Cucina dell'Orissa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
abadha
Rasagola
Havisha dalma
Dahi Badi
Manda Pita

La Cucina dell'Orissa (ōḍiā rāndhaṇā) è la cucina dello stato indiano orientale dell'Orissa. Le pietanze di quest'area sono ricche e variegate, e fanno un largo uso di ingredienti locali. I sapori sono generalmente delicati e poco piccanti, a differenza dei curry fortemente piccanti associati alla Cucina indiana. Il pesce e i crostacei come granchi e gamberi sono molto diffusi. Viene consumata anche carne di pollo e montone ma solo occasionalmente. Solo il 6% della popolazione di Orissa è vegetariana, e questo si rispecchia nella loro cucina. Lolio usato è l'olio di senape, ma nei festival viene usato il ghee.

Il Panch phutana, un mix di cumino, senape, finocchio, fieno greco e Kalonji (Nigella) è ampiamente usata per le verdure e i dal, mentre il curry garam masala e haladi (curcuma) sono comunemente utilizzati per i curry non-vegetariani. Il Pakhala, un piatto a base di riso, acqua e yogurt, che viene fermentato durante la notte, è molto popolare in estate, in particolare nelle aree rurali. Gli abitanti di Orissa sono molto appassionati di dolci e un pasto orissiano non è considerato completo senza il dolce alla fine. Feste e digiuni richiedono una cucina senza cipolla e aglio, mentre gli altri giorni richiedono un profumo di aglio e cipolla in pasta di curry. Si possono trovare ristoranti che servono cibo senza cipolla e aglio in luoghi importanti come Puri e altre zone costiere, che son gestiti da proprietari bramini.

Piatti[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]