacrosse Inglese (English Lacrosse Association) consegnò a Robert Corna una placca per celebrare la prima partita ufficiale di lacrosse mai giocata in Italia, svoltasi presso l'American Overseas School of Rome[8][9]. È da segnalare, tuttavia, che il ricercatore italiano Roberto Buganè, responsabile del progetto Museo del baseball e del softball italiani, ha di recente fornito le prove riguardanti la pratica sporadica del lacrosse sul suolo italiano già nel 1932[10].

La Federazione Italiana Giuoco Lacrosse (FIGL) fu fondata nel 2007, con l'italiano Fabio Antonelli come primo presidente federale[11]. La FIGL è l'organo riconosciuto ufficialmente dagli enti regolatori internazionali del lacrosse (Federation of International Lacrosse - FIL - e European Lacrosse Federation - ELF) che si occupa dello sviluppo di questo sport in Italia.

Il Lacrosse in Italia è uno sport ancora molto giovane, ma in rapida espansione. Viene praticato a livello sia maschile che femminile nel Lazio dalle squadre Roma Leones Lacrosse (prima squadra in Italia) e S.S. Lazio Lacrosse (facente parte della Polisportiva S.S. Lazio), in Piemonte dalle squadre Taurus Torino Lacrosse e Edelweiss Torino, in Lombardia dalle squadre Red Hawks Merate Lacrosse, Pellicani Bocconi Lacrosse (facente parte della comunità sportiva dell'Università Bocconi), Comets Milano, Lacrosse Milano Baggataway (prima squadra femminile in Italia) e Painkillers Milano Lacrosse, in Toscana dalle squadre Grizzlies Prato e Black Panthers Lacrosse, in Umbria dalla squadra Phoenix Perugia Lacrosse, in Emilia-Romagna dalle squadre Pontevecchio Bologna Sharks, SportUp Imola, e Rimini Lacrosse, e nella Repubblica di San Marino dalla squadra San Marino Titans[12].

Rappresentanze italiane hanno partecipato a competizioni internazionali di lacrosse a partire dal 2002[5], con la nazionale di lacrosse italiana maschile che ha partecipato fino ad'oggi a 3 campionati mondiali e a 4 campionati europei di disciplina, e con la nazionale di lacrosse italiana femminile che ha partecipato a 1 campionato europeo di disciplina[11]. Sempre a partire dal 2002 si sono svolti in Italia numerosi tornei e competizioni di lacrosse, con le prime edizioni ufficiali del Campionato Italiano di Lacrosse e della Coppa Italia di Lacrosse che si sono tenute nel 2009.

I campioni[modifica | modifica wikitesto]

I migliori giocatori e allenatori di lacrosse sono ammessi nella Hall of Fame chiamata National Lacrosse Hall of Fame in USA: i primi furono ammessi nel 1929 poi 1948 e dal 1957 sono ammessi annualmente.

Nel 2013 l'atleta Paul Rabil è stato il primo giocatore di lacrosse a guadagnare una cifra di denaro superiore al milione di dollari annui in virtù della propria attività sportiva professionistica e delle sponsorizzazioni legate al mondo del lacrosse[13].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Regolamento Lacrosse, lacrosseitalia.it. URL consultato il 14 aprile 2013.
  2. ^ Brothers of Italy - di Patrizio Cairoli, ifg.uniurb.it.
  3. ^ Italia Lacrosse First Website, italialax.8k.com.
  4. ^ Eurosport: Lacrosse, la prima dell'Italia, it.eurosport.com.
  5. ^ a b Lacrosse World Championships 2002, activityworkshop.net.
  6. ^ Italian stallions extend winning run (PDF), scottish-lacrosse.org.uk.
  7. ^ www.sportsknowhow.com, sportsknowhow.com.
  8. ^ Roma Open 2002, italialax.8k.com.
  9. ^ Lacrosse Rules - Italia Lacrosse, ohverynice.ml.
  10. ^ Lacrosse in Italia, vede la luce una foto del 1932!, lospogliatoio2.wordpress.com.
  11. ^ a b Storia del Lacrosse in Italia, lacrosseitalia.it.
  12. ^ Sito Ufficiale della Federazione Italiana Giuoco Lacrosse, lacrosseitalia.it.
  13. ^ Paul Rabil, Lacrosse's Million-Dollar Man, bloomberg.com.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Sport Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport