Plistarco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Plistarco
Re di Sparta
In carica 480 a.C. - 458 a.C.
Predecessore Leonida I
Successore Plistoanatte
Nome completo Πλείσταρχος
Morte 458 a.C.
Casa reale Agìadi
Padre Leonida I
Madre Gorgo

Plistarco (in greco antico Πλείσταρχος, traslitterato in Plèistarchos; ... – 458 a.C.) fu re di Sparta dal 480 a.C. al 458 a.C..

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Figlio di Leonida I e di Gorgo, succedette al padre caduto nella battaglia delle Termopili nel 480 a.C.

A causa della sua giovane età la reggenza venne affidata dapprima a suo zio Cleombroto e, alla morte di quest'ultimo (479 a.C.), a suo figlio Pausania, cugino dello stesso Plistarco.[1][2]

L'anno successivo alla vittoria di Platea, Pausania fu accusato di tradimento (478 a.C.) e rinunciò alla reggenza: in quell'occasione Plistarco si insediò definitivamente sul trono agìade di Sparta.

Dopo la morte di Plistarco (458 a.C.), in mancanza di figli del re, divenne sovrano il parente maschio più prossimo, Plistoanatte, il figlio di Pausania. Dato che anche questo re ascese al trono da bambino, la reggenza al trono fu esercitata dallo zio Nicomede.[3]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Erodoto, Storie, 9, 10.
  2. ^ Tucidide, Guerra del Peloponneso, 1, 132.
  3. ^ Diodoro, Bibliotheca historica, 11, 79.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Re Agiade di Sparta Successore
Leonida I 480 a.C. - 458 a.C. Plistoanatte