Il domestico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il domestico
Il domestico.jpg
Martina (Leonora Fani) seduce Sasà (Lando Buzzanca)
Paese di produzione Italia
Anno 1974
Durata 105 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Luigi Filippo D'Amico
Soggetto Sandro Continenza, Raimondo Vianello
Sceneggiatura Sandro Continenza, Raimondo Vianello
Produttore Medusa Film
Distribuzione (Italia) Medusa Film
Fotografia Sandro D'Eva
Montaggio Renato Cinquini
Musiche Piero Umiliani
Scenografia Ennio Michettoni, Franco Velchi
Costumi Luciana Fortini
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Il domestico è un film del 1974 diretto da Luigi Filippo D'Amico con Lando Buzzanca, Enzo Cannavale, Femi Benussi e la partecipazione straordinaria di Luciano Salce.

Il film ottenne alla sua uscita un grande successo di pubblico, sfiorando i 2 miliardi di lire d'incasso.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Rosario "Sasà" Cavadunni, alla fine della seconda guerra mondiale, è chiamato a fare da attendente al Maresciallo Badoglio: viene deportato in Germania dall'esercito tedesco. Da qui, grazie alle sue innate doti di lacchè, riuscirà a barcamenarsi in qualunque situazione.

Una volta concluso il conflitto, Sasà tornerà in Italia e attraverserà trent'anni di storia italiana. Sarà così il domestico di un produttore cinematografico di origini discutibili e divenuto ricco grazie ai film neorealisti. Poi andrà a servizio di una famiglia della nobiltà nera romana, per finire a lavorare in casa di una coppia "aperta".

L'ultimo impiego Sasà lo troverà presso un ingegnere milanese, ricchissimo e sposato con una ex-prostituta, che il protagonista aveva conosciuto anni prima (quando esistevano ancora le case chiuse).

Sasà diventerà l'uomo di fiducia dell'ingegnere, e godrà dei favori sessuali della signora e di sua figlia. Ma la sua promozione da domestico a segretario gli costerà molto cara.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato girato a Rio de Janeiro, a Roma e a Castiglioncello in provincia di Livorno.

Citazioni e riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

Durante le riprese del film neorealista a cui prende parte il domestico nel ciak viene scritto come nome del regista "L. Salce" il vero nome dell'attore che interpreta il regista.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sandro Casazza, "Il tramonto della zia sexy", La Stampa, 11 gennaio 1978.
cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema