New Holland Agriculture

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
New Holland Agriculture
Logo
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Altri stati Italia
Tipo Società per azioni
Borse valori
Fondazione 1895 a New Holland, Pennsylvania
Sede principale Torino
Gruppo CNH Industrial
Persone chiave Carlo Lambro, Presidente
Settore Macchine agricole
Prodotti
Sito web www.newholland.com

New Holland produce una gamma completa di macchine agricole. I prodotti New Holland per l'agricoltura comprendono trattori, mietitrebbie, presse, sollevatori telescopici, attrezzature per fienagione, macchine per la manutenzione di prati, giardini e parchi, vendemmiatrici.

La società fu fondata nel 1895 a New Holland, in Pennsylvania; fu acquisita dalla Ford nel 1986 e dalla FIAT nel 1991, diventando un costruttore full liner. Dal 1999, New Holland è un marchio di CNH (NYSE: CNH) divenuta ad oggi CNH Industrial. È il più grande produttore di macchine agricole al mondo, dopo la John Deere.

I prodotti New Holland sono costruiti in tutto il mondo; la sede è in Italia, a Torino e con 18 stabilimenti in diversi paesi, 6 joint venture nelle Americhe, in Asia e in Medio Oriente, New Holland è presente in 170 Paesi in tutto il mondo[1].

La New Holland è stata insignita di molti premi nel corso degli anni per i prodotti, il design e l'innovazione; recentemente ha presentato il trattore a idrogeno NH² che è alimentato da energia generata da fonti rinnovabili.

La New Holland è proprietaria di marchi e brevetti per innovazioni specifiche sui suoi prodotti come il sistema Super Steer per i trattori, il sistema Opti Fan per le mietitrebbie, il sistema Intellifill per le trinciaforaggi e molti altri.

La New Holland, inoltre, è nota al grande pubblico anche perché è stata sponsor ufficiale della Juventus F.C. dal 2007 al 2010.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

 Il primo stabilimento New Holland in New Holland, Pennsylvania.
Il primo stabilimento New Holland in New Holland, Pennsylvania

Nel 1895 Abe Zimmerman inizia a lavorare in un’officina di riparazioni nel 1895 a New Holland in Pennsylvania (USA), località a cui dobbiamo il nostro nome. Nello stesso anno Alexandre Braud presenta le sue trebbiatrici fisse agli agricoltori della Francia occidentale.

Nel 1903 Zimmerman costituisce la società New Holland Machine Company e avvia la produzione di macchine agricole, incluso un mulino per mangimi, per aiutare la comunità agricola dei dintorni.

Nel primi del Novecento Henry Ford ha appena inaugurato la sua fabbrica di automobili a Detroit . Ford, i cui metodi di produzione rivoluzioneranno l’industria automobilistica, vede la possibilità di produrre in serie anche i trattori.

Nel 1906 Leon Claeys, un meccanico belga, inizia a costruire macchine trebbiatrici e nel 1909 apre la sua fabbrica a Zedelgem in Belgio, dove ancora oggi si trovano i nostri impianti produttivi.

Nel 1907 Ford realizza il primo prototipo mondiale di trattore a benzina fabbricato in serie, chiamato “aratro automobile”, nel 19017 questo trattore entra nella normale produzione. Viene poi rinominato Fordson modello F e fabbricato da una nuova azienda, la Henry Ford & Son Company.

Nel 1918 viene lanciato il trattore Fiat Modello 702. L’anno successivo è prodotto in serie nella fabbrica di automobili e autocarri di Torino e vince il Campionato Internazionale di Aratura a Senlis (Francia). Il modello 702 è stato il primo vero trattore agricolo Fiat e anche il primo trattore italiano fabbricato su scala industriale.

 Un vecchio trattore FIAT
FIAT ha iniziato la produzione di trattori nel 1918

Negli anni trenta il fondatore della Fiat, il senatore Giovanni Agnelli, vuole che il suo trattore diventi parte integrante dell’agricoltura italiana e a questo scopo inizia una collaborazione con l’associazione italiana delle cooperative agricole.

Nel 1939 Ford lancia l’attacco a tre punti per il nuovo trattore serie N: una delle famiglie di trattori di maggior successo di tutti i tempi.

Nel 1947 la società cambia il proprio nome in Sperry New Holland e nello stesso anno mette a punto un’innovazione fondamentale nel campo della tecnologia di raccolta dei foraggi con l’introduzione della falcia-condizionatrice da fieno.

Alla fine degli anni cinquanta la produzione di due nuovi modelli, il Modello 18 “La Piccola” e il 411, porta i trattori Fiat al vero e proprio successo internazionale

Negli anni Sessanta Claeys diventa uno dei principali produttori di mietitrebbia d’Europa.

Nel 1964 Sperry New Holland acquista una quota maggioritaria di Claeys.

Nel 1964 Lancio del trattore Fiat 640 il più venduto della famosa serie Fiat Nastro Oro. Un successo internazionale che continua ancora oggi.

Nel 1974 Sperry New Holland lancia la prima mietitrebbia biassiale: un’idea vincente, ancora oggi ai vertici del settore.

Nel 1975 Braud lancia la sua prima vendemmiatrice, il modello 1020, ulteriormente migliorata con l’introduzione della famosa Braud1024, la più venduta nella storia delle macchine vendemmiatrici con oltre 2000 unità in meno di quattro anni.

Alla fine degli anni Settanta Fiat Trattori vende i suoi prodotti in 140 paesi del mondo.

Negli anni 80 Ford è una delle aziende più importanti e la sua divisione trattori introduce numerose innovazioni nel settore, fra le quali l’idraulica di potenza, i pneumatici in gomma, i motori diesel e l’attacco a tre punti.

Nel 1986 Ford acquisisce Sperry New Holland e costituisce Ford New Holland Inc.

Nel 1991 Fiat, che aveva acquistato Braud, rileva l’80% di Ford New Holland e il processo di fusione viene completato con il lancio ufficiale di New Holland nella convention mondiale del 1994. Diventando parte del Gruppo Fiat – attraverso il settore CNH, nato nel 1999 dalla fusione fra New Holland N.V. e Case Corporation.

Nel 2001 fu aperto il Customer Centre presso l'impianto di Zedelgem (Belgio).

Nel 2007 le macchine New Holland sono compatibili al 100% con il Biodiesel. New Holland annuncia la sponsorizzazione triennale della Juventus FC. La sponsorizzazione è terminata nel 2010.

Nel 2008 alla fiera internazionale Eima, in Italia, si celebrano i 90 anni di Fiat Trattori. Viene lanciato l'ultimo modello di mietitrebbia assiale, CR9090 Elevation, che segna subito un nuovo record mondiale, ratificato dal Guinness dei primati, con 551,6 tonnellate di grano raccolte in otto ore.

Nel 2009 alla fiera SIMA di Parigi, viene presentato il trattore NH²™ alimentato a idrogeno e il progetto per l'indipendenza energetica dell'azienda agricola. Alla stessa fiera New Holland lancia il trattore T7000 Auto Command™, equipaggiato col pluripremiato bracciolo ergonomico SideWinder™ II.

Nel 2010 New Holland annuncia l'adozione di soluzioni Tier 4A ed è il primo produttore a stabilire una chiara tabella di marcia per il raggiungimento delle regolamentazioni Tier 4B in materia di emissioni per il 2014, prevista per i motori da 130 a 560 kw che fanno uso esclusivo dell'innovata tecnologia FTP Industrial SCR (Riduzione selettiva catalitica). A Zedelgem si celebrano i 50 anni di eccellenza e innovazione nel settore delle macchine da raccolta, con il lancio della FR9000 50th Anniversary in edizione limitata.

Nel 2011 in seguito alla sua scissione, il gruppo Fiat viene diviso in due nuovi gruppi (entrambi quotati in Borsa): Fiat Spa e Fiat Industrial Spa. New Holland appartiene al secondo. Apertura del Customer Service Centre presso l'impianto di Basildon, Regno Unito.

Nel 2012 la gamma di mietitrebbie CR di New Holland ha ottenuto il riconoscimento "Maschine des Jahres 2012 - Machine of the Year 2012" da parte di una commissione di giornalisti in rappresentanza delle principali riviste europee del settore.

Nel 2013 il T6.140 Methane Power possiede tutte le caratteristiche di un trattore standard ed è equipaggiato con un motore a quattro cilindri da tre litri prodotto da FPT Industrial, con una potenza massima di 135 CV e una coppia di 620 Nm. New Holland Agriculture ha raggiunto l'impressionante traguardo delle 50.000 mietitrebbie convenzionali TC prodotte.

Nel 2014 lo stabilimento New Holland di Basildon festeggia mezzo secolo di produzione continua di trattori. Per onorare questa tappa fondamentale, saranno prodotte esclusive versioni "Golden Jubilee edition" dei trattori T7.270 Auto Command e T6.160 Auto Command. Durante l'anno si terranno inoltre diversi eventi celebrativi.

Oggi New Holland è leader mondiale nel settore delle macchine agricole, con la più vasta offerta di trattori e macchine da raccolta per soddisfare le esigenze di ogni agricoltore e contoterzista al mondo.

Prodotti[modifica | modifica wikitesto]

Trattori:

  • Serie T3 (37-54CV)
  • Serie TD4000 (65-88CV)
  • Serie T4 Powerstar
  • Serie T4 Deluxe-V-F SUPERSTEER-N (65-97CV)
  • Serie TK4000 (cingolati fino a 101 cv)
  • Serie TD5
  • Serie T5 (86-113CV)
  • Serie T6 Dual Command-Electro Command Delta-Plus-Elite-Range C-Power C (101-178CV)
  • Serie T7 Auto Command- Power Command- (180-230CV)
  • Serie T7500 Auto Command (151-196CV)
  • Serie T8 Ultra Command-Auto Command (281-419CV)
  • Serie T9 Ultra Command (446-669CV)

Mietitrebbie:

  • Serie MCR
  • Serie MCS
  • Serie MCX
  • Trinciacaricatrici
  • Presse imballatrici

Premi[modifica | modifica wikitesto]

I prodotti New Holland hanno ottenuto molti premi e riconoscimenti nel corso degli anni[2]. I più recenti sono:

Anno Prodotto Premio Giuria Evento Paese
2011 CX Opti-Fan System AE50 Innovazione Tecnologica[3] ASABE (Società Americana di Ingegneria del Settore Agricolo e Biologico) USA
2011 BB9000 - CropID system Medaglia d'argento per l'innovazione tecnologica[4] Giuria composta dagli organizzatori SIMA France
2011 T7 Range - Intelligent Trailer Braking System Medaglia d'argento per l'innovazione tecnologica[5] DLG - Società Tedesca per l'Agricoltura Agritechnica Germania
2011 Smart Key Medaglia d'argento per l'innovazione tecnologica[5] DLG - Società Tedesca per l'Agricoltura Agritechnica Germania
2011 CR - SynchroKnife drive Medaglia d'argento per l'innovazione tecnologica[5] DLG - Società Tedesca per l'Agricoltura Agritechnica Germania
2011 ECOBraud – Viticultura Sostenibile Medaglia d'argento per l'innovazione tecnologica[5] DLG - Società Tedesca per l'Agricoltura Agritechnica Germania
2011 Braud9090X Olive – Coltivazione delle olive intensiva Medaglia d'argento per l'innovazione tecnologica[5] DLG - Società Tedesca per l'Agricoltura Agritechnica Germania
2011 Mietitrebbia CR Maschine des Jahres 2012[6] DLV – Associazione della stampa tedesca Agritechnica Germania
2012 Trattore T8 AE50 Innovazione Tecnologica[7] ASABE (Società Americana di Ingegneria del Settore Agricolo e Biologico) USA
2012 Trattore T9.560 4WD AE50 Innovazione Tecnologica[7] ASABE (Società Americana di Ingegneria del Settore Agricolo e Biologico) USA
2012 CR - SynchroKnife drive AE50 Innovazione Tecnologica[7] ASABE (Società Americana di Ingegneria del Settore Agricolo e Biologico) USA
2012 MowMax II Cutterbar for Durabine Disc Mower-Conditioner header AE50 Innovazione Tecnologica[7] ASABE (Società Americana di Ingegneria del Settore Agricolo e Biologico) USA
2012 Cornrower - Corn Stover Windrowing attachment to a corn header AE50 Innovazione Tecnologica[7] ASABE (Società Americana di Ingegneria del Settore Agricolo e Biologico) USA

Presenza sui mercati mondiali[modifica | modifica wikitesto]

New Holland è presente in tutto il mondo in 170 paesi[1]. La sede principale è a Torino in Italia. New Holland è presente con altre sedi in Nord America, con uffici negli Stati Uniti, a New Holland, Pennsylvania e Racine, Wisconsin, in Sudamerica a Curitiba, Brasile. In Europa New Holland copre i maggiori mercati con succursali a Basildon, nel Regno Unito; Copenaghen, Danimarca; Heilbronn, Germania; Madrid, Spagna; Modena, Italia; Parigi, Francia; Płock, Polonia; St. Valentin, Austria; Zedelgem, Belgio. La sede di New Holland per l'Africa, il Medio Oriente, la Comunità di Stati Indipendenti (CSI), l'Asia, comprese l'India e la Cina, e l'Oceania, si trova a Lugano, Svizzera, dove ha sede CNH International, responsabile di tutte le attività CNH nei mercati suddetti. Tali attività sono coperte con hub situati a Istanbul, Turchia; Kiev, Ucraina; Mosca, Russia; New Delhi, India; Shanghai, Cina; Sydney, Australia e Tashkent, Uzbekistan, con uffici di rappresentanza a Bangkok, Thailandia e Johannesburg, Sudafrica. In Giappone la Società è presente con una joint venture commerciale a Sapporo.

La New Holland produce in 22 stabilimenti dislocati in

America settentrionale[8]:

  • Fargo, North Dakota USA: trattori
  • Grand Island, Nebraska, USA: mietitrebbia e macchine per fienagione e foraggio
  • New Holland, Pennsylvania, USA: presse, macchine per fienagione e foraggio
  • Racine, Wisconsin: montaggio trattori, trasmissioni
  • Saskatoon, Canada: macchine per la semina e il trapianto

America Latina[9]:

Europa[10]:

Asia e Medio Oriente[11]:

La New Holland può contare inoltre su un gran numero di importatori e concessionari in Europa, Nord America e America Latina, Asia, Africa, CSI, Medio Oriente e Oceania. La New Holland ha più di 2.200 concessionari e 100 importatori.

Iniziative a favore dell'ambiente e progetti di innovazione[modifica | modifica wikitesto]

NH2 e indipendenza energetica dell'azienda agricola[modifica | modifica wikitesto]

 Il concept del trattore a idrogeno NH2.
Il concept del trattore a idrogeno NH2.
 Il trattore a idrogeno NH2.
Il trattore a idrogeno NH2.

La New Holland ha sviluppato il concetto di indipendenza energetica dell'azienda agricola, un nuovo approccio, secondo cui gli agricoltori saranno in grado di generare l'energia di cui hanno bisogno per gestire la loro azienda e le loro macchine per l'agricoltura. Questo concetto si basa sull'utilizzo dell'idrogeno generato da fonti rinnovabili, che gli agricoltori hanno a disposizione: energia eolica, energia solare, energia ricavata da rifiuti o biomassa, a seconda della disponibilità in ciascuna particolare zona agricola. L'elettricità viene poi convertita in idrogeno per mezzo di un processo chiamato elettrolisi scompone l'acqua in idrogeno e ossigeno gassosi. In pratica, in ingresso servono acqua e elettricità; poi l'idrogeno sotto forma compressa viene stoccato presso l'azienda agricola in serbatoi ed è pronto da usare come combustibile gratuito e pulito che si può utilizzare direttamente nelle macchine per l'agricoltura, o nei generatori, per fornire energia elettrica e riscaldamento agli edifici e per numerose applicazioni. È stato scelto l'idrogeno perché è un efficiente trasportatore di energia, accumula energia come una batteria convenzionale, ma è più vantaggioso e pulito. Il trattore alimentato a idrogeno NH2 si basa su un modello della gamma T6000; ha 106 CV ed è in grado di svolgere tutti i lavori di un trattore di questo tipo, pur operando in modo virtualmente silenzioso ed emettendo solo calore, vapore e acqua[12]. Il motore a combustione interna è stato sostituito con celle a combustibile che generano elettricità. L'idrogeno compresso stoccato in un serbatoio speciale reagisce con l'ossigeno nell'aria dentro alla cella e genera acqua e elettricità. L'elettricità alimenta i motori elettrici che azionano la trasmissione principale e i sistemi ausiliari del trattore. La cella a combustibile genera meno calore di un motore a combustione interna, offre una resa costante di potenza e non produce inquinamento da ossidi d'azoto, particelle di particolato o biossido di carbonio. Il rifornimento è più veloce, ci vogliono 5 minuti per riempire un serbatoio rispetto alle ore richieste dalle batterie.

Specifiche del prodotto

  • Potenza: 75 kW (106 CV)[13]
  • Trasmissione: CVT azionata dal motore elettrico
  • PdP: CVT azionata dal motore elettrico

NH2 a idrogeno ha ottenuto la Medaglia d'oro per l'innovazione tecnologica al SIMA nel 2009[14].

Macchine 100% Biodiesel[modifica | modifica wikitesto]

Ad oggi l'85% dell'intera gamma di prodotti - trattori, sollevatori telescopici e macchine da raccolta - possono funzionare con biodiesel puro, compresi i modelli a iniezione elettronica Common Rail[15].

Brevetti[modifica | modifica wikitesto]

La New Holland ha migliorato i suoi prodotti con varie innovazioni e brevetti.

Sistema ABS SuperSteer[modifica | modifica wikitesto]

ABS SuperSteer è un'applicazione ai trattori della tecnologia ABS, che offre maggiore sicurezza, specialmente se si lavora su terreni scoscesi, e maggiore facilità di manovra del trattore.[16]. Il sistema ABS SuperSteer usa la tecnologia ABS per gestire il freno su ogni ruota individualmente. Usando un solo pedale, l'ABS SuperSteer permette di sterzare il trattore con i freni. Due prolunghe dei pedali di colore arancione, una per lato di un singolo pedale sostituiscono il convenzionale sistema indipendente a 2 pedali. A bassa velocità, questa funzione consente all'operatore di svoltare con uno sterzo a una ruota sola come nei trattori convenzionali, ma la funzione si disattiva automaticamente a velocità più elevate per prevenire innesti accidentali. La funzione ABS SuperSteer comprende il controllo dello slittamento degli pneumatici e l'accoppiamento automatico con l'angolo di sterzata. Questo consente al trattore di effettuare manovre con svolte strette senza che l'operatore debba agire sui freni, facendo perno su una ruota posteriore frenata, riducendo il raggio di svolta come quello di un trattore dotato di un assale frontale SuperSteer. L'operatore può impostare lo slittamento della ruota che fa da perno per prevenire i danni al suolo. La funzione di tenuta sulle pendenze migliora il controllo del trattore sui terreni scoscesi, azionando automaticamente i freni per impedire al trattore di retrocedere durante le partenze in salita e facilitando l'inserimento della frizione. .[17].

Sistema Opti-Fan[modifica | modifica wikitesto]

Un'illustrazione per mostrare il funzionamento del sistema Opti-Fan
Il sistema Opti-Fan.

Opti-Fan compensa automaticamente le pendenze continue in salita o in discesa nella mietitrebbia. Guidando in discesa, il raccolto si muove in senso opposto alla gravità,quindi più lentamente sul piano preparatore e sul crivello superiore e resta più a lungo nel sistema di pulizia aumentando lo spessore dello strato di prodotto. Nel sistema di pulizia rimane una maggiore quantità di “materiale” diverso dalla granella, in quanto la velocità impostata del ventilatore non è sufficiente a pulire il raccolto. Guidando in salita, lo strato di raccolto diminuisce, poiché fuoriesce più velocemente dal sistema di pulizia per la forza di gravità. Il flusso d'aria ventilata è troppo forte in rapporto al ridotto spessore dello strato di raccolto: ne risulta un transito troppo rapido del raccolto sul crivello superiore con maggiori perdite di granella. Il sistema di controllo della velocità del ventilatore riconosce l'angolo di salita o discesa della mietitrebbia e regola automaticamente la velocità del ventilatore per compensare l'effetto della pendenza. L'operatore imposta la velocità del ventilatore per un campo in piano e il sistema la riduce in salita e la aumenta in discesa, al fine di ottimizzare lo spessore dello strato del raccolto sul sistema di pulizia[18]. Il sistema Opti-fan è stato premiato con la medaglia d'argento all'Agritechnica nel 2009[19].

Sistema IntelliFill[modifica | modifica wikitesto]

Il sistema IntelliFill della FR9000 permette all'operatore di riempire il rimorchio accuratamente e con perdite minime, anche in condizioni di scarsa visibilità. Seguendo progressioni di caricamento fronte-retro o retro-fronte, il sistema di localizzazione automatica del rimorchio utilizza una speciale videocamera 3D installata sotto la bocca di uscita del tubo di lancio per guidare il flusso di prodotto nel rimorchio. Il sistema assicura un riempimento uniforme sia che il rimorchio si trovi a lato della trinciacaricatrice sia che la segua, nel caso in cui si inizino nuovi campi. Il sistema è in grado di controllare accuratamente la traiettoria del flusso di prodotto anche durante il lavoro notturno; il sensore montato sulla bocca di uscita del tubo crea un'immagine a distanza del rimorchio e dello spazio circostante, basata sulla tecnologia NIR (infrarosso vicino)[18]. A differenza di quanto avviene con i sistemi convenzionali con videocamera mono o stereo, che forniscono una scarsa percezione della profondità, il sistema di localizzazione New Holland è in grado di dirigere accuratamente il flusso di prodotto fino a 20 metri di distanza[20]. Il Sistema IntelliFill è stato premiato con la Medaglia d'oro all'Agritechnica del 2009[19].

Super Steer[modifica | modifica wikitesto]

Illustrazione per mostrare il funzionamento del SuperSteer
Il Super Steer

SuperSteer riduce il raggio di sterzata del trattore. L'assale anteriore gira con le ruote per dare un effettivo angolo di sterzata di 65°. Il trattore esegue svolte più strette e rapide, così impiega meno tempo a sterzare e ha più tempo per lavorare. L'assale anteriore SuperSteer inoltre aumenta l'interasse, con il peso della zavorra frontale che appoggia direttamente sull'assale anteriore. In certe condizioni si migliora la trazione senza necessità di aumentare il carico[21].

Sistema di rilevamento dell'umidità[modifica | modifica wikitesto]

Due ruote dentate di rilevazione si inseriscono nella balla e forniscono una misura accurata del livello di umidità[22]; le informazioni sulle condizioni del raccolto che si sta pressando impediscono la pressatura di un prodotto non ancora completamente pronto e consentono un'applicazione calibrata degli additivi[23].

Sensitrak 4 ruote motrici[modifica | modifica wikitesto]

Sensitrak controlla la differenza di velocità tra le ruote anteriori e quelle posteriori. Se il sistema rileva che le ruote anteriori slittano, la potenza è automaticamente indirizzata alle ruote posteriori. Il sistema riduce lo slittamento delle ruote ma non la manovrabilità. L'operatore può selezionare le 4 ruote motrici permanenti e un blocco differenziale assale anteriore manuale, aumentando ulteriormente la trazione.

Sistema di pesatura delle balle in movimento[modifica | modifica wikitesto]

I dati della pesatura sono trasmessi istantaneamente al monitor nella cabina del trattore, permettendo all'operatore di avere un controllo costante e accurato sull'avanzamento delle operazioni di pressatura e di ottimizzare le prestazioni della pressa in base alle condizioni di raccolta. Questo sistema automatico di pesatura delle balle ha un'accuratezza di +/- 2% e può facilmente gestire dimensioni diverse in qualsiasi tipo di condizioni di raccolta. È disponibile come accessorio installato dal concessionario[24].

Sistema Edgewrap[modifica | modifica wikitesto]

Illustrazione per mostrare il funzionamento del sistema Edgewrap
Il sistema Edgewrap

Con il sistema New Holland EdgeWrap, si porta la rete sulla balla per mezzo di un applicatore di rete con flangia di trazione maggiorata. Il sistema penetra nella camera di pressatura per applicare il materiale per la legatura. L'applicatore è più largo della camera di pressatura, assicurando così la copertura del bordo della balla. Utilizzando reti larghe, la copertura sul bordo è ancora più ampia.

Sistema Grain Cam[modifica | modifica wikitesto]

Una telecamera riconosce la concentrazione di pula e granella rotta nel campione mentre viene trasferito attraverso l'elevatore della granella nel serbatoio del cereale; queste informazioni, visualizzate sul monitor IntelliView III, in forma di grafico, permettono all'operatore di effettuare regolazioni di precisione, migliorando ulteriormente la purezza della granella. Grain Cam è stato premiato con la Medaglia d'oro per l'innovazione ad Agritechnica nel 2007

Cassone crivellante Opti-Clean[modifica | modifica wikitesto]

Ilustrazione per mostrare il funzionamento dell'Opti Clean Claning Shoe.
Opti Clean Cleaning Shoe.

Il sistema di pulizia Opti-Clean ottimizza la corsa e gli angoli di lancio di ciascuno dei componenti principali nei modelli CR9000 Elevation. Il piano preparatore non è accoppiato con il pre-crivello e il crivello superiore cosicché ogni elemento è in grado di funzionare con efficienza ottimale. La distanza di caduta tra il piano preparatore e il pre-crivello è maggiore, per aumentare la capacità produttiva, mentre grazie alla lunghezza della corsa dei crivelli e a un maggior angolo di lancio, si lancia in aria più materiale, incrementando ulteriormente l'efficienza della pulizia. Il movimento contrapposto del piano preparatore e del crivello inferiore rispetto al pre-crivello riduce le vibrazioni complessive della macchina, aumentando il comfort dell'operatore[25].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Stuart Gibbard: The Ford Tractor Story: Basildon to New Holland, 1964 to 1999 (2000)
  • William Dozza, Massimo Misley: Fiat Trattori. Dal 1918 ad oggi, Giorgio Nada Editore (2008)
  • Micro De Cet: Tractors (Complete Encyclopedia Series) (2009)
  • C. Otero: Creating the future of the countryside. The European Estate (2009)
  • Homer K. Luttinger: The Innovators: The New Holland Story, Hoster Bindery Inc.: Lancaster, Penn. (1990)
  • Robert N. Pripps, Andrew Morland: Ford Tractors (Farm Trattore Color History), MBI Publishing Company (2004)
  • Chester Peterson, Rod Breemer: Ford N Series Tractor, MBI Publishing Company (1997)
  • Andrew Morland: Farm Tractors, MBI Publishing Company (1993)
  • Nick Baldwin: Farm Tractors, Board Book (1983)
  • Andrew Morland, Robert N. Pripps: Vintage Ford Tractors: The ultimate tribute to Ford, Fordson, Ferguson and New Holland Tractors(2004)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

aziende Portale Aziende: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di aziende