Cavaquinho

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Cavaquinho
Cavaquinho minhoto cropped.jpg
Cavaquinho Minho
Informazioni generali
Origine Portogallo
Classificazione 321.322
Cordofoni composti, con corde parallele alla cassa armonica, a pizzico
Famiglia Liuti a manico lungo
Utilizzo
Musica folk
Musica pop e rock
Genealogia
Antecedenti Discendenti
Chitarra Ukulele
Cavaquinho Minho a 8 corde.
Un esemplare di Cavaquinho di tipo brasiliano.

Un cavaquinho, cavaco, braguinha, braga, machete, machetinho o machete-de-braga[1] è uno strumento musicale, appartenente alla famiglia dei cordofoni; ha un suono più acuto rispetto a quello di una chitarra.

Il cavaquinho in Portogallo[modifica | modifica sorgente]

Il cavaquinho minhoto è riconoscibile dal foro, spesso di forma ellittica invece che circolare, e dalla tastiera che si trova allo stesso livello della cassa di risonanza (non rialzata rispetto a quest'ultima), inoltre è dotato di 12 tasti e viene suonato con la tecnica "rasgado" o "rasgueado", ovvero colpendo le corde con le dita della mano destra, senza plettro[2].

Il Cavaquinho di Lisbona e quello di Madeira sono invece strutturalmente più simili al cavaquinho brasiliano, descritto sotto[3].

Lo strumento è molto popolare Portogallo e viene impiegato nell'esecuzione di musica popolare di quel paese. Il cavaquinho viene usato come strumento di accompagnamento ma anche impiegato nelle orchestre di musica folk. Lo strumento ha quattro corde di budello o metalliche accordate (a partire dalla corda col suono più acuto) in re-si-sol-sol, mi-do#-la-la, mi-re-si-sol, re-si-sol-re o, più raramente, in mi-si-sol-re (viene usato per lo più da suonatori di chitarra che non debbono imparare altri accordi)[4].

Esso è uno strumento fondamentale nella popolare portoghese e in particolare nelle formazioni studentesche e popolari chiamate tunas[5].

Secondo Gonçalo Sampaio, lo strumento proviene dalla città di Braga. In questa città viene impiegata l'accordatura re-la-si-mi.

Cavaquinho negli altri paesi[modifica | modifica sorgente]

Oltre che in Portogallo, viene usato anche a Capo Verde, in Mozambico e in Brasile.

Il cavaquinho brasiliano[modifica | modifica sorgente]

In Brasile viene utilizzato il cavaquinho brasiliano, con foro circolare e tastiera rialzata rispetto al piano della cassa di risonanza, il manico è dotato generalmente di 17 tasti[6] e lo strumento viene suonato con l'ausilio di un plettro[7]; l'accordatura più diffusa è (a partire dalla corda col suono più acuto) re-si-sol-re (accordatura tradizionale); ma anche l'accordatura "chitarristica" mi-si-sol-re e quella del mandolino mi-la-re-sol (che corrisponde a quella del violino) sono usate, specialmente dai solisti[8].

In Brasile il cavaquinho viene impiegato nel samba, suonato insieme ad altri strumenti come chitarra classica, pandeiro, surdo, tamborim e tantã. Attualmente il cavaquinho è uno strumento obbligato nelle sfilate di samba, come quelle tenute a Rio de Janeiro dalle Scuole di samba durante il Carnevale di Rio. Viene anche utilizzato nell'esecuzione di un altro genere musicale popolare, lo choro, assieme al mandolino, al flauto traverso e alla chitarra classica. Waldir Azevedo è il più noto esecutore di choro che ha usato questo strumento. Il suo successore è oggi Roberto Barbosa[senza fonte]. Un'altra virtuosa dello strumento è Luciana Rabello, sorella del grande chitarrista brasiliano Raphael Rabello, ormai scomparso.

Ukulele[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi ukulele.

Nelle isole Hawaii esiste uno strumento simile, chiamato ukulele, derivato dal cavaquinho, anch'esso a quattro corde e con una forma molto simile, la cui introduzione è dovuta ad emigranti portoghesi intorno al 1879.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Articolo (in portoghese) dello studioso Henrique Cazes per il progetto "Músicos do Brasil: Uma Enciclopédia"
  2. ^ Storia del cavaquinho (in portoghese)
  3. ^ Articolo sul cavaquinho (in inglese) del dott. Ernesto De Veiga
  4. ^ estratto dal libro di José Lucio "Cavaquinho Sem Mestre"
  5. ^ Storia delle Tunas (in lingua portoghese)
  6. ^ Storia del cavaquinho sul sito del musicista Julio Pereira
  7. ^ Differenze tra il cavaquinho Portoghese e quello Brasiliano - articolo in lingua portoghese
  8. ^ Articolo (in portoghese) dello studioso Henrique Cazes per il progetto "Músicos do Brasil: Uma Enciclopédia"
musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica