CNH Global

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
CNH Global N.V.
Logo
Stato Paesi Bassi Paesi Bassi
Tipo Società per Azioni
Borse valori NYSE: CNH
Fondazione 1999 a Amsterdam, Paesi Bassi
Chiusura 29 settembre 2013
Sede principale Amsterdam

CNH Global N.V. è stata una società di diritto olandese creata il 12 novembre 1999 dalla fusione di New Holland N.V. e Case Corporation. L'azienda offriva una gamma completa di prodotti per i settori delle macchine per l’agricoltura e il movimento terra e nel proprio settore è la seconda azienda per fatturato nel mondo dopo John Deere e davanti ad AGCO. L’ambito operativo di CNH abbracciava ingegneria integrata, produzione, marketing e distribuzione di macchinari in cinque continenti. Le attività di CNH erano articolate in tre segmenti operativi: macchine agricole, macchine movimento terra e servizi finanziari. Il titolo di CNH Global N.V. era quotato alla Borsa Valori di New York. Al 31 dicembre 2012, CNH produceva le proprie macchine in 37 stabilimenti in tutto il mondo e le distribuiva in circa 170 paesi attraverso una rete costituita da circa 11.500 concessionari e distributori.

Dal 29 settembre 2013 CNH Global N.V. e Fiat Industrial si sono fuse formando CNH Industrial N.V.

Marchi[modifica | modifica sorgente]

I prodotti CNH erano commercializzati in tutto il mondo con due famiglie di marchi: Case e New Holland. Case IH (insieme a Steyr in Europa) e New Holland costituivano la famiglia dei marchi per l’agricoltura, mentre la famiglia dei marchi per il movimento terra comprendeva Case e New Holland Construction.

Marchi per l’agricoltura[modifica | modifica sorgente]

Sul fronte delle macchine per l’agricoltura, CNH era uno dei leader globali nella produzione di trattori agricoli e mietitrebbie in termini di unità vendute [1].

Case IH[modifica | modifica sorgente]

 Logo Case IH
Logo Case IH
Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Case IH.

Case IH vanta oltre 160 anni di tradizione ed esperienza nel settore agricolo; la sua gamma include trattori agricoli, presse, macchine per la raccolta del caffè, mietitrebbie, raccoglitrici di cotone, piantatrici, macchine per la raccolta della canna da zucchero e attrezzature per la lavorazione del suolo, il tutto venduto attraverso una rete globale di concessionari[2].

New Holland[modifica | modifica sorgente]

 Logo New Holland Agriculture
Logo New Holland Agriculture
Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi New Holland Agriculture.

New Holland Agriculture offre una gamma completa di macchinari comprendente trattori agricoli, presse, mietitrebbie, raccogli-trincia-caricatrici, vendemmiatrici, macchine da fieno, movimentatori di materiali, piantatrici, seminatrici, irroratrici, attrezzature per la lavorazione del suolo e manutenzione del verde.

New Holland vanta una presenza globale in termini di stabilimenti di produzione, uffici e rete di distribuzione[3].

Steyr[modifica | modifica sorgente]

 Logo Steyr
Logo Steyr
Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Steyr Traktoren.

Steyr, marchio austriaco forte di una storia di oltre 60 anni, è specializzata in trattori per l’agricoltura, la silvicoltura e la manutenzione urbana[4].

Marchi per il movimento terra[modifica | modifica sorgente]

Sul fronte delle macchine movimento terra, CNH vantava una posizione di leadership nelle terne unita a una forte posizione nelle mini pale compatte in Nord America e negli escavatori cingolati in Europa occidentale.

Case[modifica | modifica sorgente]

 Logo Case Construnction
Logo Case

Case Construction Equipment offre una gamma completa di macchine movimento terra in tutto il mondo, comprendente terne, autocarri articolati, escavatori cingolati e gommati (inclusi modelli compatti), movimentatori telescopici, motolivellatrici, pale gommate (incluse le compatte), rulli vibranti di compattamento, apripista cingolati, mini pale compatte, pale cingolate compatte, carrelli elevatori[5].

New Holland Construction[modifica | modifica sorgente]

 Logo New Holland Construction
Logo New Holland Construction

New Holland Construction è un marchio globale di una linea completa di macchine movimento terra. La gamma di prodotti comprende escavatori cingolati, escavatori gommati, pale gommate, terne, mini pale compatte, apripista cingolati, movimentatori telescopici, mini pale gommate, pale cingolate compatte, mini e midi escavatori, livellatrici[6].

Servizi finanziari[modifica | modifica sorgente]

 Logo CNH Capital
Logo CNH Capital

CNH offriva servizi finanziari con il marchio CNH Capital. CNH Capital offriva prodotti e servizi finanziari ai concessionari e ai clienti in Nord America, Australia, Brasile ed Europa occidentale. I principali prodotti offerti erano costituiti dal finanziamento ai clienti per acquisto e leasing di macchine nuove e usate e dal finanziamento della flotta ai concessionari. Il finanziamento ai clienti era offerto in Nord America, Brasile, Australia ed Europa attraverso società controllate al 100% e in Europa occidentale tramite la joint-venture con BNP Paribas Lease Group[7].

Ricambi e assistenza[modifica | modifica sorgente]

I marchi CNH offrono supporto in termini di assistenza e ricambistica post-vendita ai rispettivi clienti, sia sul fronte delle concessionarie che sul campo. Il supporto relativo ai ricambi è offerto per le linee di prodotti nuove e vecchie (di non più di 20 anni). La distribuzione dei ricambi è gestita attraverso magazzini ricambi dislocati in tutti e cinque i continenti.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Date ed eventi fondamentali di Case Construction Equipment[8][modifica | modifica sorgente]

1842: Fondazione di Case.
1912: Case costruisce una linea completa di macchine per le costruzioni stradali, che comprende livellatrici e rulli compattatori.
1957: Case lancia sul mercato il modello 320, la prima terna mai realizzata in uno stabilimento completamente integrato.
1969: Case CE inizia la produzione di mini pale compatte.
1988: la rivista Fortune inserisce la terna Case tra i 100 migliori prodotti di fabbricazione americana (“100 Products America Makes Best”).
1998: Case è il primo produttore a offrire il ride control su terne e mini pale compatte.
2000: produzione della 100millesima minipala compatta.
2005: produzione della 500millesima terna.
2008: su iniziativa dell’associazione statunitense dei costruttori di macchinari, Jerome I. Case entra di diritto nella “Hall of Fame” dedicata al movimento terra. Tre anni dopo, nel 2011, anche l’ingegnere Elton Long, “padre delle terne”, entra di diritto nella medesima “Hall of Fame” per i contributi significativi all’industria delle costruzioni.[9]
2011: Case grazie alle soluzioni Tier 4 diventa il primo produttore di macchine per le costruzioni ad offrire sia la riduzione selettiva catalitica e il ricircolo dei gas di scarico raffreddato come soluzioni per il soddisfacimento degli standard di emissione americani ed europei.[10]
2012: Case celebra 170 anni di attività.[11]


Date ed eventi fondamentali di Case IH[12][modifica | modifica sorgente]

Per la storia completa vedere Case IH

1834: Cyrus Hall McCormick brevetta la mietitrice McCormick.
1842: J. I. Case fonda Threshing Machine Works a Racine.
1902: McCormick, Deering Harvester Company, Plano Manufacturing Company, Champion Line e Milwaukee Harvester Company si fondono creando International Harvester (IH).
1923: si introduce sul mercato Farmall, “il piccolo trattore rosso”.
1942: produzione della prima mietitrebbia semovente.
1977: realizzazione della prima mietitrebbia rotativa Axial-Flow.
1985: Case e IH si fondono creando Case IH.
1988: Case IH presenta il trattore Magnum, la prima macchina completamente nuova realizzata dall’ingegneria comune di International Harvester e Case.
1996: lancio del trattore Steiger Quadtrac.
2006: Case IH annuncia l'adozione di una nuova tecnologia di costruzione moduli a bordo nella raccolta del cotone. La Case IH Module Express 625 è la prima raccoglitrice di cotone commerciale con una capacità di costruire moduli durante la raccolta
2009: Case IH lancia sul mercato sei nuovi modelli di mietitrebbiatrici Axial-Flow, includendo un modello Class IX 9120.[13]
2010: Introduzione dei modelli Puma EfficientPower, Puma CVX, Magnum e Steiger & Quadrac che si distinguono per il basso consumo di carburante.[13]


Date ed eventi fondamentali di New Holland Agriculture[14][modifica | modifica sorgente]

Per la storia completa vedere New Holland Agriculture

1903: Abe Zimmerman fonda New Holland Machine Company, a New Holland, in Pennsylvania.
1906: Leon Claeys, un meccanico belga, inizia a produrre macchine trebbiatrici e tre anni dopo costruisce il proprio stabilimento a Zedelgem in Belgio.
1907: Ford realizza un prototipo di trattore per la produzione in serie; il Fordson modello F entra effettivamente in produzione 10 anni dopo.
1919: Fiat inizia la produzione del trattore modello 702.
1964: New Holland acquista una quota maggioritaria di Claeys.
1975: Braud lancia la prima vendemmiatrice, modello 1020.
1986: Ford acquisisce New Holland e costituisce Ford New Holland Inc.
1991: Fiat acquisisce l’80 per cento di Ford New Holland e il marchio New Holland diviene un produttore globale di una gamma completa di prodotti.
2001: New Holland lancia la serie di mietitrebbie CX.
2006: New Holland festeggia 100 anni di operatività dello stabilimento di Zedelgem.
2007: New Holland sponsorizza la squadra torinese della Juventus nel campionato italiano di calcio.
2009: New Holland introduce il suo trattore a idrogeno NH2 e il concetto di indipendenza energetica dell’azienda agricola.
2011: New Holland è Gold Sponsor of the Climate Action Networking Reception, conferenza indetta a Durban da Climate Action in collaborazione con il Programma delle Nazioni Unite per l'ambiente (UNEP) e il governo del Sudafrica.
2012: New Holland festeggia il 200millesimo trattore prodotto nello stabilimento indiano di Greater Noida, vicino a Nuova Delhi.


Date ed eventi fondamentali di New Holland Construction[15][modifica | modifica sorgente]

1931: Fiat realizza il primo trattore cingolato.
1947: a Torino, vengono costruiti i primi escavatori idraulici da Bruneri, che diventerà parte dell'azienda nel 1970.
1966: Ford, che diverrà parte dell’azienda, realizza la sua prima terna.
1972: produzione della prima mini pala compatta New Holland.
1974: Fiat e Allis-Chalmers si fondono creando Fiat-Allis.
2002: si perfeziona un’alleanza globale con Kobelco, apportando così alla progettazione degli escavatori cingolati 40 anni di competenza nel settore.
2005: New Holland Construction è lanciata come marchio globale di una gamma completa di prodotti.
2007: New Holland Construction produce la 200millesima terna, 35 anni dopo il lancio della prima sul mercato.
2008: New Holland Construction lancia l’escavatore cingolato E215B con un nuovo motore a basse emissioni.
2011: New Holland annuncia le sue soluzioni provvisorie Tier 4 e lancia i primi modelli conformi.

[16]

Date ed eventi fondamentali di CNH[modifica | modifica sorgente]

1999: CNH Global N.V. è nata nel novembre 1999 dalla fusione tra Case Corporation e New Holland N.V.[1].
2000: CNH Global acquisisce tutte le azioni di Flexi-Coil Ltd., società canadese produttrice di macchine agricole avente sede a Saskatoon, Saskatchewan.[17]. Paolo Monferino è nominato President e Chief Executive Officer di CNH Global N.V.[18]
2001: CNH Global, Kobe Steel Ltd. e Kobelco Construction Machinery concordano di istituire un’alleanza globale per la commercializzazione, lo sviluppo e la produzione di escavatori cingolati in tutto il mondo. L’alleanza con Kobelco prevede inoltre la distribuzione delle macchine movimento terra CNH in Giappone e nella regione Asia-Pacifico[19].
2002: CNH Global N.V. crea Fiat Kobelco Construction Machinery S.p.A. (Fiat Kobelco) e concorda una collaborazione nel campo del finanziamento al dettaglio a lungo termine in tutta Europa con BNP PARIBAS Lease Group (BPLG), il ramo leasing di BNP PARIBAS.[20].
2005: in Europa e America Latina, CNH razionalizza le famiglie di macchine movimento terra non Case riunendole sotto un solo marchio, New Holland Construction[15]. Il Consiglio di Amministrazione di CNH elegge Harold Boyanovsky President e Chief Executive Officer di CNH Global N.V.[21]
2006: Sergio Marchionne è nominato Chairman of the Board di CNH Global N.V.[22]
2007: Case Construction Equipment e Hyundai Heavy Industries siglano un’alleanza strategica per la produzione di un modello di pala gommata[23].
2010: Fiat annuncia che CNH, Iveco e Fiat Power Train Industrial & Marine saranno scorporati dal settore auto e quotati alla borsa di Milano come Fiat Industrial[24]. CNH e KAMAZ finalizzano un'alleanza strategica per la produzione e commercializzazione di macchine agricole e movimento terra in Russia.
2011: il 1º gennaio CNH diventa parte di Fiat Industrial S.p.A.
2012: Richard Tobin è nominato President e Chief Executive Officer di CNH Global N.V., viene firmato l'accordo di fusione tra CNH e Fiat Industrial S.p.A.

29 settembre 2013: CNH Global N.V. e Fiat Industrial S.p.A. si fondono creando CNH Industrial N.V.

Stabilimenti di produzione e presenza in tutto il mondo[modifica | modifica sorgente]

CNH aveva una rete di oltre 11.500 concessionari e distributori in circa 170 paesi nel mondo. I concessionari erano indipendenti e non di proprietà CNH, eccettuate 12 concessionarie in Nord America ed Europa. La base di produzione di CNH comprendeva 40 stabilimenti in Europa, America Latina, Nord America e Asia[25].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b ANNUAL REPORT PURSUANT TO SECTION 13 OR 15(d) OF THE SECURITIES EXCHANGE ACT OF 1934 in http://phx.corporate-ir.net/External.File. URL consultato il 14 giugno 2010.
  2. ^ Sito ufficiale di Case IH http://www.caseih.com
  3. ^ Sito ufficiale di New Holland http://www.newholland.com
  4. ^ Sito ufficiale di Steyr http://www.steyr-traktoren.com
  5. ^ Sito ufficiale http://www.case-ce.com
  6. ^ Sito ufficiale http://www.newholland.com
  7. ^ Sito di BNP Paribas http://www.bnpparibas.com/en/news/group.asp?Code=IPAL-849LKK&Key=Extension%20of%20the%20partnership%20between%20BNP%20Paribas%20Lease%20Group%20and%20Case%20New%20Holland%20(CNH)%20in%20Belgium%20and%20the%20Netherlands
  8. ^ CASE, Casece.com. URL consultato il 13 giugno 2010.
  9. ^ Elton Long Joins Construction Equipment Hall of Fame | Story ID: 17210 | Construction Equipment Guide
  10. ^ Sito ufficiale Casehttp://www1.casece.com/en_eu/Why-Case/Pages/Tier-4.aspx
  11. ^ Compact Equipment Online - 170 Years of Case Construction Equipment History Compressed into 1 Minute and 7 Seconds (Video)
  12. ^ International Harvester - Case IH History, Caseih.com. URL consultato il 13 giugno 2010.
  13. ^ a b Sito ufficiale Case IH http://www.caseih.com/en_gb/aboutus/pages/history.aspx
  14. ^ We New Holland - The world of New Holland, Agriculture.newholland.com. URL consultato il 13 giugno 2010.
  15. ^ a b New Holland Construction | Built Around You, Europe.construction.newholland.com. URL consultato il 13 giugno 2010.
  16. ^ Sito Ufficiale New Holland Construction http://www.t4aroundyou-newholland.com/en/default.aspx
  17. ^ CNH completes Flexi-Coil purchase - The Business Journal of Milwaukee, Milwaukee.bizjournals.com, 5 gennaio 2000. URL consultato il 13 giugno 2010.
  18. ^ Paolo Monferino Profile - Forbes.com, People.forbes.com. URL consultato il 13 giugno 2010.
  19. ^ 2001/03/29 Kobe Steel Kobelco and CNH Global to Set Up Global Alliance in Their Construction Equipment Business Agreement Includes Substantial Cross Investment Among The Companies, Kobelco.co.jp. URL consultato il 13 giugno 2010.
  20. ^ News - CNH and BNP Paribas Lease Group to expand retail financing activities a... | BNP Paribas Bank, Bnpparibas.com. URL consultato il 13 giugno 2010.
  21. ^ Harold D. Boyanovsky Profile - Forbes.com, People.forbes.com. URL consultato il 13 giugno 2010.
  22. ^ >> COMPANY >> Executive Profiles, CNH. URL consultato il 13 giugno 2010.
  23. ^ Case Construction Equipment and Hyundai Heavy Industries Form Strategic Alliance, Marketwire.com, 11 ottobre 2007. URL consultato il 13 giugno 2010.
  24. ^ Piano quinquennale Fiat Group
  25. ^ FORM 20F – p. 21. : http://phx.corporate-ir.net/External.File?item=UGFyZW50SUQ9MTc0MDU2fENoaWxkSUQ9LTF8VHlwZT0z&t=1

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]