Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

İnter Peşəkar İdman Klubu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
İnter Baku P.I.K.
Calcio Football pictogram.svg
Banchieri
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Blu e Bianco2.png Blu-bianco
Dati societari
Città Baku
Nazione Azerbaigian Azerbaigian
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Azerbaijan.svg AFF
Campionato Premyer Liqasi
Fondazione 1997
Presidente Bulgaria Georgi Nikolov
Allenatore Georgia Zaur Svanadze
Stadio Shafa
(15.055 posti)
Sito web www.inter.az
Palmarès
Titoli nazionali 2 Campionati azeri
Trofei internazionali 1 Coppa dei Campioni della CSI
Si invita a seguire il modello di voce

L'Inter Baku (ufficialmente İnter Peşəkar İdman Klubu) è una società calcistica azera di Baku, dove fu fondata nel 1997. Milita nella massima serie del campionato di calcio azero e ha come sponsor l'Azerbaijan National Bank, risultando tra i club più ricchi del paese.

Nel 2007-2008 ha vinto il suo primo titolo nazionale.[1][2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'Inter Baku Football Club è attivo dal 1997, ma inizialmente aveva un nome diverso. In quell'anno l'Università Khazar – la prima università privata dell'Azerbaigian – fondò una squadra di calcio avente lo stesso nome e si iscrisse al campionato dilettanti. L'Università Khazar giocò a livello dilettantistico fino alla stagione 1998-1999. Nel 1999-2000 iniziò a giocare nella massima divisione azera e concluse la sua prima stagione in massima serie piazzandosi all'undicesimo posto.[3] Negli anni seguenti l'Inter finì settima (2000-2001) e terza (2003-2004). Nel 2002-2003 il campionato non fu disputato.

Nel 2003-2004 la squadra ottenne un buon quarto posto, che valse alla società la qualificazione in Intertoto per la prima volta nella sua storia. Nel primo turno della Coppa Intertoto 2004 l'Università Khazar batté gli austriaci del Bregenz per 3-0 all'andata per forfait e prevalse per 2-1 nel ritorno.[4] Nel secondo turno perse la partita di andata contro i finlandesi del Tampere United per 3-0 e vinse nel ritorno a Baku per 1-0, venendo eliminata.[5]

Nell'estate del 2004 i diritti sportivi dell'Università Khazar furono acquisiti dal neonato Inter Baku Professional Football Club, che si iscrisse al campionato azero di massima serie come Inter Baku, classificandosi tredicesima. Negli ultimi mesi del 2004 furono apportati cambiamenti nell'assetto societario, che condussero ad un nuovo mutamento di denominazione in Inter Professional Club. La compagine della capitale azera terminò il 2004-2005 al settimo posto, per poi migliorare nella stagione seguente (quarto posto). Dopo aver confermato il quarto posto nella stagione 2006-2007, nella stagione 2007-2008 ha conquistato il primo titolo nazionale.

In qualità di Campione d'Azerbaigian ha partecipato ai preliminari della UEFA Champions League 2008-2009. Dopo aver avuto la meglio sul Rabotnički per la regola dei gol fuori casa, è stato eliminato dal Partizan al secondo turno.

L'Inter Baku in gioco nel novembre 2007 in uno dei campi alle spalle dello Shafa Stadium.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

2007-2008, 2009-2010

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

2011

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Semifinalista: 2009

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa 2015-2016[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornata al 1º settembre 2015.

N. Ruolo Giocatore
1 Georgia P Georgi Lomaia
2 Azerbaigian D Sertan Taskin
3 Spagna D Juanfran
4 Georgia D Lasha Kasradze
5 Brasile D Dênis
6 Macedonia C Slavčo Georgievski
7 Georgia C Nika Kvekveskiri
8 Azerbaigian C Nizami Hajiev
9 Francia A L'Imam Seydi
10 Azerbaigian C Elnur Abdullaev
11 Azerbaigian A Rauf Aliev
14 Georgia D Zurab Khizanishvili
15 Croazia C Stjepan Poljak
17 Azerbaigian C Mirsayib Abbasov
18 Azerbaigian D Mansur Nahavandi
N. Ruolo Giocatore
19 Azerbaigian C Mirhuseyn Seyidov
20 Ucraina A Yuri Fomenko
22 Azerbaigian D Ilkin Qyrtymov (capitano)
23 Brasile A Dhiego Martins
24 Azerbaigian C Fuad Bayramov
25 Azerbaigian P Salahat Agayev
30 Azerbaigian D Abass Huseynov
39 Azerbaigian C Elnur Suleymanov
45 Azerbaigian A Ilkin Sadigov
77 Albania C Emiljano Vila
88 Azerbaigian C Abdulla Abatsiyev
96 Azerbaigian P Elshan Poladov
99 Azerbaigian A Bilal Gambarov
- Russia C Mirzaga Guseinpur

Rosa 2010-2011[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
1 Georgia P Giorgi Lomaia
4 Brasile D Accioly
5 Bulgaria D Zhivko Zhelev
6 Estonia D Dmitri Kruglov
7 Azerbaigian C Nizami Hajiyev
8 Azerbaigian C Aleksandr Chertoganov
9 Azerbaigian C Rovshan Amiraslanov
11 Azerbaigian C Tofiq Mikayılov
13 Rep. Ceca C Bronislav Červenka
14 Bulgaria C Petar Zlatinov
15 Azerbaigian D Vladimir Levin
16 Azerbaigian A Elnur Abdulov
17 Azerbaigian C Sabuhi Ismayilov
18 Georgia D Ilia Kandelaki
N. Ruolo Giocatore
19 Georgia C David Odikadze
20 Lettonia A Ģirts Karlsons
21 Azerbaigian C Arif Dashdemirov
23 Azerbaigian C Shahriyar Rahimov
32 Lituania A Robertas Poškus
42 Azerbaigian P Salahat Agayev
44 Georgia D Valeri Abramidze
72 Azerbaigian P Anar Maharramov
84 Brasile D Filipe Machado
88 Georgia C Kakhaber Mzhavanadze
Lituania D Paulius Paknys
Azerbaigian C Jamal Mammadov
Georgia A Bachana Tskhadadze
Bulgaria D Daniel Genov

Rose delle stagioni precedenti[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazioni europee[modifica | modifica wikitesto]

Competition Partite V PA PE GF GS
UEFA Champions League 6 1 3 2 3 5
UEFA Europa League 2 0 0 2 2 5
Coppa Intertoto 4 3 0 1 6 4
Totale 12 4 3 5 10 14
Stagione Competizione Round Paese Club Risultati
2004 Coppa Intertoto 1R Austria Austria SC Bregenz 2–1, 3–0
2R Finlandia Finlandia Tampere United 1–0, 0–3
2008-09 UEFA Champions League 1Q Macedonia Macedonia FK Rabotnički 0–0, 1–1
2Q Serbia Serbia FK Partizan 1–1, 0–2
2009-10 UEFA Europa League 1Q Slovacchia Slovacchia Spartak Trnava 1–2, 1–3
2010-11 UEFA Champions League 2Q Polonia Polonia Lech Poznań 0–1, 1–0 (8–9dcr)

Statistiche e record[modifica | modifica wikitesto]

Record[modifica | modifica wikitesto]

Nella storia recente del club, l'Inter Baku ha mantenuto per lunghi periodi l'imbattibilità casalinga: tra l'11 agosto 2004 e il 6 aprile 2006 (serie interrotta contro il Netchi 0-1), tra il 2 maggio 2007 e il 15 febbraio 2009 (serie interrotta contro l'FK Baku 0-1), tra il 14 marzo 2009 e il 4 aprile 2010 (serie interrotta contro il Qarabağ (0-1) e dal 7 aprile 2012.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) İnter Bakı snatch maiden Azeri title, uefa.com, 28 maggio 2008. URL consultato il 13 luglio 2008.
  2. ^ (EN) «İnter» is a winner of Premier League, Federcalcio azera, 29 maggio 2008. URL consultato il 13 luglio 2008.
  3. ^ (EN) Arts, Sports & Events, Università Khazar, 2006. URL consultato il 13 luglio 2008 (archiviato dall'url originale il 27 marzo 2008).
  4. ^ (EN) UEFA Intertoto Cup History Season 2004 First Round, uefa.com. URL consultato il 13 luglio 2008.
  5. ^ (EN) UEFA Intertoto Cup History Season 2004 Second Round, uefa.com. URL consultato il 13 luglio 2008.
  6. ^ FC Inter Bakı, Soccerway.com. URL consultato il 23 febbraio 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio