Playing for Change

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Playing for Change
Fotografia di Playing for Change
Paese d'origine Stati Uniti Stati Uniti
Genere Pop
Rock
Reggae
Soul
Blues
Periodo di attività 2004 – in attività
Etichetta Concord Music Group
Sito web

Playing for Change è un supergruppo musicale formato essenzialmente da artisti di strada di varie etnie, nato come progetto multimediale per opera del produttore discografico statunitense ed ingegnere del suono Mark Johnson, del Timeless Media Group, e di Enzo Buono.

Con lo stesso nome Playing for Change Foundation (letteralmente: Suonare – ma anche recitare, agireper un cambiamento) è stata fondata una organizzazione non a scopo di lucro – la Playing for Change Foundation – cui è demandato il compito di edificare scuole di musica destinate all'infanzia nei luoghi più disparati del mondo. Il progetto è orientato a sostenere in maniera particolare realtà del terzo mondo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Playing for Change ha avuto inizio come progetto nel 2004: lo scopo dichiarato era quello – secondo gli intendimenti degli organizzatori – «di ispirare e mettere in collegamento musicisti per portare un messaggio di pace nel mondo attraverso la musica»'. Per fare ciò i fondatori si sono recati in diversi Paesi molto distanti l'uno dall'altro del globo terrestre, come Stati Uniti, Spagna, Sudafrica, India, Nepal, Medioriente, Irlanda (per l'Italia, a Livorno sono stati registrati interventi di Roberto Luti alla chitarra resofonica, Simone Luti al basso e a Pisa sono state effettuate incisioni di Stefano Tomaselli al sassofono).

Servendosi di un'apparecchiatura mobile che funzionasse da studio di registrazione, i due hanno registrato sul posto le performance di musicisti che eseguivano una medesima canzone, interpretata nel proprio personale stile e molto spesso con strumenti tipici delle varie culture.

Fra le guest star che hanno partecipato al progetto, o che sono stati in qualche modo coinvolti in esso, figurano Stephen Marley, Keith Richards, Vusi Mahlasela, i Tinariwen, Louis Mhlanga, Clarence Bekker, David Guido Pietroni, Tal Ben Ari (Tula), Bono, Keb' Mo', David Broza, Manu Chao, Grandpa Elliott, Taj Mahal, Toots Hibbert dei Toots & the Maytals.

Repertorio[modifica | modifica wikitesto]

Il repertorio del gruppo è vasto e varia dalla musica blues, al soul, al pop, al classico rock and roll, con brani di autori affermati come Bob Dylan, Bob Marley, Ben E. King, Tracy Chapman.

Il loro successo maggiore è Stand by Me, lo standard del rock and roll di Ben E. King e del duo Jerry Leiber e Mike Stoller, già portato al successo da vari artisti.

Il brano è stato il primo singolo del gruppo ed ha preso le mosse da un artista di strada a Santa Monica (California), Roger Ridley (poi deceduto). Sulla base dell'interpretazione di questo artista, Johnson e Buono hanno iniziato un viaggio attraverso il mondo registrando gli interventi e le esecuzioni di più e più artisti. Tutte le diverse interpretazioni sono state poi sottoposte a missaggio in un pasticcio finale.[1]

Il videoclip di Stand by Me ha avuto risonanza e popolarità come fenomeno di Internet sia attraverso il sito ufficiale del gruppo sia attraverso YouTube, dove ha registrato quasi settanta milioni di contatti.

Playing For Change Foundation[modifica | modifica wikitesto]

La Playing for Change Foundation è una organizzazione non a scopo di lucro che si prefigge di creare e supportare scuole musicali particolarmente in paesi in via di sviluppo.

I sette progetti riguardano:

  • Ntonga Music School, Gugulethu, Sudafrica
  • Bizung music and dance school, Tamale, Ghana
  • Ecole de musique de Kirina, Kirina, Mali
  • Tintale Village Teaching Center Tinatle, Nepal
  • Mitrata Nepal village Music Program, Kathmandu Nepal
  • The Hari Kul Music School, Kathmandu Nepal
  • Intore Culture and Music Center, Kigali, Rwanda

Dal 2008 sono stati completati tre dei sette progetti.

CD/DVD[modifica | modifica wikitesto]

L'attività musicale di Playing for Change è riassunta in una compilation su CD/DVD intitolata Playing For Change: Songs Around the World e distribuita nel 2009 su etichetta Concord Music Group.

Il CD consta di dieci canzoni mentre il DVD contiene anche un film documentario di 83 minuti intitolato Peace Through Music (La Pace attraverso la Musica) più un video intitolato "The Playing for Change Foundation" che illustra l'attività della Fondazione. Il documentario è stato girato durante il viaggio della troupe di Playing for Change attraverso il mondo e al materiale originale sono stati aggiunti spezzoni di intervista e delle performance musicali dei vari artisti.

A ottobre 2009 è stato distribuito il DVD del documentario senza il CD.

Nel 2010 è stato pubblicato l'album dal vivo Playing for Change Live – che vede riuniti tutti insieme sulla scena diversi artisti provenienti da varie parti del mondo.

Nel 2011 esce il disco Playing For Change 2: Songs Around the World su CD/DVD. Il dvd contiene le 10 canzoni del cd ed un documentario sul movimento.

Il sito web di Playing For Change ha reso possibile, sia pure limitatamente all'area statunitense, l'acquisto via download e in formato MP3 dei brani prodotti dal supergruppo, mentre da aprile 2009 l'album discografico è distribuito anche su iTunes.

Artisti[modifica | modifica wikitesto]

"Stand by Me"
(Jerry Leiber e Mike Stoller / Ben E. King)
Stati Uniti Roger Ridley: canto, chitarra acustica
Paesi Bassi Clarence Bekker: canto
Stati Uniti Grandpa Elliott: canto, armonica a bocca
Sudafrica Vusi Mahlasela: canto
Sudafrica Sinamuva: cori, canto
Sudafrica Bhekani Memela: arrangiamento cori
Stati Uniti Washboard Chas: washboard
Stati Uniti Twin Eagle Drum Group: batteria
RD del Congo Junior Kissangwa Mbouta: batteria
Francia Django "Bambolino" Degen: congas
Francia François Viguié: pandeiro
Brasile Cesar Pope: cavaquinho
Russia Dimitri Dolgonov: violoncello
Italia Roberto Luti: chitarra resofonica
Venezuela Geraldo Osal "el Poeta": tres
Venezuela Dionisio Lopez: basso elettrico
Sudafrica Pokei Klaas: upright bass
Stati Uniti Reggie McBride: upright bass
Italia Stefano Tomaselli: sassofono contralto
"One Love"
(Bob Marley)
Stati Uniti Keb' Mo': canto
RD del Congo Mermens Kenkosenki: canto
Francia Manu Chao: chitarra e canto
Israele Tal Ben Ari "Tula": canto
Sudafrica Vusi Mahlasela: canto
Sudafrica Sinamuva: cori canto
Sudafrica Bhekani Memela: arrangiamento cori
Sudafrica Martin Machapa: canto, arrangiamento cori
India Tenzin Jamyang: canto
India Tenzin Jigme: canto
India Tenzin Ingsel: canto
India Vinaya, Saindhavi and Shruti: canto
Italia Roberto Luti: chitarra resofonica
Sudafrica Menyatso Nathole: chitarra elettrica
Sudafrica Gabriel Thobeiane: congas
Stati Uniti Clayton Gibb: banjo
Nepal Surendra Shrestha: tablas
RD del Congo Junior Kissangwa Mbouta: batteria
Nepal William Aura: basso elettrico
Zimbabwe Louis Mhlanga: chitarra
Nepal Tara Bir Tuladhar: sitar
India Venkat: shaker
India Rajhesh Vaidhya: vina
"War" / "No More Trouble"
(Carlton Barrett / Allen Cole / Bob Marley)
Ghana Rocky Dawuni: canto
Irlanda Bono: canto
RD del Congo Mermens Kenkosenki: canto
RD del Congo Jason Tamba: canto, chitarra
India Vinaya, Saindhavi and Shruti: canto
Giamaica Bob Marley: canto
Regno Unito The Omagh Community Youth Choir: canto, cori
Regno Unito Daryl J. Simpson: direzione cori
Stati Uniti Kevin Moor II: batteria
RD del Congo Tshotsho Fikisi: congas
RD del Congo Biziko: djembe
Irlanda Cathy Jordan: bodhran
Israele David Broza: chitarra
Zimbabwe Louis Mhlanga: chitarra
Sudafrica Jimi Indi Phiri: basso elettrico
Israele Radwin Nazar: violino
Israele Ramzi Bishara: darbuka
India Punya Srinivas: vina
India Saroja musicista): dilruba
India Venkat: tablas e shaker
"Biko"
(Peter Gabriel)
Ghana Rocky Dawuni: canto
Stati Uniti Keb' Mo': canto, chitarra elettrica
Irlanda Cathy Jordan: canto, bodhran
Regno Unito The Omagh Community Youth Choir: canto
Regno Unito Daryl J. Simpson: cori director
Ghana Nana Ama: canto
Ghana Margaret Gbindey: canto
Ghana Belinda Darko: canto
India Vinaya, Saindhavi and Krithikaa: canto
Italia Roberto Luti: chitarra resofonica
Irlanda Liam O Maonlai: canto, didgeridoo
India Kamalakar: flauto
India Venkat: tablas
Irlanda Michael Holmes: bouzouki
Irlanda Shane Mitchell: accordion
Irlanda Brian McDonagh: mandola
"Don't Worry"
(Pierre Minetti)
Francia Pierre Minetti: canto, chitarra
Paesi Bassi Clarence Bekker: canto
Israele Tal Ben Ari "Tula": canto
Sudafrica Sinamuva: cori
Sudafrica Bhekani Memela: arrangiamento cori
RD del Congo Junior Kissangwa Mbouta: batteria
Nepal Dinesh Sunam: canto
India Venkat: tavil, batteria
Stati Uniti Washboard Chaz: washboard
Francia Django "Bambolino" Degen: triangolo
Stati Uniti Grandpa Elliott: armonica
India Rajhesh Vaidhya: vina
India Tenzin Jigme: chitarra elettrica
"Talkin' Bout A Revolution"
(Tracy Chapman)
RD del Congo Mermens Kenkosenki: canto
RD del Congo Jason Tamba: canto, chitarra
RD del Congo Tshotsho Fikisi: congas
"Better Man"
(Kevin Moore / Anders Osborne)
Stati Uniti Keb' Mo': canto, dobro
Stati Uniti Valeria Pinkston: controcanto
Stati Uniti Kristle Murden: controcanto
Stati Uniti Alexandra Brown: controcantocanto
Stati Uniti Reggie McBride: controcanto, basso elettrico
Stati Uniti Jeff Paris: controcanto, chitarra
Stati Uniti Les Faulkner: controcanto, batteria
Stati Uniti Clayton Gibb: banjo
Stati Uniti Poncho Sanchez: congas
"Chanda Mama"
(Ananda Giri / Enzo Buono)
Israele Tal Ben Ari "Tula": canto
Argentina Nahuel Schajris: canto
Sudafrica Sinamuva: cori canto
Sudafrica Bhekani Memela: cori arrangiamento
India Vinaya, Saindhavi and Shruti: canto
Argentina Enzo Buono: chitarra
Argentina Marcello "Gaucho": charango
Argentina Santiago Maggi: upright bass
Francia Damien Assertes: accordion
Sudafrica Sibongiseni Mbanjwa: violino
Portogallo Paulo Morais: pandeiro
Italia Roberto Luti: chitarra resofonica
Zimbabwe Louis Mhlanga: chitarra
Italia Stefano Tomaselli: alto sax
RD del Congo Junior Kissangwa Mbouta: batteria
Cuba Reinaldo Elosegui: guiro
"Love Rescue Me"
(U2 / Bob Dylan)
Regno Unito Daryl J. Simpson: direzione cori, pianoforte
Regno Unito Brian McNamee: chitarra
Regno Unito The Omagh Community Youth Choir:
  • Jade Campbell
  • Natasha Cathers
  • Alicia Clarke
  • Lauren Davidson
  • Lyndsey Davidson
  • Joanne Donnelly
  • Laura Elliott
  • Deidre Flannagan
  • Elaine Gallagher
  • Lucy Garrity
  • Claudia Gilmore
  • Rachel Gilmore
  • Brendan Haughey
  • Andrea Hawkes
  • Laura Healy
  • James Keaveney
  • Benjamin Knox
  • Gillian McElroy
  • Sara McGrenaghan
  • Alan McKinley
  • Karen McMahon
  • Grainne McNabb
  • Louise McNamee
  • Eoin Meyler
  • Michael Murphy
  • Peter O'Neil
  • Essie-May Sharkey
  • Niamh Simmonds
  • Christine Sloan
  • Niall Turbitt
  • Lynn Watson
"A Change Is Gonna Come"
(Sam Cooke)
Paesi Bassi Clarence Bekker: canto
Stati Uniti Grandpa Elliott: canto, armonica
Zimbabwe Louis Mhlanga: chitarra elettrica
Stati Uniti Peter Bunetta: batteria
Stati Uniti Reggie McBride: basso elettrico
Ghana Mohammed Alidu: djembe

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ragogna, Mike. "HuffPost Reviews: Bob Dylan - Together Through Life / Playing For Change - Songs Around The World", Huffington Post, 27 aprile 2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock