Camillo Milli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Da sinistra, Alberto Sordi, il sindaco di Roma Luigi Petroselli, Camillo Milli, Paolo Stoppa e Mario Monicelli, al primo ciak de Il marchese del Grillo in Campidoglio

Camillo Milli, pseudonimo di Camillo Migliori, (Milano, 1º agosto 1929) è un attorecaratterista e regista teatrale italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Ha partecipato come attore non protagonista in moltissime pellicole del cinema italiano e come interprete teatrale, particolarmente apprezzato nelle opere goldoniane.

Negli anni sessanta e settanta è stato molto attivo anche in televisione, dove ha interpretato diversi sceneggiati televisivi.

Pur non avendo ricoperto ruoli principali è uno degli attori caratteristi più ricordati nel cinema italiano, soprattutto per la simpatia e la bravura; basti ricordare il ruolo del Cardinale Segretario di Stato ne Il marchese del Grillo, il ruolo del presidente Borlotti ne L'allenatore nel pallone, recitato insieme a Lino Banfi, il ruolo del crudele direttore Barambani in Fantozzi contro tutti, del cieco (poco attento) in Ho vinto la lotteria di capodanno e del dottor Piedimonte in Rimini Rimini, tre pellicole interpretate da Paolo Villaggio. Un altro simpatico ruolo è quello in Casa mia casa mia..., dove interpreta il proprietario di una gioelleria e recita al fianco di Renato Pozzetto.

Vive a Genova.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Prosa televisiva RAI[modifica | modifica sorgente]

Carosello[modifica | modifica sorgente]

Ha lavorato ad un carosello con Ernesto Calindri e Franco Volpi[1] dal 1957 al 1963

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Ernesto Calindri e Franco Volpi

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]