Alessandro Siani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alessandro Siani a Castellabate per l'anteprima di Benvenuti al Sud (2010)

Alessandro Siani, nome d'arte di Alessandro Esposito (Napoli, 17 settembre 1975), è un comico, cabarettista, doppiatore, sceneggiatore, attore e regista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Siani ha iniziato la sua carriera all'interno del laboratorio "Tunnel Cabaret", storico locale sito a Santa Chiara. Benché giovanissimo, nel 1995 vince il "Premio Charlot" come migliore cabarettista dell'anno. È stato, inoltre, il vincitore di alcuni premi nazionali, come "Franca Villa" e "Ascea Ridens" (presidente della giuria, l'attore comico napoletano Francesco Paolantoni)[1].

Riceve in piazza della Rinascita a Pescara un premio speciale durante la 41ª edizione dei Premi Flaiano il 20 luglio 2014[2].

Decise di usare il cognome Siani in onore dell'indimenticabile giornalista Giancarlo Siani assassinato dalla camorra il 23 settembre 1985

Televisione regionale[modifica | modifica wikitesto]

Ha fatto il suo esordio nel 1998-99, durante la terza edizione della trasmissione napoletana Telegaribaldi, nel trio A Testa in giù composto da Siani stesso, Francesco Albanese e Peppe Laurato. Il trio interpretava uno sketch ambientato in una discoteca, in cui Tatore (Alessandro), un ragazzo cafone e arrogante, respingeva le avances della brutta e grassa Ivana (Peppe, il quale dopo la separazione dal trio, oggi compone insieme a Massimo Borrelli il duo di cabaret i DUE x DUO), mentre lo stralunato dj Checco-Lecco (Francesco) urlava ad alta voce i suoi slogan improbabili. L'anno dopo, nella quarta stagione di Telegaribaldi, Siani interpretò due personaggi: lo stesso Tatore, stavolta solo con Checco-Lecco, e il procuratore Alex Damiani.

Successivamente ha partecipato ad un altro programma campano, Pirati, condotto da Biagio Izzo. Nel 2002 è approdato a Telecapri presentando, insieme ad Alan De Luca, il Maradona Show.[1] Alessandro Siani ha inoltre doppiato in lingua napoletana spezzoni del cartone animato Jeeg robot d'acciaio, trasformato per l'occasione in "Giggig robot d'acciaio", andati in onda sull'emittente campana Telenapoli 34 durante lo spettacolo da lui condotto, "Movida".

Televisione nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2003 si fa conoscere alla trasmissione comica Bulldozer di Rai 2, condotta da Federica Panicucci, reinterpretando Tatore. Il suo personaggio ha ottenuto subito un buon successo e approvazione a livello nazionale.[3] Fra le sue apparizioni, lo ricordiamo anche a Domenica In con Mara Venier, nel varietà Guarda che luna (Rai Uno, 2004).

Il successo a teatro[modifica | modifica wikitesto]

Grazie allo spettacolo teatrale "Fiesta", nel dicembre 2004, con Francesco Albanese e Carmela Nappo, Siani diventa uno dei comici più popolari in Campania e in generale nel sud Italia, con la nascita di veri e propri tormentoni. Il successo teatrale di Fiesta (allestito per oltre un mese al teatro Diana di Napoli) ha portato all'uscita del DVD dell'omonimo spettacolo, che ha venduto 26000 copie.[1] Fiesta è seguito nel 2005 dalla tournée del suo nuovo spettacolo, "Tienimi Presente" e "Per Tutti". Nello stesso anno ha condotto l'edizione di Sanremo Giovani. I suoi spettacoli sono sempre dedicati a Giovanni Sisto, fratellastro di Siani.

Lo sbarco al cinema[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2006 è stato protagonista del film Ti lascio perché ti amo troppo di Francesco Ranieri Martinotti prodotto da Mauro Berardi. La prima esperienza di Alessandro Siani nel campo del cinema (il trio Albanese-Ranieri Martinotti-Siani si è occupato anche del soggetto e delle sceneggiature) gli ha fatto guadagnare il premio di miglior attore al Giffoni Film Festival.

Nello stesso anno è stato fra gli attori di Natale a New York, insieme a Christian De Sica, Massimo Ghini, Elisabetta Canalis, Sabrina Ferilli.[1] In contemporanea ha continuato le sue apparizioni su Rai 2 comparendo come inviato dallo stadio San Paolo a Quelli che... il calcio (condotto da Simona Ventura) e dal 4 dicembre 2006 è stato al timone di Libero. La trasmissione è stata però sospesa dal palinsesto dopo appena due puntate per carenza di ascolti.

Alla fine dell'aprile 2007 esce sul mercato il suo secondo DVD intitolato Tienimi presente. Il 12 maggio ha portato allo Stadio San Paolo lo spettacolo Per tutti, con un'affluenza di circa 25000 persone. Nel giugno 2007 ha condotto su Rai 2 insieme a Serena Garitta Tribbù, trasmissione comica ambientata contemporaneamente a Napoli e a Varese.[1] Nel Natale 2007 è tornato al cinema con Christian De Sica e Michelle Hunziker in Natale in crociera di Neri Parenti. Dopo il successo che ha avuto con Christian De Sica nei film di Natale, dal 23 dicembre 2008 ha girato in tour con lo spettacolo chiamato Più di prima[1].

Il 25 gennaio 2009 sale sul palco di Colorado Cafè dove si è esibito per promuovere il suo spettacolo teatrale. Nel Natale del 2009, ha riproposto il suo tour Più di prima...international, riscuotendo un moderato successo. Ha poi partecipato a "Made in Sud", spettacolo comico con vari comici del sud e napoletani come Gigi & Ross, con la conduzione di Fatima Trotta, I MalinComici, il prof. Enzo Fischetti e tanti altri.

Benvenuti al Sud, Benvenuti al Nord, Sanremo e il debutto da regista[modifica | modifica wikitesto]

Il 1 ottobre 2010 è uscito Benvenuti al Sud, remake del film francese del 2008 Giù al Nord, che vede come co-protagonista Siani insieme a Claudio Bisio nel ruolo di impiegato delle Poste al fianco del suo nuovo capoufficio interpretato dallo stesso Bisio.[4] Il film ottiene un grandissimo successo, sia di pubblico che di critica, e raggiunge l'incasso di 29 873 491 €, raggiungendo il 5º posto nella classifica dei maggiori incassi in Italia di tutti i tempi.[5]

Nel 2011 ha dato la voce a Francesco Bernoulli nel film Cars 2, sequel di Cars - Motori ruggenti[6] e ha partecipato al film La peggior settimana della mia vita, a fianco a Fabio de Luigi e Cristiana Capotondi nel ruolo del testimone dello sposo, Ivano. Dopo il successo ottenuto dal film, però, Siani rivela che non parteciperà al sequel, Il Peggior Natale della Mia Vita.[7] Il 18 gennaio 2012 è uscito Benvenuti al Nord, sequel di Benvenuti al Sud, che vede come co-protagonista Siani sempre insieme a Bisio in qualità di impiegato delle Poste trasferito a Milano.[8] Il film ottiene un grande successo di pubblico, raggiungendo l'incasso complessivo di 27 178 307 €[9], ma viene penalizzato dalla critica.[10].

Il 17 febbraio 2012 interviene come ospite al 62º Festival di Sanremo nel corso della quarta puntata dove recita un monologo di circa venti minuti riguardo alcuni temi di attualità: dalle pensioni allo spread, concludendo poi con una seria dissertazione sull'unità di Italia[11]. Nel 2012 prosegue il suo tour chiamato Sono in zona show[12]. È stato presente anche alla quarta puntata dell'undicesima edizione del talent show Amici condotto da Maria De Filippi, scherzando ancora una volta sulla crisi e sul programma della De Filippi.

Il 2013 vede il suo debutto alla regia, con il film Il principe abusivo, ambientato a Napoli. Tra gli attori troviamo Christian De Sica, Serena Autieri e Sarah Felberbaum. Il film si rivela un grande successo al botteghino, registrando un incasso di oltre 15 milioni di euro[senza fonte].

Dopo il successo con Il principe abusivo nel maggio 2014, Siani, inizia sulla costiera amalfitana le riprese del suo secondo film alla regia, dal titolo "Si accettano miracoli". Nel cast oltre all'attore napoletano, troviamo anche Fabio De Luigi, Serena Autieri e Ana Caterina Morariu. Il film, prodotto da Cattleya, verrà distribuito nelle sale da 01 Distribution a partire dal 1º gennaio 2015[senza fonte].

Critiche e controversie[modifica | modifica wikitesto]

Il 26 luglio 2013 Siani doveva esibirsi per uno spettacolo di beneficenza a Pompei, la cui somma sarebbe stata da destinarsi alla stessa area archeologica. Tuttavia prima di iniziare c'è stato un surplus di 80 biglietti omaggio che ha fatto decidere al comico di non esibirsi in segno di protesta. Tuttavia lo stesso Siani ha deciso di versare i 20.000 € che erano stati previsti in beneficenza.[13]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatore[modifica | modifica wikitesto]

Conduzioni Televisive[modifica | modifica wikitesto]

Spettacoli[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f Biografia, alessandrosiani.it.
  2. ^ Francesco Di Brigida, Premi Flaiano: tutti i Pegaso D’Oro della 41ª edizione in Il Fatto Quotidiano, 24 luglio 2014. URL consultato il 27 luglio 2014.
  3. ^ Effetto Sabato, rai.tv.
  4. ^ Benvenuti al Sud, mymovies.it.
  5. ^ Tante belle giornate per il cinema italiano, movieplayer.it, 10 gennaio 2011. URL consultato il 22 luglio 2011.
  6. ^ Cars 2: ecco le voci italiane, movieplayer.it, 1 giugno 2011. URL consultato il 19 febbraio 2012.
  7. ^ Siani e Guerritore non reciteranno ne Il Peggior Natale della Mia Vita, movieplayer.it, 17 febbraio 2012. URL consultato il 19 febbraio 2012.
  8. ^ Benvenuti al Nord, mymovies.it.
  9. ^ Benvenuti al Nord in Movieplayer.it, CR Publishing srl.
  10. ^ Silvia Urban, Recensione di Benvenuti al Nord, BestMovie.it, 16 gennaio 2012.
  11. ^ Il Festival di Sanremo acclama Siani e premia il teenager Alessandro Casillo in LaStampa.it.
  12. ^ Sito ufficiale di Alessandro Siani
  13. ^ Fulvio Bufi, Siani annulla lo show per Pompei dopo la rissa tra imbucati e paganti, Corriere, 28 luglio 2013. URL consultato il 27 luglio 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]