Type 4 Ke-Nu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Type 4 Ke-Nu
Ke-Nu2.JPG
Descrizione
Tipo carro armato leggero
Equipaggio 3 (comandante/cannoniere, mitragliere e guidatore)
Data impostazione 1942
Utilizzatore principale Giappone Impero giapponese
Esemplari ~ 100
Sviluppato dal Type 95 Ha-Go
Dimensioni e peso
Lunghezza 4,30 m
Larghezza 2,00 m
Altezza 2,00 m
Peso 8,4 t
Capacità combustibile 164 L
Propulsione e tecnica
Motore Mitsubishi NVD 6120 diesel a 6 cilindri raffreddato ad aria e alimentato a gasolio
Potenza 120 hp
Rapporto peso/potenza 14 hp/t
Trazione cingolata
Sospensioni a bracci oscillanti longitudinali
Prestazioni
Velocità su strada 40 km/h
Autonomia 250 chilometri
Pendenza max 30° - 40°
Armamento e corazzatura
Armamento primario 1 cannone Type 97 da 57 mm
Armamento secondario 2 mitragliatrici Type 97 da 7,7 mm
Capacità 2.970 cartucce per le mitragliatrici
Corazzatura frontale 9 - 12 mm
Corazzatura laterale 12 mm
Corazzatura posteriore 6 - 12 mm
Corazzatura superiore 9 mm

[1] [2]

voci di carri armati presenti su Wikipedia

Il Type 4 Ke-Nu[1] è stato un carro armato leggero in forza all'esercito imperiale del Giappone nell'ultimo anno della seconda guerra mondiale.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Sviluppo[modifica | modifica sorgente]

A seguito della Battaglia di Khalkhin Gol ai giapponesi fu chiaro che il cannone Type 97 da 57 mm lungo neppure 20 calibri che equipaggiava il Type 97 Chi-Ha, principale carro medio dell'esercito nipponico, era inutile nel contrastare altri mezzi corazzati: perciò fu progettata una nuova torretta armata di un pezzo da 47 mm con la volata più lunga. L'installazione del nuovo equipaggiamento lasciò diverse decine di torrette del vecchio tipo inutilizzate e superflue: nel 1942 fu deciso di montarle sullo scafo del carro leggero Type 95 Ha-Go, armato di un cannone corto da 37 mm, per incrementarne le capacità di supporto fanteria.[2]

Produzione[modifica | modifica sorgente]

I processi di riconversione iniziarono durante il 1942 e continuarono a lento ritmo fin verso il termine della guerra, totalizzando circa 100 esemplari.[2]

Impiego[modifica | modifica sorgente]

La maggior parte rimase in Giappone per contrastare gli sbarchi statunitensi che si sapeva essere in gestazione, ma poiché la resa giunse nell'agosto 1945 i Type 4 non combatterono mai i carri armati alleati. Un piccolo gruppo però, inviato sul continente, ebbe modo di scendere in campo contro le forze corazzate sovietiche in Manciuria e Corea, dimostrando come il Type 4 fosse nettamente obsoleto.[2]

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Il Type 4 Ke-Nu riteneva tutte le componenti meccaniche originali del Type 95: il motore situato nel vano posteriore era il Mitsubishi NVD 6120 a 6 cilindri in linea, erogante 120 hp a 1.800 giri al minuto; l'apparato era alimentato a gasolio, contenuto in un serbatoio da 164 litri, e garantiva un'autonomia di 250 chilometri. Il consumo si attestava sui 66 litri ogni 100 chilometri percorsi su strada asfaltata.[3] Il treno di rotolamento non subì modifiche e contava quattro doppie ruote portanti, due doppi rulli superiori, una ruota motrice doppia anteriore e una di rinvio doppia posta in fondo; le ruote erano accoppiate mediante due carrelli vincolati a due bracci oscillanti longitudinali: questi condividevano una grossa molla elicoidale che era preposta ad assorbire gli urti durante la marcia. I cingoli larghi 250 mm erano composti ciascuno da 98 maglie con una guida a dente centrale, atta a impedire lo scingolamento.[3]

Lo scafo era protetto da corazzature spesse 12 mm sul muso e 9 mm sulla sezione frontale, più inclinata; i fianchi verticali misuravano 12 mm e il retro aveva piastre spesse 6 e 12 mm.[3] La sovrastruttura presentava corazze da 12 mm su tutti i lati tranne nel retro, dove era assente. Le protezioni più robuste si trovavano nella torretta, in particolare sul davanti dove raggiungevano i 35 mm, mentre i fianchi e il retro le avevano da 26 mm; le piastre erano verticali o poco inclinate.[3] La torretta, sede del comandante, ospitava un cannone Type 97 da 57 mm con un alzo compreso tra i -15° e i +20°, eseguibile manualmente; quest'arma però, dalla lunghezza di soli 18,5 calibri, a causa della modesta velocità alla bocca di 420 m/s non era efficace nella perforazione di piastre corazzate.[4] Su un supporto a sfera ricavato 120° sulla destra del pezzo era installata una mitragliatrice Type 97 da 7,7 mm; un'altra Type 97, utilizzata da un mitragliere addetto, era invece posta in casamatta alla sinistra della postazione del pilota, la cui guida avveniva mediante due leve direzionali e l'impiego di frizione e freno.[3]

Il Type 4 Ke-Nu era dunque molto simile alla sua base derivativa, ma pesava 8,4 tonnellate ed era alto 2 metri:[3] l'aumento di mole si riflesse negativamente sulla velocità che calò a 40 km/h[2] mentre la mobilità rimase nella media, potendo il carro superare trincee larghe 2 metri, guadi profondi 1 metro e ostacoli verticali da 0,60 metri; la pendenza gestibile era compresa tra i 30° e i 40°.[3]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Per il sistema di designazione dei carri giapponesi fino al 1945 vedi questa fonte
  2. ^ a b c d Type 4 Ke-Nu su historyofwar.org. URL consultato il 17 maggio 2012.
  3. ^ a b c d e f g Type 4 Ke-Nu su jexiste.fr. URL consultato il 17 maggio 2012.
  4. ^ Dati del cannone Type 97 su TAKIHOME. URL consultato il 27 maggio 2013.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]