Wattora

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Chilowattora)

Il wattora (simbolo W·h, W h oppure Wh) è un'unità di misura dell'energia, definita come l'energia necessaria a fornire una potenza di un Watt (W) per un'ora (h). Non fa parte del sistema internazionale e in pratica sono utilizzati solo alcuni suoi multipli, in particolare il chilowattora (con simbolo kWh), equivalente a 1 000 wattora cioè all'energia necessaria per fornire una potenza di un chilowatt per un'ora.

Equivalenza con l'unità di misura SI[modifica | modifica wikitesto]

Corrisponde a 3,6 kJ, perché un'ora è composta da 3600 secondi e 1 W s = 1 J. Unità derivate sono il chilowattora (come mille W·h, simbolo kWh), il megawattora (come 1 milione W·h, simbolo MWh) oppure il milliwattora (come 1/1000 W·h, simbolo mWh) e così via.

Esempi[modifica | modifica wikitesto]

Una stufa da 1 000 watt (1 kW) accesa per un'ora utilizza un chilowattora (pari a 3,6 megajoule) di energia.
Una lampadina da 60 watt accesa per un'ora consuma 0,06 chilowattora di elettricità.
Una lampadina da 60 watt accesa per mille ore (200 giorni per cinque ore al giorno) consuma 60 chilowattora di elettricità.

Multipli e sottomultipli[modifica | modifica wikitesto]

Multiplo Nome Simbolo Sottomultiplo Nome Simbolo
100 wattora W·h      
103 chilowattora kW·h 10−3 milliwattora mW·h
106 megawattora MW·h 10−6 microwattora µW·h
109 gigawattora GW·h 10−9 nanowattora nW·h
1012 terawattora TW·h 10−12 picowattora pW·h
1015 petawattora PW·h 10−15 femtowattora fW·h

Di fatto vengono usati solo i multipli, in particolare chilowattora, megawattora e gigawattora.

Il wattora misura una quantità di energia, mentre il watt misura una potenza, ovvero un'energia (1 joule) consumata o prodotta in un intervallo di tempo (di 1 secondo). Il GW·h/anno è una misura di potenza spesso usata per le centrali elettriche. Essa dà una misura dell'energia totale erogata in media ogni anno, che tiene conto dei periodi in cui la centrale non è in funzione o non fornisce piena potenza.

Notazione simbolica[modifica | modifica wikitesto]

L'uso della notazione "kWh" (MWh, mWh, etc.) non è conforme alla norma del Sistema Internazionale. Secondo quest'ultimo, è da preferire la notazione kW·h, con l'esplicita evidenza del simbolo di moltiplicazione tra le due unità che formano il simbolo. In alternativa al punto prodotto '·' è ammesso l'uso del mezzo spazio, che però potrebbe trarre in inganno, perciò alcuni, in mancanza del '·', preferiscono usare un simbolo usato in informatica per indicare il prodotto, ovvero l'asterisco '*' (quindi kW*h). La linea di condotta suggerita dall'Ufficio Internazionale dei Pesi e delle Misure, nel documento sul Sistema Internazionale delle Unità di misura, sia nella edizione in lingua francese sia in quella in lingua inglese, è sintetizzata al paragrafo 5.1, pag.130, ove si legge: "Il prodotto deve essere indicato da uno spazio o da un punto a mezza altezza (·), altrimenti alcuni prefissi potrebbero essere male interpretati come simboli di unità". Al successivo paragrafo 5.2 si legge: "Sia nella lingua francese sia in quella inglese, qualora il nome di una unità derivata è formata dal nome di unità individuali tramite moltiplicazione, allora si usa o uno spazio o il trattino per separare il nome delle unità individuali." Questo significherebbe kW–h, che però potrebbe essere confuso con una sottrazione. Da qui la preferenza al simbolo kW·h, che ovvia alla male interpretazione paventata al paragrafo 5.1 del documento citato.


Riassumendo: