Juan Ignacio Molina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Juan Ignacio Molina
Dal Diccionario histórico biográfico y bibliográfico de Chile - Virgilio Figueroa, 1872-1940.

Juan Ignacio Molina (Villa Alegre, 24 giugno 1740Imola, 13 settembre 1829) è stato un naturalista, botanico e gesuita cileno.

È considerato una delle più importanti figure della ricerca naturalistica latino americana di tutti i tempi ed europea del XIX secolo.

Vita[modifica | modifica sorgente]

Figlio di Agustín Molina e Francisca González Bruna, entrò nei gesuiti e divenne bibliotecario della casa dei Gesuita di Santiago del Cile.

Dopo l'espulsione dei Gesuiti dall'America del Sud, nel 1774, Molina si trasferì a Imola, dove prese ad esercitare l'insegnamento privato. Erudito naturalista già nel Cile, Molina condensò le sue memorie sulla fauna, la vegetazione ed i minerali del paese d'origine in un famoso e fondamentale "Saggio sulla storia naturale del Cile", successivamente tradotto anche in francese ed in spagnolo.

Molina studiò anche il Parco dei Gessi Bolognesi, osservando tutti i caratteri geologici e naturali del parco. Successivi studi e indagini furono pubblicati più avanti nel tempo. Uno di questi fu: "Memorie di Storia Naturale" (Bologna, 1822).

Morì in provincia di Bologna il 13 settembre 1829, a quasi novant'anni.

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • Compendio della Storia geografica, naturale, e civile del Regno del Chili. Bologna 1776.
  • Saggio sulla Storia Naturale del Chili del Signor Abate Giavinni Ignazio Molina Bologna, 1782.
  • Saggio sulla Storia Naturale Del Chili di Gio: Ignacio Molina Seconda edizione accresciuta e arricchita di una nuova carta geografica e del ritrati dell'autore Bologna 1810, Tipografia de Fratelli Masi e comp.
  • Memorie di Storia naturale, lette in Bologna nelle adunante dell'Istituto dall'Abate Gioan-Ignazio Molina Americano. Membro dell'Istituto Pontificio, Bologna. 1821. Tipografia Marsigle con approvazione

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

La città di Bologna gli ha dedicato un busto in marmo, assieme a quelli di altri illustri bolognesi.

Un fruttifero arbustivo delle foreste pluviali di Valdivia in Cile, da lui descritto, come Myrtus ugni, ora chiamato Ugni molinae, ha il nome specifico ispirato al suo cognome.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]


Molina è l'abbreviazione standard utilizzata per le piante descritte da Juan Ignacio Molina.
Elenco delle piante assegnate a questo autore dall'IPNI
Consulta la lista delle abbreviazioni degli autori botanici.

Controllo di autorità VIAF: 32038786 LCCN: n81041855