La morte nel villaggio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo giallo di Edmund Crispin, vedi La morte nel villaggio (Crispin).
La morte nel villaggio
Titolo originale The Murder at the Vicarage
Autore Agatha Christie
1ª ed. originale 1930
Genere Romanzo
Sottogenere giallo
Lingua originale inglese

La morte nel villaggio è un romanzo giallo di Agatha Christie, stampato nel 2001 nella collana Il Giallo Mondadori con il numero 2739. Si tratta del primo libro nel quale s'incontra la figura di Miss Marple, destinata a diventare uno dei personaggi più popolari tra quelli creati dalla scrittrice inglese.

Fu pubblicato per la prima volta nel 1930 in Gran Bretagna e nel 1934 in Italia, pubblicato da Mondadori.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Una sera, il vicario del tranquillo villaggio inglese di St. Mary Mead, Leonard Clement, trova all'interno della sua biblioteca il corpo esanime del burbero colonnello Protheroe, ucciso da un colpo di pistola; inizialmente ad accusarsi del delitto è l'amante della moglie del litigioso ufficiale, un giovane pittore, ma la polizia indaga su altri abitanti e frequentatori del villaggio, tutte figure dai contorni poco definiti: una misteriosa donna arrivata da poco in paese, la figlia sedicenne del colonnello, un archeologo che lavora nei dintorni della canonica e la sua giovane assistente, il guardacaccia e la sua fidanzata Mary, domestica presso la casa del vicario. A risolvere il mistero è un'intelligente vecchietta di St. Mary Mead, Miss Marple.

Edizioni[modifica | modifica sorgente]