Gorgofone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gorgofone
Nome orig.Γοργοφόνη
Caratteristiche immaginarie
SessoFemmina
ProfessioneRegina di Messene e di Sparta

Gorgofone (in greco antico: Γοργοφόνη, Gorgophónē) è un personaggio della mitologia greca. Fu regina di Messene e di Sparta.

Genealogia[modifica | modifica wikitesto]

Figlia di Perseo ed Andromeda[1], sposò Periere[1] ed Ebalo[2] e divenne madre di Afareo[3], Leucippo[3], Tindaro[3], Icario[3] ed Arene[4]. La paternità di Tindaro e Icario è attribuita da Apollodoro a Periere, mentre da Pausania a Ebalo.[5]

Mitologia[modifica | modifica wikitesto]

Gorgofone si sposò due volte ed entrambe con un re.

Il primo fu Periere (re di Messenia) ed alla sua morte sposò Ebalo (re di Sparta)[2].

Fu seppellita ad Argo vicino alla collina dove fu sepolta la testa della Medusa, che fu tagliata da suo padre Perseo[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Apollodoro, Biblioteca II, 4.4 e II, 4.5, su theoi.com. URL consultato il 31 maggio 2019.
  2. ^ a b c (EN) Pausania il Periegeta, Periegesi della Grecia II, 21.7, su theoi.com. URL consultato il 31 maggio 2019.
  3. ^ a b c d (EN) Apollodoro, Biblioteca I, 9.5, su theoi.com. URL consultato il 29 maggio 2019.
  4. ^ (EN) Apollodoro, Biblioteca III, 10.3, su theoi.com. URL consultato il 29 maggio 2019.
  5. ^ Apollodoro, 1.9.5 & 3.10.3; Pausania, 3.1.4 e 4.2.4
  Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca