Royal Society of Arts

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La sede della Royal Society of Arts a Londra

La Royal Society for the Encouragement of Arts, Manufactures and Commerce (in italiano Reale Società per l'incoraggiamento delle Arti, Manifatture e Commercio) meglio nota con come Royal Society of Arts o per la sua sigla RSA, è una ONG fondata nel 1754 in Inghilterra, i finanziamenti le derivano dalla sottoscrizione dei suoi membri, patrocinio e donazioni di persone, campagne e fondazioni caritatevoli[1].

Tra i suoi membri storici più celebri si ricordano: Benjamin Franklin, Charles Dickens, Adam Smith, William Hogarth e in tempi più contemporanei i nomi di John Diefenbaker, Stephen Hawking e Tim Berners-Lee, su un totale di oltre 27.000 membri provenienti da 70 paesi diversi.

Le venne concesso il Regio decreto-legge emanato dal monarca in carica nel 1847[2], mentre nel 1908 il re Edoardo VII del Regno Unito concesse alla società il diritto di porre il termine Royal nel loro nominativo.

Nella sua lunga storia ha vinto diversi premi e il suo scopo è quello di dedicarsi alle attività sociali e porre attenzione sull'ingegno umano, attraverso la produzione e conservazione delle opere d'arte, della manifattura e del commercio.

Presidenti della RSA[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ About the RSA.
  2. ^ History of the RSA.
  3. ^ AIM25 text-only browsing: Royal Society of Arts: ROYAL SOCIETY OF ARTS. Aim25.ac.uk. Consultato il 2013-07-17.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]