Giacomo I di Urgell

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giacomo I
Giacomo I
I resti di Giacomo I, assieme a quelli del fratello Federico e del prozio, Alfonso III il liberale sono custoditi nel sepolcro di sinistra;
conte di Urgell
In carica 1327 - 1347
Predecessore Teresa di Entenza
Successore Pietro II
Nome completo Giacomo Alfonso
Altri titoli visconte di Ager, barone di Entenza e Antillón
Nascita 1321
Morte Barcellona, 15 novembre 1347
Casa reale casato di Barcellona
Padre Alfonso IV il Benigno
Madre Teresa di Entenza
Consorte Cecilia di Comminges
Figli Pietro e
Isabella

Giacomo Alfonso, Giacomo di Aragona. Chaime in aragonese, Jakue in basco, Jaime in asturiano, in spagnolo e in portoghese, Xaime in galiziano, Jaume in catalano, Jacme in occitano, Jacques in francese, James in inglese, Jakob in tedesco e Jacobus in fiammingo (1321Barcellona, 25 novembre 1347), fu conte di Urgell dal 1327 alla sua morte.

Origine[modifica | modifica sorgente]

Figlio maschio terzogenito del re d'Aragona, di Valencia e di Sardegna, conte di Barcellona, di Urgell, di Empúries e delle altre contee catalane, Alfonso il Benigno e della sua prima moglie, la contessa di Urgell, Teresa di Entenza.[1][2][3]

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Secondo la Cronaca piniatense[4], Giacomo ed il fratello maggiore Pietro erano i due figli maschi di Alfonso IV e Teresa di Entenza, ancora in vita negli anni che il loro padre regnava sulla corona d'Aragona, precisando che Giacomo era il conte di Urgell e visconte di Àger.

Giacomo infatti era stato fatto visconte di Àger, nella provincia di Lleida, in Catalogna e alla morte della madre, Teresa di Entenza, nel 1328, le era subentrato nel titolo di conte di Urgell[1].

Il padre, Alfonso IV, lo aveva nominato procuratore generale della Catalogna, ma, dopo che il fratello, Pietro IV, nel 1336, era asceso al trono, fu costretto a dimettersi[1].

Giacomo, sempre nel 1336, si era sposato con Cecilia di Comminges (?-1384), figlia del Conte di Comminges Bernardo VII e della terza moglie, Mathe de l'Isle-Jourdain.

Attorno a Giacomo, in quegli anni, si era coagulato un movimento catalano di opposizione a Pietro IV, del quale Giacomo venne riconosciuto come guida, ed, in un secondo tempo, si era accostato a lui, anche il fratellastro, Ferdinando[1].

Verso la fine dell'estate del 1347, Giacomo, nella riunione delle Cortes di Saragozza, riuscì a strappare alcuni compromessi a suo fratello, il re, Pietro IV[1].
Giacomo poco dopo (circa tre mesi), morì improvvisamente e si rumoreggiò che Giacomo fosse stato avvelenato[1].

Discendenza[modifica | modifica sorgente]

Contea di Urgell
Casato di Barcellona
Arms of Peter II, Count of Urgell.svg
Giacomo I
Pietro II
Giacomo II
Modifica

Giacomo da Cecilia ebbe due figli:[2][5]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f (EN) Reali di Aragona
  2. ^ a b (EN) Casa di Barcellona- genealogy
  3. ^ (DE) Alfonso IV di Aragona genealogie mittelalter
  4. ^ La Cronaca piniatense è una cronaca storiografica, voluta dal re d'Aragona, Pietro IV, del regno di Aragona, dalle sue origini comitali sino alla Corona d'Aragona (1336, morte di Alfonso IV di Aragona)
  5. ^ (EN) Conti di Urgell

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Predecessore conte di Urgell
Successore Blason Pierre d'Aragon, Comte d'Urgel (selon Gelre).svg
Teresa di Entenza 1327-1347 Pietro I
con la madre Cecilia di Comminges