Portale:Mezzi corazzati

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

PORTALE MEZZI CORAZZATI

Koeningsburg-817.jpg
Benvenuto nel portale dedicato ai mezzi corazzati

Questi veicoli militari rappresentano l'insieme dei mezzi terrestri impiegati dagli eserciti di tutto il mondo, dotati di blindatura più o meno pesante, e in grado di compiere operazioni di combattimento, ricognizione e trasporto alla quale uniscono diverse capacità di impiego tattico e strategico offensivo e/o difensivo differente a seconda dell'impiego e del tipo di mezzo.

Il mezzo corazzato per antonomasia è il carro armato, la cui potenza di fuoco è di norma fornita da un cannone di grosso calibro posizionato in una torretta corazzata girevole e da una o più mitragliatrici che forniscono protezione dalla fanteria nemica. La pesante corazzatura e la incredibile mobilità su diversi terreni di questi carri, pesanti anche oltre 60 tonnellate, fanno del carro armato il mezzo principale nelle azioni di combattimento tipiche della guerra moderna, in cui questi veicoli fin dalla loro prima apparsa nei campi di battaglia, hanno assunto primaria importanza tattica su quasi tutti i fronti in cui sono stati, e sono utilizzati.

I primi esempi di mezzi corazzati a motore si ebbero intorno alla fine XIX secolo, quando in Inghilterra nel 1898 venne costruito un primo prototipo di mezzo corazzato, un semplice quadriciclo armato con mitragliatrice Maxim dotata di scudo metallico protettivo. Gli anni a seguire furono un susseguirsi di progetti più o meno fantasiosi di veicoli gommati protetti da una blindatura metallica, ma l'impulso decisivo allo sviluppo di questa nuova arma avvenne durante la Grande Guerra, quando i vari capi di Stato Maggiore dei vari eserciti impegnati in quel logorante conflitto di posizione, richiedettero alle aziende di produrre veicoli immuni alle mitragliatrici e ai piccoli pezzi d'artiglieria per riuscire a superare la "terra di nessuno" e arrivare alle trincee nemiche.

Il primo impiego in massa di carri armati avvenne durante la battaglia della Somme del 1916, ma solo nella seconda guerra mondiale e la tattica della guerra lampo, si ebbe la definitiva consacrazione dell'utilizzo in battaglia dei carri armati e dei veicoli corazzati a supporto della fanteria. La dottrina tattica della "Blietzkrieg" tedesca, divenne la dottrina utilizzata anche dagli eserciti alleati nell'impiego delle loro divisioni corazzate.

Ad oggi, l'evoluzione tecnologica e tattica, unita ai nuovi concetti di guerra asimmetrica e non convenzionale, ha prodotto veicoli sempre più veloci, autonomi e di capacità offensiva sempre maggiore, che oggi sono considerati componenti chiave per gli eserciti e le loro tattiche belliche.

Voce in evidenza

Bundesarchiv Bild 101I-218-0528-06, Russland-Süd (Don, Stalingrad), Panzer III.jpg
Il Panzer III, abbreviazione del nome completo Panzerkampfwagen III, il cui numero d'identificazione dell'esercito tedesco era Sd.Kfz. 141, è stato un carro armato medio della seconda guerra mondiale.

Fu concepito alla luce delle esperienze raccolte con l'impiego dei Panzer I e II e, secondo i piani dello Stato Maggiore tedesco, divenne il principale carro armato delle Panzer-Division creato espressamente per contrastare i veicoli blindati avversari, ruolo che ricoprì con successo dal 1940 al 1942. Tra i meriti del Panzer III, oltre a quello di avere costituito il nucleo centrale della Panzerwaffe, vi fu quello di aver dimostrato, con la versione J, che nel combattimento tra carri era fondamentale disporre di un armamento ad alta velocità iniziale piuttosto che di grande calibro.

Con il proseguire del conflitto, però, il Panzer III fu via via superato dall'introduzione di carri più evoluti e dotati di parametri più consoni alla lotta tra corazzati, fatto che lo fece progressivamente scomparire dalla prima linea.

Biografia

Bundesarchiv Bild 146-1985-013-07, Erwin Rommel.jpg

Erwin Rommel (Heidenheim, 15 novembre 1891Herrlingen, 14 ottobre 1944) è stato un feldmaresciallo tedesco, comandante dell'Afrikakorps durante la seconda guerra mondiale, conosciuto col soprannome de "la volpe del deserto" ("Wüstenfuchs").

Nel 1940 gli venne affidato il comando della 7. Panzer-Division durante l'invasione della Francia. I tedeschi sfondarono nella Francia del nord (il Blitzkrieg o guerra lampo) aggirando la Linea Maginot ed avanzando sino ad arrivare sulla Manica inducendo i francesi ad una ritirata che portò alla loro resa pochi giorni più tardi. Nello specifico la Panzer-Division di Rommel fu la prima divisione tedesca a superare la Mosa presso la diga di Houx e respinse il contrattacco del BEF ad Arras.

Al termine di quell'operazione in Francia, Rommel, che si era distinto per la sua considerevole abilità, venne nominato personalmente da Hitler comandante delle truppe tedesche in Africa. Il Corpo di spedizione tedesco, composto dalla 5ª Leggera (poi rinominata 21. Panzer-Division) e successivamente dalla 15. Panzer-Division, venne inviato in Libia nel febbraio del 1941 in aiuto delle truppe italiane, formando così il celebre Deutsches Afrikakorps. Fu proprio in Africa che Rommel conquistò definitivamente la sua grande fama di comandante e l'appellativo di "volpe del deserto".

Sapevi che...


Battaglie

GolanHeights-tank.jpg

La guerra del Kippur, detta anche del 1973, del Ramadan o d'Ottobre (ebraico: מלחמת יום הכיפורים, Milhemet Yom HaKipurim; o מלחמת יום כיפור, Milhemet Yom Kipur; arabo: حرب أكتوبر, Harb Uctūber; o حرب تشرين, Harb Tishrīn), fu combattuta dal 6 ottobre (Yom Kippur, 9 ramadan 1393 E.) al 24 ottobre 1973 tra Israele e una coalizione composta da Egitto e Siria.
La guerra iniziò quando l'Egitto e la Siria lanciarono, nel giorno dello Yom Kippur 5734, un attacco congiunto a sorpresa, rispettivamente nel Sinai e nelle alture del Golan, territori conquistati sei anni prima da Israele durante la guerra dei sei giorni.

Immagine in evidenza

Kalac Novembre 1942.jpg

Fanti e carri armati sovietici del 26º Corpo carri all'attacco di Kalač, durante l'operazione Urano, novembre 1942

Inizia subito!!

In questo paragrafo vengono descritti i criteri, le metodologie e gli strumenti da usare per poter partecipare e creare voci adeguate sui veicoli corazzati.
  • Come prima cosa, devi intitolare in modo esatto la voce, e la metodologia esatta è illustrata nelle:
Convenzioni di nomenclatura per veicoli militari
  • Come secondo passo bisogna utilizzare:
Template:Infobox veicolo militare
utile per descrivere sinteticamente e graficamente il veicolo in questione.
  • Quindi bisogna scrivere la voce, e la linea guida per fare ciò è la seguente:
Progetto:Guerra/Convenzioni di stile per veicoli militari
dove è descritta la struttura della voce che verrà compilata.
  • Convenzionalmente, tutte le voci appartenenti a veicoli corazzati militari devono appartenere alla seguente "macro-categoria" categoria:Veicoli militari; disposte poi nelle esatte sottocategorie, visibili accedendo al link. Inoltre nelle voci in fondo, vanno inseriti almeno i portali Portale:Veicoli corazzati e Portale:Guerra

Collaborazioni

Vuoi contribuire? Fai un salto al

Crossed sabres.svg Progetto:Guerra
Il progetto nasce con lo scopo di coordinare la scrittura, la traduzione e l'ampliamento di tutte le voci che parlano di guerra (operazioni militari, grandi battaglie, avvenimenti di guerra, protagonisti... ma anche armi, mezzi, unità ecc.) .
Per qualsiasi informazione, chiarimento, proposta o richiesta di consulenza, rivolgiti al
Tavolo delle trattative.


Portali collegati

Pillar ionic.svg Storia  ·  Wikiwings2.png Aviazione  ·  Wikipedia anchors logo.svg Marina  ·  Cheshire Regiment trench Somme 1916.jpg Grande Guerra  · Flag of NATO.svg NATO ·  Heinkel He 111 during the Battle of Britain 2.jpg Seconda guerra mondiale  ·  Redstormrising2.PNG Guerra fredda