Finanza pubblica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La finanza pubblica è l'espressione che si usa per le tematiche della ricerca e dell'impiego di risorse finanziarie da parte della pubblica amministrazione.

Rappresenta i processi con cui enti pubblici e stati gestiscono i flussi monetari (raccolta, allocazione e usi) nel tempo.

Campi di applicazione[modifica | modifica sorgente]

All'interno del settore generale della finanza, quello della finanza pubblica riguarda il finanziamento, il bilancio e la contabilità:

I principi su cui si basa[modifica | modifica sorgente]

La finanza pubblica segue fondamentalmente sei grandi principi:

Il bilancio pubblico: procedure, risorse, spese[modifica | modifica sorgente]

La procedura annuale di bilancio pubblico, la legge finanziaria in Italia, è un momento parlamentare molto importante in molti paesi. Le risorse e le spese considerate sono le seguenti:

  • Le risorse pubbliche provengono fondamentalmente dai prelievi fiscali, contributi obbligatori (imposte, tasse...) spesso completate dai mutui. Gli introiti derivanti dai timbri (postale, marca da bollo, ecc.)
  • Le spese pubbliche riguardano il funzionamento, gli investimenti e le redistribuzioni fiscali.

Equilibrio di bilancio e debito pubblico[modifica | modifica sorgente]

Il saldo tra risorse pubbliche a netto dei prestiti e spese pubbliche è il surplus di bilancio o deficit pubblico dell'anno. Per giudicare la salute finanziaria di un Ente pubblico si possono guardare i seguenti indici:

  • Risorse a netto dei prestiti / spese

Altri indici permettono di giudicare la salute finanziaria di Enti pubblici nel loro complesso:

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

economia Portale Economia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di economia