Audi RS2

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Audi RS2
Audi RS2.jpg
Descrizione generale
Costruttore Germania  Audi
Tipo principale Station Wagon
Produzione dal 1994 al 1996
Sostituisce la Audi S2
Sostituita da Audi RS4
Esemplari prodotti 2.891[1]
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4.510 mm
Larghezza 1.695 mm
Altezza 1.386 mm
Passo 2.597 mm
Massa 1.595 kg
Altro
Assemblaggio Zuffenhausen (Porsche)
Progetto Porsche
Stessa famiglia Audi 80
Auto simili BMW M3
RS2 rear.jpg

La Audi RS2 (abbreviazione comune di Audi RS2 Avant) è una station wagon ad alte prestazioni prodotta dalla Audi in collaborazione con la Porsche sulla base della versione Avant dell'Audi 80 tra il 1994 e il 1996. Si tratta del primo modello RS prodotto dalla casa tedesca[1]. Era la versione di punta dell'Audi 80, collocata davanti alla S2.

Contesto[modifica | modifica wikitesto]

Dopo lo scarso successo dell'Audi S2, la casa tedesca tentò di risollevare le vendite affidando la realizzazione di una versione ad alte prestazioni del modello S2 Avant alla Porsche che aveva da poco terminato la produzione della Mercedes-Benz 500E su base W124.

ll risultato fu la RS2, la quale purtroppo, nonostante i notevoli aggiornamenti, non riuscì a convincere del tutto a causa della poca manovrabilità dello sterzo e dell'eccessivo rollio.[2]

Le iniziali "RS" stanno per RennSport ed identifica le Audi più prestazionali, posizionandosi al di sopra delle semplici "S" ("Sport"). Queste versioni sono generalmente prodotte in numero definito di esemplari e per un lasso di tempo limitato e includono le ultime e più avanzate tecnologie della casa.

Tecnica[modifica | modifica wikitesto]

Il motore 2,2 litri 5 cilindri turbo di una RS2

Il motore era un 2.2 litri 5 cilindri 20 valvole turbocompresso che erogava 315 cavalli (232 kilowatt) di potenza 6.500 giri/min. Era stato sviluppato dalla Porsche sulla base del 2.2 dell'Audi 80 con una turbina KKK e consentiva alla RS2 di andare da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi e di avere una velocità massima di 262 km/h autolimitata[1].

La pressione era stata aumentata da 1,1 a 1.4 Bar, e furono aggiunti un nuovo intercooler maggiorato, un nuovo sistema di scarico, nuovi alberi a camme, nuovi iniettori e un ECU aggiornato per le alte prestazioni.

La trasmissione è affidata a un cambio manuale a sei marce. La trazione è come da tradizione Audi affidata a un sistema permanente a quattro ruote motrici gestito da un differenziale Torsen, con anche un sistema di bloccaggio del differenziale elettro-meccanico.

La Porsche ha installato un impianto frenante derivato da quello della Porsche 911, inserito all'interno di cerchi da 17 pollici avvolti da pneumatici Dunlop 245/40 ZR. L'impianto frenante e le sospensioni sono differenti rispetto a quelle in dotazione di serie sull'Audi 80, tuttavia mantiene l'ABS costruito dalla Bosch. I freni anteriori sono da 304 millimetri di diametro autoventilati costruiti dalla Brembo e al retrotreno con 299 millimetri con pinze a quattro pistoncini. Gli ammortizzatori sono stati irrigiditi e sono state introdotte delle barre antirollio per garantire maggiore stabilità all'auto.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Vent'anni fa in casa Audi debuttava la sigla «RS» e la Avant diventava un belva da corsa, ilsole24ore.com, 18 settembre 2014. URL consultato il 3 ottobre 2016.
  2. ^ (EN) Audi RS2 (1994), autozine.org. URL consultato il 25 maggio 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili