Renée Longarini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Renée Longarini con Enzo Tortora al tempo del programma televisivo Portobello

Renée Longarini (Pordenone, 24 aprile 1931Milano, 13 marzo 2010) è stata un'attrice e personaggio televisivo italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Ex pianista[1], Renée Longarini si avvicina al mondo dello spettacolo dopo essere stata notata in un corso di portamento.

Dopo alcune esperienze nel mondo della moda e della pubblicità (celebre lo spot di Carosello per la Michelin), la Longarini debutta nel cinema nel 1960 nel ruolo piccolo ma significativo, non accreditato, della moglie di Enrico Steiner, l'amico intellettuale di Marcello[2], nel film La dolce vita diretto da Federico Fellini.

Nel 1967, ha avuto un ruolo di maggior rilievo nel film L'immorale di Pietro Germi, interpretando il personaggio di Giulia Masini.

Tuttavia Longarini diverrà popolare presso il grande pubblico come la direttrice del "Centralone" nel programma televisivo Portobello di Enzo Tortora, in cui lavorerà per tutte le edizioni dal 1977 al 1983, e poi nuovamente nel 1987, quando, in seguito al rilascio di Tortora, arrestato per presunta collusione con la camorra ed in seguito assolto, la trasmissione fu prodotta per un'altra stagione. Durante questa esperienza la Longarini fu soprannominata "sua soavità" per la sua eleganza e sobrietà. Dopo la fine di Portobello, la Longarini si è ritirata definitivamente dalle scene.[1].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Intervista di Alda D'Eusanio a Renée Longarini. Ricominciare del 4 maggio 2009
  2. ^ (EN) Renée Longarini in Internet Movie Database, IMDb.com Inc.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]