Violante d'Aragona e Sicilia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri personaggi con questo nome, vedi Violante d'Aragona (disambigua).
Corona d'Aragona
Casa di Barcellona
Arms of Aragonese Monarchs (13th-15 centuries).svg

Alfonso II (1164 - 1196)
Pietro II (1196 - 1213)
Figli
Giacomo I (1213 - 1276)
Pietro III (I di Valencia) (1276 - 1285)
Alfonso III (I di Valencia)
Giacomo II (I di Sicilia)
Alfonso IV (II di Valencia)
Pietro IV (II di Valencia)
Figli
Giovanni I
Martino I (II di Sicilia)
Figli

Violante Perez d'Aragona nota anche come Iolanda di Aragona. Violant in catalano e in aragonese, Violante in spagnolo, in asturiano, in basco, in portoghese e in galiziano (Aragona, 1273Termini Imerese, 19 agosto 1302) , principessa d'Aragona, duchessa consorte di Calabria (1297-1302), fu la consorte dell'erede al trono del regno di Napoli.

Origine[1][2][3][modifica | modifica sorgente]

Figlia quintogenita del re d'Aragona, di Valencia e conte di Barcellona e altre contee catalane, Pietro III il Grande e di Costanza di Sicilia[4], figlia del re di Sicilia Manfredi (figlio illegittimo dell'imperatore Federico II di Svevia) e di Beatrice di Savoia (12231259). Era sorella dei re d'Aragona, Alfonso III, Giacomo II, del re di Sicilia, Federico III e della regina del Portogallo, Santa Elisabetta.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Il cronista, Bartolommeo di Neocastro, nella sua historia Sicula, nomina Violante assieme ai cinque fratelli (Alfonsus, Elisabeth regina Portugalli…Rex Iacobus, Dominus Fridericus, domina Violanta et dominus Petrus) come figlia di Pietro III (Petro regi Aragonum) e della moglie[1].

Secondo la Cronaca piniatense[5], suo fratello, il re d'Aragona, Giacomo II concordò il matrimonio di Violante con l'erede al trono di Sicilia, e futuro re di Napoli, Roberto d'Angiò[1].
Infatti il 23 marzo del 1297, a Roma, in ottemperanza al trattato di Anagni, Violante sposò il duca di Calabria, Roberto d'Angiò, figlio quartogenito (terzo maschio) del re di Napoli, Carlo II d'Angiò detto lo Zoppo e di Maria d'Ungheria (1257 ca. – 25 marzo 1323), figlia del re d'Ungheria, Stefano V ed Elisabetta di Cumania. Roberto era il nipote del re d'Ungheria, Ladislao IV.

Violante morì, nell'agosto del 1302, poco prima della pace di Caltabellotta, avvenuta il 31 agosto, che mise fine alla prima fase della guerra del Vespro, nella località di Termini, quando era al seguito del marito che comandava le truppe angioine che avevano invaso la Sicilia. Violante morì senza essere divenuta regina, in quanto il marito non aveva ancora ereditato il regno di Napoli e gli altri titoli che gli spettavano.
Dato che la Sicilia rimaneva aragonese la salma di Violante fu trasportata in Provenza, terra degli angioini e fu inumata a Marsiglia, nella chiesa dei frati minori.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi guerra del Vespro.

Figli[6][7][8][modifica | modifica sorgente]

Violante a Roberto diede due figli:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) Dinastie reali d'Aragona
  2. ^ (EN) Barcellona - Genealogy
  3. ^ (DE) Pietro III d'Aragona genealogie mittelalter
  4. ^ Costanza di Hohenstaufen anche detta di Sicilia, non deve essere confusa con Costanza d'Altavilla, anch'essa detta di Sicilia, bisnonna di Costanza di Hohenstaufen.
  5. ^ La Cronaca piniatense è una cronaca storiografica, voluta dal re d'Aragona, Pietro IV, del regno di Aragona, dalle sue origini comitali sino alla Corona d'Aragona (1336, morte di Alfonso IV di Aragona)
  6. ^ (EN) Dinastia angioina di Napoli
  7. ^ (EN) Barcellona - Capetingi
  8. ^ (DE) Roberto d'Angiò genealogie mittelalter

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]