Audi A6 C5

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Audi A6 C5
Audi A6 C5 front 20080222.jpg
Descrizione generale
Costruttore Germania  Audi
Tipo principale Berlina
Altre versioni Station wagon
Produzione dal 1997 al 2004
Sostituisce la Audi A6 C4
Sostituita da Audi A6 C6
Euro NCAP (1998[1]) 3 stelle
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4796 mm
Larghezza 1819 mm
Altezza 1477 mm
Passo 2760 mm
Massa da 1320 a 1765 kg
Altro
Auto simili Alfa Romeo 164 e Alfa Romeo 166
BMW E39
Lancia K
Mercedes-Benz W210
Saab 9-5
Volvo Serie 900 ed Volvo S80
Audi A6 C5 rear 20080222.jpg

L'Audi A6 C5 è la seconda generazione dell'Audi A6, un'autovettura prodotta dal 1997 al 2004 dalla casa automobilistica tedesca Audi.

Profilo e storia[modifica | modifica wikitesto]

Genesi e debutto[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1994 viene presentata la prima generazione di Audi A6, la C4, che tuttavia era in sostanza un restyling neppure troppo profondo dell'Audi 100 C4, lanciata nel 1990. Già agli inizi degli anni '90 si inizia a lavorare alla sostituta che verrà presentata al salone di Ginevra nel marzo 1997 e commercializzata in Europa a partire dell'estate dello stesso anno come Audi A6 C5. La nuova automobile deve soddisfare nuovi regolamenti in materia di consumi, di inquinamento e di sicurezza (proprio in quegli anni vengono introdotte le normative antinquinamento euro e i crash-test realizzati dall'Euro Ncap[1]).

Design e interni[modifica | modifica wikitesto]

Per quanto riguarda le linee esterne, l'auto si presenta più massiccia, pur se le dimensioni sono aumentate di poco rispetto al modello precedente. Il coefficiente di resistenza aerodinamica di 0,28 cx. Il frontale, con la classica mascherina Audi, è molto simile a quello dell'Audi A6 C4 ma è meno filante. Nella vista laterale la linea di cintura è più alta, la coda è più arrotondata ma più voluminosa a beneficio del vano bagagli; inoltre sempre nella coda si possono osservare come differenze rispetto al modello precedente il profilo superiore del vano bagagli non sagomato in modo da formare uno spoiler e i gruppi ottici meno allungati e fissi rispetto al portellone. Le luci antinebbia vengono posizionate in un'insolita posizione sopra la targa. Gli interni presentano un disegno più curato e maggiore attenzione ai materiali. La plancia infatti è molto meno pesante del modello precedente dato che la consolle centrale è più bassa e stretta. Inoltre l'assenza degli strumenti supplementari collocati nell'Audi A6 C4 sopra le bocchette d'aerazione centrali contribuisce ad alleggerire notevolmente l'impatto visivo. L'interno più in generale risulta leggermente più spazioso del modello precedente.

Struttura, meccanica e motori[modifica | modifica wikitesto]

La nuova Audi riprende a grandi linee la meccanica della precedente infatti ha la trazione anteriore o in opzione per alcuni modelli quella integrale quattro, il motore anteriore longitudinale ed è equipaggiata con cambio manuale a 5 o 6 marce o in alternativa automatico tiptronic a 5 velocità o multitronic a variazione continua di rapporto (per le versioni a trazione anteriore), lanciato per la prima volta nell'ottobre 1999 proprio su questo modello. Al debutto la vettura viene proposta in una gamma molto articolata che comprendeva il 1.8 Turbo da 150 cv o da 180 cv, il 2.8 V6 da 193 cv, il 1.9 TDI da 110 cv e il 2.5 TDI da 150cv.

Evoluzione[modifica | modifica wikitesto]

La parte posteriore di una A6 C5 Avant pre-restyling

Dopo il lancio della berlina, nel febbraio 1998 viene lanciata la versione familiare (avant) che in alcuni mercati, come quello italiano, ha riscosso consensi molto maggiori di quelli della berlina grazie anche al vano bagagli molto più capiente e sfruttabile di quello della versione 3 volumi. Sempre nel 1998 la gamma viene ampliata con l'introduzione di un 2.4 V6 da 165 cv, mentre ad inizio 1999 la vettura viene anche proposta con un 2.7 V6 BiTurbo da 230 cv. Verso la metà del 1999 inoltre vengono lanciate le versioni sportive 4.2 V8 sia con carrozzeria berlina sia avant, equipaggiate entrambe con un motore V8 di 4172cc. da 300cv. La parte anteriore di questa versione è leggermente diversa dalle altre poiché, a causa del maggiore ingombro del motore, i passaruota sono stati allargati e la carreggiata è stata allargata. Nel settembre 1999 viene introdotta la versione S6, in carrozzeria berlina o Avant. Essa aveva lo stesso motore della 4.2 V8 ma portato a 250kW (340cv) e alcuni particolari estetici differenti (come i cerchi e il volante specifici). A fine 1999 viene introdotta una nuova versione del motore 2.5 TDI con una potenza di 180 cv. Verso la metà del 2000 viene introdotta una terza variante di carrozzeria, la Audi Allroad Quattro; essa è basata sulla Avant con trazione integrale quattro, ma rispetto ad essa propone alcune modifiche. Per quanto riguarda la parte meccanica infatti è equipaggiata, non solo di trazione integrale ma anche di marce ridotte (solo per alcune versioni) e sospensioni pneumatiche che consentono di variare l'altezza da terra, mentre per quanto riguarda la parte estetica questa versione è equipaggiata con numerose protezioni per la carrozzeria adatte ad un uso fuoristradistico dell'auto. Nel maggio 2001 l'auto viene sottoposta al primo ed unico restyling. Tale facelift non è molto profondo per quanto riguarda gli esterni, poiché variano solamente i terminali di scarico (ora visibili), i gli indicatori laterali in vetro trasparente, le luci di retromarcia e le luci posteriori in vetro trasparente, la cornice della targa nel cofano del bagagliaio in nero lucido, il design del paraurti e delle griglie, lo specchietto lato passeggero diventa uguale a quello del lato del conducente. Internamente vengono rivisti il quadro strumenti con cornici cromate e alcuni rivestimenti. In occasione del restyling viene modificata anche la gamma motori: il 2.4 V6 guadagna 5 cv andando a quota 170 cv, il 2.7 V6 BiTurbo viene portato a quota 250 cv, il 2.8 V6 viene sostituito da un 3.0 V6 da 220 cv, il 1.9 TDI viene portato a 130 cv e il 2.5 TDI raggiunge quota 155cv. Nel 2002 il 2.5 TDI subisce un lieve incrremento di potenza raggiungendo i 163 cve viene introdotta una nuova versione sportiva: la RS6. Questa versione è equipaggiata con il medesimo motore 4.2 V8 che equipaggia la 4.2 V8 e la S6, tuttavia in questa configurazione eroga una potenza di 450 cv e una coppia di 560 Nm; essa è offerta inizialmente solo in configurazione Avant (poi si aggiunge anche la carrozzeria a 3 volumi) ed esteticamenteè molto simile alle versioni normali, da cui si differenzia solamente per le carreggiate allargate e per la diversa configurazione del paraurti posteriore (con un estrattore d'aria e 2 tubi di scarico ai lati), oltre che da numerosi particolari specifici come i cerchi, il volante, le modanature interne in carbonio e le mascherine a nido d'ape. Ad inizio 2004 viene presentata l'Audi A6 C6, che nella prima metà dell'anno prenderà il posto della versioni berlina della A6 C5. La versione Avant verrà prodotta fino all'anno successivo quando viene presentata l'Audi A6 C6 anche in tale versione.

Motorizzazioni[modifica | modifica wikitesto]

Modello Disponibilità Motore Cilindrata (cm³) Potenza Coppia Massima (Nm) Emissioni CO2
(g/Km)
0–100 km/h
(secondi)
Velocità max
(Km/h)
Consumo medio
(Km/l)
1.8 Turbo 20V 03.1997-03.2004 Benzina 1781 110 Kw (150 Cv) 210 n.d 9.4 217 11.6
1.8 Turbo 20V Quattro 03.1997-03.2004 Benzina 1781 110 Kw (150 Cv) 210 n.d 9.5 216 10.8
1.8 T 20V (180 Cv) 12.1997-06.2000 Benzina 1781 132 Kw (179 Cv) 235 n.d 8.5 230 11.7
1.8 T 20V (180 Cv) Quattro 12.1997-06.2000 Benzina 1781 132 Kw (179 Cv) 235 n.d 8.5 227 10.9
2.4 V6 cat. 04.1998-05.2001 Benzina 2393 121 Kw (165 Cv) 222 n.d 9.2 222 10.1
2.4 V6 30V 05.2001-03.2004 Benzina 2393 125 Kw (170 Cv) 230 n.d 9.3 224 9.5
2.4 V6 cat. Quattro 04.1998-05.2001 Benzina 2393 121 Kw (165 Cv) 222 n.d 9.2 220 9.2
2.4 V6 30V Quattro 05.2001-03.2004 Benzina 2393 125 Kw (170 Cv) 230 n.d 9.4 220 9.2
2.7 V6 Turbo cat. Quattro 04.1999-05.2001 Benzina 2671 169 Kw (230 Cv) 310 n.d 7.3 245 8.5
2.7 V6 Turbo 30V Quattro 05.2001-03.2004 Benzina 2671 183 Kw (250 Cv) 350 n.d 6.8 248 8.1
2.8 V6 30V 03.1997-05.2001 Benzina 2771 142 Kw (193 Cv) 280 n.d 8.1 236 9.5
2.8 V6 30V Quattro 03.1997-05.2001 Benzina 2771 142 Kw (193 Cv) 280 n.d 7.9 234 9.3
3.0 V6 30V 05.2001-03.2004 Benzina 2976 162 Kw (220 Cv) 300 n.d 7.5 243 9.7
3.0 V6 30V Quattro 05.2001-03.2004 Benzina 2976 162 Kw (220 Cv) 300 n.d 7.6 240 8.9
4.2 V8 Quattro Tiptronic 04.1999-03.2004 Benzina 4172 220 Kw (300 Cv) 400 n.d 6.9 250 7.2
S6 4.2 V8 quattro 10.1999-03.2004 Benzina 4172 250 Kw (340 Cv) 420 n.d 5.7 250 7.1
RS6 4.2 V8 quattro 07.2002-03.2204 Benzina 4172 331 Kw (450 Cv) 560 350 4.9 300 6.4
1.9 TDI cat. 03.1997-11.2000 Diesel 1896 81 Kw (110 Cv) 235 n.d 12.3 194 16.5
1.9 TDI/130 Cv 05.2001-03.2004 Diesel 1896 96 Kw (130 Cv) 310 n.d 10.5 203 15.9
2.5 V6 TDI/150 Cv 10.1997-05.2001 Diesel 2496 110 Kw (150 Cv) 310 n.d. 9.7 218 14.5
2.5 V6 TDI/155 Cv 05.2001-07.2002 Diesel 2496 110 Kw (155 Cv) 310 n.d. 9.7 219 14.5
2.5 V6 TDI/163 Cv 07.2002-03.2004 Diesel 2496 120 Kw (163 Cv) 310 186 9.3 222 13.7
2.5 V6 TDI/180 Cv 12.1999-03.2004 Diesel 2496 132 Kw (180 Cv) 370 211 8.9 223 11.7

[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Test Euro NCAP del 1998, su euroncap.com. URL consultato il 15 settembre 2016.
  2. ^ Audi A6 (1997-04), su automoto.it. URL consultato il 15 settembre 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili