Nick Hornby

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nick Hornby

Nick Hornby (Redhill, 17 aprile 1957) è uno scrittore e sceneggiatore inglese che vive a Highbury, quartiere a nord di Londra.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

1957-1992[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver frequentato la Maidenhead Grammar School, Hornby ha studiato inglese presso il Jesus College di Cambridge. Inizialmente ha lavorato come insegnante, per poi lasciare questo impiego e divenire giornalista freelance e poi romanziere.

Dal 1992 a oggi[modifica | modifica sorgente]

NIck Hornby durante un reading nella biblioteca pubblica di Seattle

La fama di Hornby ha avuto inizio con il libro autobiografico Febbre a 90° (Fever Pitch) (1992), che narra la storia della sua vita come tifoso dell'Arsenal; a questo sono seguiti i romanzi di grande successo Alta fedeltà (High Fidelity) (1995), Un ragazzo (About a Boy) (1998), Come diventare buoni (How to Be Good) (2001) e Non buttiamoci giù (A Long Way Down) (2005).

Hornby ha scritto anche dei saggi, in particolare sulla musica pop. Nel 2002 ha pubblicato 31 canzoni, raccolta di saggi su 31 canzoni e album da lui scelti, da mostri sacri come Bruce Springsteen e Bob Dylan ad artisti del circuito indipendente come Ani DiFranco, da artisti pop da classifica come Nelly Furtado, a canzoni note soltanto a Hornby stesso. Scrive una rubrica di recensioni di libri per la rivista statunitense The Believer, in Italia queste rubriche sono pubblicate dal settimanale Internazionale. Una raccolta di questi articoli è stata poi pubblicata in Una vita da lettore, edito da Guanda nel 2006.

Hornby ha curato anche una raccolta di scritti sul calcio, uscita in Italia nel 2006 in occasione dei Mondiali di calcio intitolata Il mio anno preferito. Il libro raccoglie tutte storie sul calcio, di cui una è scritta proprio da Hornby.

Esce nel 2008 il suo libro Tutto per una ragazza (Slam), edito da Guanda, che ha come protagonista il giovane quindicenne Sam Jones, patito dello skateboard alle prese con delle vicende con una ragazza.

Il 5 novembre 2009 viene pubblicato in Italia, come sempre per la casa editrice Guanda, il nuovo romanzo dal titolo Tutta un'altra musica (titolo originale Juliet, Naked).

Nel 2010 pubblica, sempre per Guanda, la sceneggiaura del film "An Education", primo film in cui l'autore inglese è sceneggiatore, uscito nelle sale italiane dal 5 febbraio 2010.

Il 28 settembre uscirà su cd e vinile il nuovo disco di Ben Folds "Lonely avenue" di cui Hornby firma gli undici testi.

Nel 2012 viene pubblicato "Sono tutte storie" (titolo originale More Baths, Less Talking), una raccolta di testi usciti tra maggio 2010 e dicembre 2011 sulla rivista The Believer, sempre per la casa editrice Guanda.

Nel 2012 pubblica il romanzo breve Everyone's Reading Bastard (tradotto in italiano nel 2013 come Tutti mi danno del bastardo), incentrato su di una storia d'amore finita male e data in pasto al pubblico dei lettori di una rubrica.

Adattamenti cinematografici[modifica | modifica sorgente]

Parecchi libri di Hornby sono diventati film di successo. Febbre a 90°, il film tratto dal libro omonimo e interpretato da Colin Firth, è uscito nel 1997 e a differenza del libro viene raccontato un anno in particolare dell'Arsenal raccontato da Nick nel libro. Hornby stesso ha curato l'adattamento del film dal libro. Nel 2000 invece è uscito Alta fedeltà, con John Cusack, ambientato però a Chicago invece che a Londra come nel libro e il film mostra profonde differenze rispetto al libro. In seguito al successo di questi due film, è stata realizzata la versione cinematografica di Un ragazzo, intitolata About a Boy - Un ragazzo, uscita nel 2002 con Hugh Grant come protagonista e nonostante qualche differenza rispetto al libro, il film ne resta molto fedele. Nel 2005 è uscita una versione cinematografica americanizzata di Febbre a 90°, L'amore in gioco, con Jimmy Fallon nel ruolo di un accanito tifoso dei Boston Red Sox e Drew Barrymore nel ruolo della sua fidanzata, dove però il ruolo del calcio è stato sostituito dal baseball.

Nel 2012 viene realizzato in Italia l'adattamento cinematografico dell'omonimo racconto di Hornby, È nata una star?, per la regia di Lucio Pellegrini e con Rocco Papaleo, Luciana Littizzetto e Pietro Castellitto[1].

Nel 2014 viene realizzato Non buttiamoci giù, adattamento dell'omonimo romanzo, diretto da Pascal Chaumeil. Del cast fanno parte Pierce Brosnan, Toni Collette, Imogen Poots e Aaron Paul.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Romanzi[modifica | modifica sorgente]

Varia[modifica | modifica sorgente]

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Sceneggiatore[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ E’ nata una star? Primissima.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 76432329 LCCN: n91044258