Aristodemo (mitologia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aristodemo
Nome orig.Ἀριστόδημος
SessoMaschio
ProfessioneRe di Sparta

Aristodemo (in greco antico: Ἀριστόδημος, Aristòdemos) è un personaggio della mitologia greca, figlio di Aristomaco e discendente di Eracle.

Mitologia[modifica | modifica wikitesto]

Prode guerriero, Aristodemo aveva due fratelli, Temeno e Cresfonte ed un giorno, prima di una battaglia gli fu chiesto di consultare l'oracolo di Delfi ma Aristodemo, sicuro di se stesso, rifiutò di farlo e per questo gli dei lo punirono colpendolo con un fulmine a Naupatto.

Aristodemo ebbe due figli, Procle ed Euristene che presero il suo posto in guerra dopo la sua morte.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca