Esposizione universale di Londra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Expo 1851)
Expo 1851
Regno Unito Londra
L'industria di tutte le nazioni
Logo dell'Ufficio Internazionale delle Esposizioni
Esposizione universale
Periodo dal 1º maggio
al 11 ottobre
Partecipanti 25 Paesi
Visitatori 6 milioni
Area 10,4 ha
Cronologia
Precedente
/
Successiva
Expo 1855
Francia Parigi
 

La Grande esposizione universale di Londra (Great Exhibition of the Works of Industry of all Nations, ovvero "Grande Esposizione delle opere dell'Industria di tutte le Nazioni"), fu la prima esposizione universale ed ebbe luogo ad Hyde Park dal 1º maggio al 11 ottobre 1851. Ad essa seguì la lunga serie di esposizioni universali di cultura e industria, dall'Ottocento ad oggi.

L'esposizione universale di Londra fu promossa dal principe Alberto, Henry Cole, Francis Fuller, Charles Dilke e da altri membri della Royal Society of Arts come celebrazione delle moderne tecniche industriali.

Per l'occasione venne costruito il celebre Crystal Palace ("Palazzo di cristallo"), un'enorme edificio in ferro e vetro.

Paesi partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Paesi[1]
Americhe
Africa
Asia
Europa
Oceania

Il Crystal Palace[modifica | modifica wikitesto]

Il Crystal Palace presso Hyde Park, 1851.
Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Crystal Palace (palazzo).

Un grande edificio in ferro e vetro costruito per l'occasione, il Crystal Palace (Palazzo di Cristallo), conteneva l'esposizione. Progettato da Joseph Paxton con la collaborazione dell'ingegner Charles Fox, fu eretto in soli nove mesi. Appariva come un enorme casa di vetro costruita su una struttura di travi di acciaio, al cui interno furono inserite statue e alberi che rappresentavano il trionfo dell'uomo sulla natura, oltre che conferire un piacevole tocco estetico. Il palazzo non fu solo un enorme successo architettonico, ma è da considerarsi un capolavoro ingegneristico capace di veicolare l'importanza dell'intera esposizione. L'intero edificio fu trasferito in una zona a sud di Londra, Sydenham, in un'aera che venne poi chiamata proprio "Crystal Palace", prima di essere distrutto da un incendio il 30 novembre 1936.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bollettino ufficiale del BIE
  2. ^ Come colonia francese.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]