Carte in tavola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Carte in tavola
Titolo originale Cards on the Table
Autore Agatha Christie
1ª ed. originale 1936
Genere Romanzo
Sottogenere giallo
Lingua originale inglese
Serie Hercule Poirot
Preceduto da Non c'è più scampo
Seguito da Poirot sul Nilo

Carte in tavola è un romanzo giallo della scrittrice inglese Agatha Christie, pubblicato per la prima volta nel 1936. Il protagonista di questo romanzo è il celebre investigatore Hercule Poirot.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Decisamente uno strano invito a cena quello che ha ricevuto Poirot. Il suo anfitrione, il mefistofelico Shaitana, ha infatti promesso al celebre investigatore di mostrargli la più strana delle sue collezioni: quella di criminali che hanno commesso un delitto e non sono mai stati scoperti. Poirot, incuriosito, si reca al ricevimento con un funesto presentimento e ben presto scopre che la sua sensazione era ben motivata. Infatti, mentre gli invitati, tra i quali altri tre celebri cacciatori di delitti, sono impegnati in una partita a bridge, qualcuno pugnala a morte l'eccentrico padrone di casa. Il caso si presenta subito difficile da risolvere, il colpevole senza dubbio si nasconde tra gli ospiti, ma tutti sembrano al di sopra di ogni sospetto, eppure almeno uno di loro, in passato, ha già ucciso. La risoluzione appare inizialmente incomprensibile, ma l'investigatore belga con strani metodi riesce a ricostruire i fatti: l'assassino si presenta il meno probabile, il dottor Roberts. Apparso per la prima volta nel 1936, Carte in tavola, è una delle più celebri storie del "periodo d'oro" del giallo classico.

Aspetti della trama[modifica | modifica sorgente]

Nella trama del romanzo si riflette quella visione del delitto perfetto che Poirot aveva descritto al colonnello Hastings in La serie infernale.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

  • Hercule Poirot, celebre investigatore
  • Battle, sovrintendente di Scotland Yard
  • Ariadne Oliver, scrittrice di libri gialli
  • Shaitana, enigmatico anfitrione
  • Colonnello Race, del Servizio Segreto
  • Dottor Roberts, medico
  • Signora Lorrimer, distinta sessantenne
  • Maggiore Despard, esploratore
  • Anne Meredith, giovane donna
  • Rhoda Dawes, amica di Anne
Caratterizzazioni dei personaggi e riferimenti ad altri romanzi
  • Già protagonista di uno dei racconti della raccolta Parker Pyne indaga, fece il suo esordio in questo romanzo il personaggio di Ariadne Oliver, famosa scrittrice di libri gialli. Il personaggio comparve frequentemente in altri romanzi. È opinione comune che la Oliver fosse una trasposizione letteraria della stessa autrice, la quale ebbe in questo modo un espediente per intervenire con commenti e opinioni in modo pesante, addirittura "criticando" l'investigatore da lei creato. Emblematico il nome scelto per questo personaggio: Ariadne, in italiano Arianna, forse una frecciata al marito che anni addietro l'aveva abbandonata.
  • Oltre alla Oliver, furono inseriti nel romanzo altri personaggi destinati a rivivere in alcuni romanzi successivi: il sovrintendente Battle di Scotland Yard ricomparve, ad esempio, ne Il segreto di Chimneys e Verso l'ora zero; il Maggiore Despard e Rhoda Dawes in Un cavallo per la strega; il Colonnello Race in Assassinio sul Nilo e in Giorno dei morti.
  • Tra le pagine di questo romanzo la Christie inserì anche un riferimento a Assassinio sull'Orient-Express; Poirot mostra infatti a Rhoda Dawes l'arma di quel delitto, un pugnale.

Film tratti dal romanzo[modifica | modifica sorgente]

Edizioni[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Malavasi Editore: Carte in tavola

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]