Canone televisivo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il canone TV in Europa (dati 2012-2013)
Presenza del canone TV

██ Solo canone

██ Canone e introiti pubblicitari

██ Canone, introiti pubblicitari e sostegno governativo

Assenza del canone TV

██ Solo pubblicità (non indicati Liechtenstein e Principato di Monaco)

██ Sostegno governativo e introiti pubblicitari (non indicata Andorra)

██ Solo sostegno governativo (Estonia)

██ Fonti incerte

Il canone televisivo è un tributo richiesto per finanziare la radiodiffusione pubblica nei vari paesi, permettendo così la trasmissione di programmi con poca o nessuna pubblicità.

Tra i Paesi che hanno abolito il canone/imposta ci sono Olanda, Ungheria, Bulgaria, Spagna, Belgio fiammingo, Lussemburgo, Portogallo, Lituania, Lettonia, Polonia, Estonia, Bielorussia, Ucraina, Moldavia, Russia e Turchia. Si paga invece il canone, ma non c'è pubblicità commerciale, in Francia, Danimarca, Svezia, Norvegia, Finlandia.

Europa[modifica | modifica sorgente]

Nazione Prezzo in euro
Foo 10 10 10-10-2000
Albania Albania €5,81
Austria Austria variabile a seconda del Land
Belgio Belgio €172,39
Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina €36,00
Croazia Croazia €137,00
Rep. Ceca Repubblica Ceca €65,94
Danimarca Danimarca €303,35
Francia Francia €121,00
Germania Germania €215,76
Grecia Grecia sospeso temporaneamente
Irlanda Irlanda €160,00
Italia Italia €113,50
Macedonia Repubblica di Macedonia €25,99
Malta Malta €34,40
Montenegro Montenegro €42,00
Norvegia Norvegia €315,57
Polonia Polonia €52,57
Romania Romania €11,27
Slovacchia Slovacchia €42,00
Slovenia Slovenia €132,00
Serbia Serbia €56,50
Svezia Svezia €232,47
Svizzera Svizzera €360,65
Regno Unito Regno Unito €185.11

Austria[modifica | modifica sorgente]

Nel paese alpino, l'importo del canone varia a seconda del Land di residenza.

Croazia[modifica | modifica sorgente]

L'importo del canone è calcolato in base allo stipendio medio della nazione.

Finlandia[modifica | modifica sorgente]

Dal 2013 il canone è sostituito da una particolare imposta progressiva.

Francia[modifica | modifica sorgente]

In Francia il canone è di 123€ per l'anno 2011, mentre per i territori d'oltremare è di 74€.

Germania[modifica | modifica sorgente]

Dal 1º Gennaio 2013, il canone (Rundfunkgebühr) ammonta a 215,76€ per abitazione (17,98€ al mese), indistintamente dal fatto che si possieda o no una televisione o una radio.

Grecia[modifica | modifica sorgente]

In attesa della nascita di una nuova radiotelevisione pubblica al posto di ERT, chiusa a giugno 2013, il canone è stato sospeso.

Irlanda[modifica | modifica sorgente]

€160, non pagano i residenti oltre i 70 anni, in alcuni casi gli oltre 66 e i ciechi.

Italia[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Canone televisivo in Italia.

In Italia l'importo del canone riceve ogni anno un aumento pari al tasso di inflazione annuo reale, per il 2013 l'imposta è di € 113,50. Esso deriva da un regio decreto del 1938.

Norvegia[modifica | modifica sorgente]

La NRK è finanziata da un canone di 2477,52 corone (€314.78).

Paesi Bassi[modifica | modifica sorgente]

Nei Paesi Bassi, il canone televisivo venne abolito negli anni 1980 a seguito della nascita delle prime televisioni private.

Portogallo[modifica | modifica sorgente]

Il canone fu abolito nel 1992 dal governo di Cavaco Silva. L'emittente RTP è finanziata dal governo, dalla pubblicità, e da una contenuta tassa radiofonica.

Spagna[modifica | modifica sorgente]

Non esiste un canone, l'emittente RTVE è finanziata dal governo.

Svezia[modifica | modifica sorgente]

La SVT è finanziata esclusivamente da un canone di 2076 corone (€232.47).

Svizzera[modifica | modifica sorgente]

Per la ricezione privata (utenze domestiche) (dati relativi al 2010)

  • 42,25 CHF (circa 31 €) a trimestre solo per ricezione radiofonica (169,00 CHF / 124 € annui)
  • 72,35 CHF (circa 54 €) a trimestre solo per ricezione televisiva (289,40 CHF/ 216 € annui)
  • 115,50 CHF (circa 85 €) a trimestre per entrambe le ricezioni (458,40 CHF / 340 € annui)

I canoni possono essere pagati a frazione mensile o trimestrale.

Regno Unito[modifica | modifica sorgente]

£145.50 (€174.99) per la televisione a colori e £49.00 (€58.89) per il bianco e nero. Non pagano i residenti oltre i 75 anni e tutti coloro che abitano in ospizi e centri di accoglienza. I ciechi hanno diritto al 50% di rimborso sul totale pagato. La tassa non è sul possesso dell'apparecchio televisivo in sé, ma si applica soltanto a chi "vede in diretta o registra le trasmissioni trasmesse". Se si possiede un televisore ma lo si usa soltanto per altri scopi (per esempio videogiochi, DVD, streaming on demand) non è necessario pagarla.

Repubblica Ceca[modifica | modifica sorgente]

70€ per la televisione, 30€ per la radio (2009).

Asia[modifica | modifica sorgente]

Israele[modifica | modifica sorgente]

La Israel Broadcasting Authority viene finanziata dal canone e dalla pubblicità, il canone è di 70€.

Giappone[modifica | modifica sorgente]

La Nippon Hoso Kyokai è finanziata dal canone, 15.490 yen (circa 110€) per la televisione terrestre, 25.520 (164€) per la televisione satellitare. Vi è un altro canone per la televisione in bianco e nero.

Corea del Sud[modifica | modifica sorgente]

La Korean Broadcasting System e la Educational Broadcasting System sono finanziati dal canone, che è di 30.000 won (25€).

Pakistan[modifica | modifica sorgente]

La Pakistan Television Corporation è finanziata dal canone, che è di 300 rupia (3,86€).

Africa[modifica | modifica sorgente]

Ghana[modifica | modifica sorgente]

La Ghana Broadcasting Corporation è finanziata dal canone, che è di 3.000 cedi (0,29€).

Namibia[modifica | modifica sorgente]

La Broadcasting Corporation Namibia è finanziata dal canone di 204 dollari niberiani (23€).

Sudafrica[modifica | modifica sorgente]

La South African Broadcasting Corporation è finanziata dal canone di 250 rand (23€).

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]