Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Agide III

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Agide III
Re di Sparta
In carica Dal 338 a.C. al 331 a.C.
Predecessore Archidamo III
Successore Eudamida I
Nome completo Ἆγις
Morte Megalopoli, 331 a.C.
Casa reale Euripontidi
Padre Archidamo III

Agide III (in greco antico: Ἆγις, Aghis, in latino: Agis -ĭdis; ... – Megalopoli, 331 a.C.) fu Re di Sparta della casa reale degli Euripontidi dal 338 al 331 a.C..

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Avversò il dominio dei Macedoni sulla Grecia e tentò di sollevarla contro Alessandro Magno che si era avventurato nella sua campagna d'Asia. Riuscì a mettere insieme un esercito, composto in parte da mercenari, assoldati con il contributo della Persia, e in parte da Peloponnesiaci. Scatenò quindi la guerra che prende il suo nome contro i Macedoni. Dopo alcuni successi iniziali venne sconfitto e morì nel 331 a.C. a Megalopoli ad opera del reggente macedone Antipatro, all'epoca della battaglia di Gaugamela.[1][2]

Diodoro testimonia che Agide, nonostante fosse ferito e trasportato da alcuni spartiati su uno scudo per portarlo al campo, si rimise l'elmo e ritornò all'azione, combattendo in ginocchio e con lo scudo che lo proteggeva completamente, scagliando le armi che i nemici lanciavano ed esponendosi perciò al pericolo di essere colpito. Proprio in uno di questi momenti, venne colpito da una lancia, riuscendo ad estrarla prima di esalare l'ultimo respiro.[3]

Gli successe il fratello Eudamida I.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Quinto Curzio Rufo, Storie di Alessandro Magno, p. VI, 1.
  2. ^ Smith.
  3. ^ Diodoro Siculo, Bibliotheca historica, 17, 62-63.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti primarie
Fonti secondarie
Controllo di autoritàVIAF (EN5724385 · GND (DE118647288
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie