Giacomo Rho

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giacomo Rho (Milano, 1593Pechino, 27 aprile 1638) è stato un gesuita italiano, che servì come missionario e astronomo alla corte imperiale di Pechino.

L'osservatorio astronomico imperiale a Pechino

Figlio di un avvocato, divenne un gesuita all'età di 20 anni. Anche se in seguito si rivelò brillante in matematica, all'inizio fu uno studente mediocre.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Dopo essere stato ordinato a Roma dal cardinale Roberto Bellarmino, nel 1617 s'imbarcò per le missioni in Estremo Oriente insieme a 44 confratelli. Dopo un breve soggiorno a Goa si trasferì a Macao. Qui ricevette la sua preparazione finale per la sua missione in Cina da parte del Collegio universitario gesuita di San Paolo.[1] Trovandosi a Macao quando gli Olandesi tentarono di occupare la colonia portoghese nel 1622, insegnò agli abitanti il miglior uso dell'artiglieria, contribuendo a salvare la città. Questi servigi gli aprirono quindi le porte della Cina.

Rho imparò rapidamente la lingua cinese e nel 1631 l'imperatore Chongzhen lo convocò a Pechino per lavorare alla riforma del calendario cinese. Insieme al gesuita tedesco Johann Adam Schall von Bell si dedicò assiduamente a questo compito fino alla sua morte sette anni dopo, nel 1638. Numerosi funzionari cinesi parteciparono alle sue esequie nel cimitero dei Gesuiti Zhalan a Pechino.

Rho lasciò una serie di opere sulla riforma del calendario cinese e su varie questioni astronomiche e teologiche.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Huang Qichen, «The First University in Macau: The Cólegio de Saõ Paulo», in John W. Witek (a cura di), Religion and Culture: An International Symposium Commemorating The Fourth Centenary of The University College of St. Paul - Macau, 28 November to 1 December 1994, Macao, Instituto Cultural de Macau, 1999, pp. 257-260

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • L. Carrington Goodrich & Chao-Ying Fang (a cura di), Dictionary of Ming Biography, 2 voll., New York / Londra, Columbia University Press, 1976
  • Questo articolo incorpora testo da una pubblicazione ora di pubblico dominio: Charles Hebermann (a cura di), "Giacomo Rho". Catholic Encyclopedia, Robert Appleton Company, 1913. La voce cita:
    • Augustin de Backer & Carlos Sommervogel, Biblioth. de la Comp. de Jésus, VI (9 voll., Bruxelles e Parigi, 1890–1900), pp. 1709–11;
    • Huc, Christianity in China, Tartary and Thibet, II (tr. New York, 1884), pp. 265-66.

Controllo di autorità VIAF: 101242267