International Handball Federation

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
International Handball Federation
DisciplineHandball pictogram.svg Pallamano
Beach handball pictogram.svg Beach handball
Fondazione1946
Federazioni affiliate209[1]
ConfederazioneCIO
ASOIF
SedeSvizzera Basilea
PresidenteEgitto Hassan Moustafa
Sito ufficialewww.ihf.info/

L'International Handball Federation (in italiano "Federazione internazionale di pallamano"), nota anche con l'acronimo IHF, è la federazione internazionale che governa le manifestazioni internazionali di pallamano. La sua sede si trova a Basilea, in Svizzera, e il presidente è Hassan Moustafa, eletto nel 2000. Le lingue ufficiali sono il tedesco, l'inglese e il francese.

La federazione fu fondata a Copenaghen l'11 luglio 1946 e si occupa dell'organizzazione di tutte le manifestazioni intercontinentali della pallamano, tra le quali la più importante è sicuramente il campionato mondiale, che a livello maschile viene organizzato dal 1938, mentre a livello femminile viene organizzato dal 1957[2].

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

L'11 luglio 1946 è considerata la data della fondazione della International Handball Federation, avvenuta a Copenaghen, in Danimarca, su iniziativa dei rappresentanti di otto nazioni che lanciarono l'iniziativa[3]. Le otto nazioni che presero parte alla nascita della IHF furono la Danimarca, la Finlandia, la Francia, la Norvegia, i Paesi Bassi, la Polonia, la Svezia e la Svizzera[3]. Come primo presidente della IHF venne eletto lo svedese Gösta Björk, il quale era anche presidente della federazione svedese di pallamano[3]. Prima di allora il gioco della pallamano era regolato dalla International Amateur Handball Federation (IAHF), che era stata fondata a L'Aia, nei Paesi Bassi, nel 1928 e che aveva contribuito a portare la pallamano ai Giochi olimpici estivi di Berlino 1936[3].

La IHF organizzò il primo campionato mondiale per gli uomini nel 1938 e il campionato mondiale per le donne nel 1957. La pallamano, giocata secondo le regole moderne, venne reintrodotta alle Olimpiadi ai Giochi di Monaco di Baviera 1972 per gli uomini e ai Giochi di Montreal 1976 per le donne[4].

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

Presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Presidente Note
11 luglio 1946 - 9 settembre 1950 Svezia Gösta Björk
9 settembre 1950 - 9 febbraio 1971 Svizzera Hans Baumann morto il 9 febbraio 1971
9 febbraio 1971 - 23 agosto 1972 Svezia Paul Högberg ad interim
23 agosto 1972 - 25 luglio 1984 Svezia Paul Högberg
25 luglio 1984 - 26 novembre 2000 Austria Erwin Lanc
26 novembre 2000 - Egitto Hassan Moustafa

Segretari generali[modifica | modifica wikitesto]

Dal maggio 2011 la carica di segretario generale è stata sostituita da quella di amministratore delegato (managing director), carica già attiva dal 1973.

Periodo Segretario generale Note
11 luglio 1946 - 9 settembre 1950 Svezia Carl Filip Borgh
9 settembre 1950 - 23 agosto 1972 Svizzera Albert Wagner
23 agosto 1972 - 14 settembre 1988 Germania Ovest Max Rinkenburger
14 settembre 1988 - 2 dicembre 2004 Francia Raymond Hahn
2 dicembre 2004 - 4 giugno 2009 Svizzera Peter Mühlematter
4 giugno 2009 - 2 maggio 2011 Francia Joël Delplanque

Confederazioni affiliate[modifica | modifica wikitesto]

Planisfero con le sei confederazioni riconosciute dalla IHF.

Alla IHF fanno capo le 6 diverse confederazioni (riconosciute ufficialmente dalla federazione) a cui spetta l'organizzazione e la supervisione dell'attività di pallamano nei vari continenti del mondo:

Competizioni IHF[modifica | modifica wikitesto]

Detentori dei titoli[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Maschile Femminile
Campionato mondiale Danimarca Danimarca (2019) Paesi Bassi Paesi Bassi (2019)
Torneo olimpico Danimarca Danimarca (2016) Russia Russia (2016)
Campionato delle nazioni emergenti Georgia Georgia (2019)
Campionato mondiale juniores Francia Francia (2019) Ungheria Ungheria (2018)
Campionato mondiale giovanile Egitto Egitto (2019) Russia Russia (2018)
Giochi olimpici giovanili Slovenia Slovenia (2014) Corea del Sud Corea del Sud (2014)
IHF Inter-Continental Trophy Kosovo Kosovo (2019) Bulgaria Bulgaria (2017)
Super Globe Spagna Barcellona (2019) Angola Primeiro de Agosto (2019)
Campionato mondiale di beach handball Brasile Brasile (2018) Grecia Grecia (2018)
Campionato mondiale giovanile di beach handball Spagna Spagna (2017) Ungheria Ungheria (2017)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) IHF Marketing, su ihf.info. URL consultato il 21 giugno 2020.
  2. ^ (EN) Member Federations, su ihf.info. URL consultato il 21 giugno 2020.
  3. ^ a b c d (EN) History of the International Handball Federation, su ihf.info. URL consultato il 21 giugno 2020 (archiviato dall'url originale il 18 gennaio 2012).
  4. ^ (EN) HANDBALL: History of Handball at the Olympic Games (PDF), su stillmed.olympic.org. URL consultato il 20 giugno 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN199497970 · ISNI (EN0000 0001 2173 7528 · LCCN (ENn94041647 · GND (DE2014980-3 · WorldCat Identities (ENlccn-n94041647
Sport Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport