M22 Locust

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
M22 Locust
M22 Locust al Bovington Museum.
M22 Locust al Bovington Museum.
Descrizione
Tipo Carro armato leggero aviotrasportabile
Equipaggio 3
Progettista Marmon-Herrington
Costruttore Stati Uniti Marmon-Herrington
Data entrata in servizio 1942
Data ritiro dal servizio 1948
Utilizzatore principale Stati Uniti US Army
Regno Unito British Army
Altri utilizzatori Egitto Esercito egiziano
Israele Zro'a HaYabasha
Belgio Esercito belga
Esemplari 830
Dimensioni e peso
Lunghezza 3,94 m (12 ft 11 in)
Larghezza 2,16 m (7 ft 1 in)
Altezza 1,85 m (6 ft 1 in)
Peso 7,4 t (16 400 lb)
Propulsione e tecnica
Motore un Lycoming O-435T 6-cilindri contrapposti
Potenza 165 hp (123 kW)
Trazione cingolata
Sospensioni Vertical volute spring suspension (VVSS)
Prestazioni
Velocità max 64 km/h (40 mph)
Autonomia 217 km (135 mi)
Armamento e corazzatura
Armamento primario un cannone 37 mm Gun M6 calibro 37 mm (50 colpi)
Armamento secondario una mitragliatrice Browning M1919A4 calibro .30 in (7,62 mm) (2 500 colpi)

i dati sono estratti da:
British and American Tanks of World War Two...[1]
Airborne Armour: Tetrarch, Locust, Hamilcar...[2]

voci di carri armati presenti su Wikipedia

L'M22 Locust era un carro leggero aviotrasportabile dagli alianti dei reparti delle divisioni aviotrasportate statunitensi e britanniche, utilizzato sul finire della seconda guerra mondiale.

L'M22 venne sviluppato negli Stati Uniti d'America dopo la richiesta del War Office, dipartimento del Governo britannico responsabile dell'amministrazione del British Army (esercito del Regno Unito), di progettare un carro leggero a supporto delle forze paracadutiste con appositi alianti. Inizialmente la scelta cadde sul carro leggero Mark VII Tetrarch ma l'idea fu scartata e nel maggio 1941 l'azienda statunitense Marmon-Herrington avviò lo sviluppo di un nuovo modello adatto allo scopo.

Storia del progetto[modifica | modifica wikitesto]

L'ufficio tecnico della Marmon-Herrington progettò un carro leggero, identificato come T9, dalle dimensioni compatte e che, per dimensioni esterne e peso complessivo, fosse in grado di essere aviotrasportato agganciato sotto la fusoliera di un bimotore da trasporto tattico Douglas C-54 Skymaster ma che trovasse alloggio anche nella fusoliera di un aliante da trasporto General Aircraft Hamilcar. Dopo una serie di modifiche apportate al prototipo iniziale, la produzione del T9 iniziò nel mese di aprile del 1943, ma in seguito a errori progettuali la Marmon-Herrington incominciò a produrre un numero significativo di T9 solo tra la fine del 1943 e l'inizio del 1944.

Il ritardo rese il progetto subito obsoleto: furono costruiti solo 830 esemplari e il T9 fu rinominato M22 Locust. 260 di questi furono esportati in Gran Bretagna con la formula del Lend-Lease Act. Diciassette Locust furono assegnati al 6º Reggimento Aviotrasportato britannico alla fine del 1943, ma vari problemi meccanici portarono i Locust ad essere abbandonati in favore del Tetrarch utilizzato in precedenza dal reggimento.

Nell'ottobre del 1944, tuttavia, i Tetrarch restanti del reggimento furono sostituiti dagli M22 e otto di questi furono utilizzati durante l'Operazione Varsity nel marzo 1945. Diversi si danneggiarono subito durante l'atterraggio, solo due Locust furono in grado di raggiungere il loro punto d'incontro programmato e entrare in azione, conquistando l'obbiettivo insieme ad una compagnia di fanteria. Tuttavia gli M22 non seppero tenere la posizione e questi carri non entrarono più in servizio attivo con l'esercito britannico. Un certo numero di M22 Locust comunque rimase tra le file di eserciti stranieri dopo la guerra, l'esercito belga utilizzò gli M22 come carri-comando per i loro reggimenti composti da M4 Sherman, e l'esercito egiziano utilizzò unità di M22 nel corso della Guerra arabo-israeliana nel 1948.

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Lo sviluppo dell'M22 Locust ebbe inizio nel tardo 1941 in risposta a una richiesta dell'Esercito britannico che aveva bisogno di armi da fornire in dotazione alle nuove divisioni aerotrasportate costituite nel giugno del 1940 su ordine del Primo ministro Winston Churchill. Venne così deciso di dotare queste divisioni di alianti specificamente progettati, in grado di trasportare carri, artiglieria e veicoli da trasporto sul terreno di battaglia. In una conferenza tenutasi il 16 gennaio 1941, la scelta ricadde sull'Hamilcar, un aliante in fase di sviluppo. Il carro britannico Vickers Mk VII Tetrarch era ormai considerato obsoleto e inadatto al compito di servire le divisioni aviotrasportate, inoltre il carro non era stato progettato per questo compito e l'aliante Amilcare non venne progettato per quel tipo di carro. Inoltre l'Mk VII possedeva un equipaggio di soli due uomini, insufficienti per guidare gli attacchi delle truppe appena atterrate sul campo e allo stesso tempo compiere azioni offensive in modo efficace, soprattutto in teatri caldi come quello del Nord Africa dove il carro britannico presentò anche difetti di raffreddamento.

Così venne richiesto agli USA di produrre un carro leggero, del peso massimo di 9 t, con armamento principale composto da un cannone da 37 mm, un armamento secondario composto da una mitragliatrice Browning M1919A4 .30-06, un'armatura anteriore tra i 40 e i 50 mm, ai lati di 30 mm e un equipaggio di tre persone. La specifica richiese anche una velocità massima di almeno 40 miglia all'ora (64 km/h) e un raggio d'azione di circa 200 miglia (320 km).
Tre società americane concorsero per aggiudicarsi il progetto, la General Motors, la J. Walter Christie e la Marmon-Herrington. La scelta ricadde su quest'ultima, a cui fu chiesto di produrre il primo prototipo, chiamato Light Tank T9 (Carro leggero T9).

T9 Light tank[modifica | modifica wikitesto]

Il T9 aveva un equipaggio di tre uomini e pesava 6,7 t, come da richiesta era armato con un cannone 37 mm e una Browning M1919A4.30-06 montati in una torretta con movimento elettrico. Il prototipo era alimentato da un motore Lycoming 6-cilindri da 162 CV di potenza, raffreddato ad aria, capace di portare il carro ad una velocità di 64 km/h. Il T9 però non fu concepito per essere trasportato su un aliante, bensì sotto la pancia dei Douglas C-54, e una torretta progettata per essere rimossa e trasportata all'interno dell'aereo.

Tuttavia, il T9 grazie al peso contenuto a causa della corazzatura relativamente sottile (12,5 mm su tutti i lati dello scafo e 9,5 mm nella parte in pendenza anteriore dello scafo), era comunque in grado di essere trasportato in aliante se necessario.

Furono subito effettuate delle modifiche al progetto con l'aggiunta di un sostegno a travi in acciaio per migliorare e rafforzare le sospensioni, aumentando il peso a 7,05 t, il peso massimo che può essere trasportato da un aliante Hamilcar. Due nuovi prototipi furono così ordinati nel gennaio 1942 e consegnati da Marmon-Herrington nel novembre 1942. La torretta cambiò forma e venne alleggerita, la parte in pendenza anteriore dello scafo inclinata ulteriormente, il cannone e la mitragliatrice furono rimosse dalla prua del carro e le sospensioni furono modificate per cercare di ridurre il peso. Il Dipartimento americano emise tuttavia un ordine nel quale richiedeva di tornare al design originale del progetto e ne ordinò 500 esemplari nel mese di aprile, ordine rapidamente aumentato fino ad un totale di 1900 esemplari, con consegne da inizio novembre. Ma le difficoltà di produzione e di modifiche di progettazione causarono un pesante ritardo, protratto fino ad aprile 1943.

M22 Locust[modifica | modifica wikitesto]

M22 Locust

La produzione dei T9 raggiunse il picco di 100 esemplari prodotti tra i mesi di agosto 1943 e gennaio 1944 e diminuì sensibilmente in seguito ai risultati poco soddisfacenti dei test inglesi e americani. Solo 830 T9 furono prodotti. I difetti verificati portarono il Dipartimento americano a rinominare il T9 con l'acronimo di M22 Locust, classificabile con le linee standard "limitate" dell'esercito.

Alcuni di questi M22 prodotti furono utilizzati in due unità sperimentali, la 151ª"Airborne Tank Company" costituita il 15 agosto 1943, e il 28º battaglione "Airborne Tank" istituito nel dicembre dello stesso anno. Circa 25 "Locust" furono ordinati nel mese di aprile 1944 per l'uso nei teatri europei e un piccolo numero fu inviato in Alsazia per dei test, anche se non sono mai stati usati in combattimento.

I britannici richiesero l'M22 come sostituto del Tetrarch e, nonostante un certo numero di difetti, il War Office ritenne il mezzo comunque in grado di espletare in modo adeguato i compiti. Così 260 Locust furono spediti in Gran Bretagna, anche se solo otto videro l'azione con le forze aeree britanniche.

Impiego operativo[modifica | modifica wikitesto]

Seconda guerra mondiale[modifica | modifica wikitesto]

Prime azioni[modifica | modifica wikitesto]

Dalla fine del 1941, diverse nuove unità britanniche furono create tra cui la 1ª Divisione Aviotrasportata, e fu presa la decisione che un distaccamento di carri leggeri sarebbe stata utile tra le unità di supporto allegate alla divisione, formata da diciannove carri armati leggeri che con la loro velocità avrebbero potuto catturare gli obiettivi previsti.
L'unità scelta fu il "Special Services Squadron C" , entrata in servizio come unità carri indipendente durante l'Operazione Ironclad, l'invasione del Madagascar a metà del 1942. La squadra fu dotata anche di Tetrarch, e successivamente fu trasferita nella 1ª divisione aviotrasportata il 24 giugno 1942, portando con sé sette Tetrarch. L'unità non rimase a lungo all'interno della 1ª divisione aviotrasportata, a metà del 1943, la divisione fu trasportata in Medio Oriente, da dove savrebbe partecipato all'Operazione Husky, l'invasione alleata della Sicilia.

La squadra fu poi trasferita nella divisione con la quale avrebbe trascorso il resto della guerra, la 6ª Divisione Aviotrasportata britannica, nei mesi di novembre la divisione fu dotata di carri armati "Locust", anche se alcuni Tetrarch muniti di obice da 76,2 mm di supporto alla fanteria, designati come Tetrarch 1 CS (Support Close). Il reggimento fu dotato di 17 "Locust" e 3 "Tetrarch" quando prese parte all'Operazione Tonga, la serie di sbarchi britannici in Normandia. Tuttavia, a causa della loro armatura sottile e dell'armamento sottodimensionato i due tipi di carri leggeri, dimostrarono di essere completamente inefficaci contro i carri armati e i semoventi impiegati dalle forze tedesche, come il Panzer IV e lo Sturmgeschütz III.

Ad agosto, la maggior parte dei Tetrarch furono sostituiti con i Cromwell, solo tre Tetrarch furono conservati, rimanendo con la truppa dello Squadrone A. Nel mese di settembre tutti i restanti Tetrarch furono sostituiti con gli M22].

Operazione Varsity[modifica | modifica wikitesto]

Nel marzo 1945, la 6ª divisione fu informata che avrebbe dovuto agire a sostegno del 21º Gruppo d'Armata americano nell'attraversamento del fiume Reno durante l'Operazione Plunder. Il 24 marzo la divisione, si sarebbe paracadutata nei pressi della città di Wesel, con otto Locust nel reggimento.

Gli otto Locust furono caricati su altrettanti alianti Hamilcar (Amilcare), tutti gli otto alianti arrivarono in prossimità della zona di atterraggio senza incidenti, ma 3 alianti caddero sotto il fuoco della contraerea tedesca anche se riuscirono a sbarcare gli M22; a un carro fu danneggiata la mitragliatrice, un altro cadde capovolgendosi e rendendo inutilizzabile la torretta. Nessuno di questi carri raggiunse nell'atterraggio il punto d'incontro scelto per il suo reggimento. Quattro Locust raggiunsero poi il punto di incontro, solo due erano però in piena autonomia, subito distribuiti a est del Wald Diersfordter. I carri al loro arrivo furono subito impegnati dalle truppe tedesche, e ben presto la loro presenza iniziò ad attirare una grande quantità di artiglieria e armi anti-carro. Anche se nessuno dei due carri armati furono colpiti, furono uccisi o feriti diversi soldati, e dopo diverse ore i carri furono costretti a ritirarsi.

Dopoguerra[modifica | modifica wikitesto]

Varsity fu l'unica volta in cui fu utilizzato l'M22 dall'esercito britannico. Il progetto dell'M22 era considerato obsoleto; qualsiasi carro leggero da utilizzare nello svolgimento delle azioni di truppe aviotrasportate sarebbe dovuto essere progettato ex novo, così i Locust rimasti vennero venduti ad eserciti stranieri. Anche se molti eserciti avevano ormai composti dai carri medi M4 Sherman, alcuni M22 vennero acquistati con il compito di carri comando (Belgio), o a sostituzione degli ancor più vecchi Armstrong Mark V (Egitto).
Molti altri M22 vennero poi rispediti negli Stati Uniti dove, rimossa la torretta, furono adibiti all'uso come trattori agricoli.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Chamberlain, Ellis 2001, p. 99.
  2. ^ Flint 2006, p. 24.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Peter Chamberlain, Chris Ellis, British and American Tanks of World War Two: The complete illustrated history of British, American, and Commonwealth tanks 1933-1945, London, Cassell & Company, 2001, ISBN 0-7110-2898-2.
  • (EN) David Fletcher, The Universal Tank: British Armour in the Second World War Part 2, London, Her Majesty's Stationary Office, 1993, ISBN 0-11-290534-X.
  • (EN) Keith Flint, Airborne Armour: Tetrarch, Locust, Hamilcar and the 6th Airborne Armoured Reconnaissance Regiment 1938-1950, Solihull, UK, Helion & Company Ltd, 2006, ISBN 1-874622-37-X.
  • (EN) T.B.H Otway, Airborne Forces, London, Imperial War Museum, 1990, ISBN 0-901627-57-7.
  • (EN) Steven J. Zaloga, Armour of the Middle East Wars, 1948-78, London, Osprey Publishing, 1981, ISBN 0-85045-388-7.
  • (EN) Steven J. Zaloga, M551 Sheridan: US Airmobile Tanks 1941-2001, Botley, Oxford, Osprey Publishing, 2009, ISBN 978-1-84603-391-9.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]