Camillo Milli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Da sinistra, Alberto Sordi, il sindaco di Roma Luigi Petroselli, Camillo Milli, Paolo Stoppa e Mario Monicelli, al primo ciak de Il marchese del Grillo in Campidoglio

Camillo Milli, pseudonimo di Camillo Migliori, (Milano, 1º agosto 1929) è un attorecaratterista e regista teatrale italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Ha partecipato come attore non protagonista in moltissime pellicole del cinema italiano e come interprete teatrale, particolarmente apprezzato nelle opere goldoniane.

Negli anni sessanta e settanta è stato molto attivo anche in televisione, dove ha interpretato diversi sceneggiati televisivi.

Pur non avendo ricoperto ruoli principali è uno degli attori caratteristi più ricordati nel cinema italiano, soprattutto per la simpatia e la bravura; basti ricordare il ruolo del Cardinale Segretario di Stato ne Il marchese del Grillo, il ruolo del presidente Borlotti ne L'allenatore nel pallone, recitato insieme a Lino Banfi, il ruolo del crudele direttore Barambani in Fantozzi contro tutti, ma anche del primario di ortopedia (!) che dovrebbe fare abortire la figlia Mariangela nel capitolo successivo della saga, del cieco (poco attento) in Ho vinto la lotteria di capodanno e del dottor Piedimonte in Rimini Rimini, tutte pellicole interpretate da Paolo Villaggio. Un altro simpatico ruolo è quello in Casa mia casa mia..., dove interpreta il proprietario di una gioelleria e recita al fianco di Renato Pozzetto.

Vive a Genova.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Prosa televisiva RAI[modifica | modifica sorgente]

Carosello[modifica | modifica sorgente]

Ha lavorato ad un carosello con Ernesto Calindri e Franco Volpi[1] dal 1957 al 1963

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Ernesto Calindri e Franco Volpi

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]