Bernardino Realino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
San Bernardino Realino
Reliquie di San Bernardino Realino a Lecce
Reliquie di San Bernardino Realino a Lecce
Nascita 1530
Morte 1616
Venerato da Chiesa cattolica
Canonizzazione 1947
Ricorrenza 2 luglio
Patrono di Lecce

Bernardino Realino (Carpi, 1º dicembre 1530Lecce, 2 luglio 1616) è stato un gesuita italiano, proclamato santo da papa Pio XII nel 1947.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la laurea in legge conseguita nel 1556 a Bologna, ricoprì la carica di podestà dei paesi di Felizzano e Cassine; fu poi pretore a Castelleone.

Entrato al servizio del marchese Francesco Ferdinando d'Avalos, viceré di Sicilia, si trasferì a Napoli e nel 1564 maturò la decisione di farsi religioso della Compagnia di Gesù: svolse attiva opera di apostolato soprattutto a Lecce, dove si spense nel 1616. Le reliquie sono custodite nella Chiesa del Gesù di Lecce.

Fu canonizzato nel 1947 da papa Pio XII.

Memoria liturgica il 2 luglio.

Chiese dedicate[modifica | modifica wikitesto]

A Carpi (MO), sua città natale è a lui dedicata la moderna chiesa parrocchiale in via Alghisi eretta nel 1957 in un popoloso quartiere residenziale. A Lecce è dedicata una chiesa parrocchiale, sorta nel 1972.

A Cassine (AL), dove ha ricoperto la carica di podestà, gli è stata intitolata una via del centro storico.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 70077837