Cinzano (azienda)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cinzano
Logo
Stato Italia Italia
Fondazione 1568 (da registrazione degli archivi parrocchiali)
Gruppo Campari
Settore Bevande
Prodotti
Sito web www.cinzano.it/

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome Cinzano ha origine antichissime, una delle prime registrazioni ufficiali risale al 1568 e si trova negli archivi parrocchiali del piccolo borgo di Pecetto Torinese, ancora sul finire del XIX secolo un territorio tra la strada tra Pecetto e Chieri si chiamava Cinzano[1]

I Cinzano erano specializzati in colture di alberi da frutto e vite e producevano rosolio, un liquore derivato dal petalo della rosa, usato spesso come base per altri liquori, vini ed elisir, con proprietà benefiche.

Già nel 1707 la fama dei rosoli e degli elisir Cinzano varcano i confini del piccolo villaggio, tanto che il Maestro Acquavitaio Giovanni Battista Cinzano ottiene la licenza governativa per distillare e vendere elisir e rosoli fino a Torino. Il 6 gennaio 1757 i Cinzano sono investiti del titolo di maestri acquavitai.[2]

Dopo questo riconoscimento gli eredi di Giovanni Battista Cinzano, Giovanni Giacomo e Carlo Stefano Cinzano, ottengono un’ulteriore licenza dalla corte Sabauda e aprono la bottega laboratorio di Via Dora Grossa, oggi via Garibaldi, nel centro di Torino.

La famiglia Cinzano diviene molto presto una produttrice eccellente di vermouth, tanto che nel 1786 viene insignita dai reali di Casa Savoia quale miglior produttore di una specialità torinese di Vermouth (il Vermouth Rosso).

Nel 1786 i Cinzano vengono incaricati dal Re di Piemonte e Sardegna di emulare i metodi francesi di produzione dello Champagne, nei domini reali di Santo Stefano Belbo e Santa Vittoria d'Alba. La ricerca e la sperimentazione porta alla produzione del primo spumante italiano e pone le basi per la rinomata tradizione nazionale di spumanti.

I Savoia continuano a incentivare le sperimentazioni dei fratelli Cinzano offrendo loro le tenute di Santa Vittoria D’Alba come base per le loro ricerche. Dagli anni Sessanta i Cinzano iniziano a produrre su scala industriale i loro prodotti, soprattutto i vermouth; negli stessi anni viene inaugurato il primo stabilimento a Santo Stefano Belbo che con Santa Vittoria d’Alba e Chambery diviene la base del successo di Cinzano nel mondo. In Europa, poi in Sud America e in Africa. In tutto il mondo, dalle origini fino ad oggi, Cinzano afferma la maestria nel “saper fare” e il carattere sempre fedele a se stesso.

Nel settembre 1999 il marchio Cinzano viene acquisito dal gruppo Campari.

Prodotti[modifica | modifica wikitesto]

Spumanti[modifica | modifica wikitesto]

Pinot Chardonnay Cinzano[modifica | modifica wikitesto]

Pinot Chardonnay Cinzano è un vino spumante brut dal colore giallo paglierino scarico con tenui riflessi dorati e dal sapore secco, equilibrato, con buon retrogusto vanigliato e leggermente speziato. Nasce dalla fermentazione naturale di particolari selezioni di uve Pinot e Chardonnay. La gradazione alcolica è di 11.5% vol. Servire fresco a 7/8°.

Cinzano Asti D.O.C.G.[modifica | modifica wikitesto]

Cinzano Asti è un vino spumante aromatico di Qualità D.O.C.G. (Denominazione di origine controllata e garantita) che nasce da uve Moscato bianco dell'area D.O.C.G. dell'Asti, nel cuore del Piemonte. Nell’ Asti D.O.C.G. sono netti i riconoscimenti di erbe aromatiche come la salvia e vegetali di muschio. In bocca è intenso e pieno con piacevoli percezioni di pesca bianca e miele. È sempre piacevolmente acidofilo, ha nette sensazioni gustative, dolci e aromatiche, senza mai diventare stucchevole. La sua gradazione alcolica è di 7% vol. Servire fresco a 7/8°.

Brachetto d’Acqui D.O.C.G.[modifica | modifica wikitesto]

Brachetto d'Acqui D.O.C.G. Cinzano è un vino spumante dal gusto morbido e aromatico, vinificato da uve Brachetto delle colline dell’Alto Monferrato. Ha un aroma intenso di rosa e un inconfondibile color rubino. Dal tipico sentore di fragoline di bosco e rosa, il vino si presenta molto fresco, vivace, leggero, con una spiccata dolcezza che si tramuta in una gradevole tendenza amarognola per i pochi tannini presenti. La gradazione alcolica è di 6,5% vol. Servire fresco a 8/10°.

Gran Cinzano[modifica | modifica wikitesto]

Gran Cinzano è un vino spumante dolce che, grazie al sapiente dosaggio di nobili uve, presenta un ricercato bouquet amabile e fruttato. Ha un sapore aromatico, fresco, dolce ed equilibrato con spiccato carattere. La sua gradazione alcolica è di 9,5% vol. Servire fresco a 7/8°.

Gransec Cinzano[modifica | modifica wikitesto]

Gransec Cinzano è un vino spumante Dry dal colore giallo paglierino con riflessi verdolini e dal gusto secco, equilibrato, morbido con piacevole sensazione di fruttato che permane in bocca. E’ adatto sia per un aperitivo che per un brindisi. La sua Gradazione alcolica è di 11% vol. Servire fresco a 7/8°.

Cinzano Padosé[modifica | modifica wikitesto]

Cinzano Padosé era un vino spumante storico della casa Cinzano. Il pas dosé, letteralmente "non dosato", prevedeva un particolare processo di produzione che si differenzia rispetto alla tradizionale produzione dello champénoise nell’ultima fase della preparazione. Questo vino presentava profumi evoluti che ricordano la crosta di pane, il formaggio, il pan brioche e gli agrumi canditi. In bocca si presentava pieno e di buona struttura, con una piacevole vena fresca sapientemente equilibrata da una nota sapida e minerale. La sua gradazione alcolica è di 12% vol.

Pinot Grigio[modifica | modifica wikitesto]

Cinzano Pinot Grigio è un vino spumante dal profilo vivace e morbido che mantiene tutte le virtù del vitigno di origine. Nasce dall’esperienza di 150 anni maturata da Cinzano nel mondo degli spumanti.La sua gradazione alcolica: 12,5% vol.

Pinot Nero D.O.C. Oltrepò Pavese[modifica | modifica wikitesto]

Cinzano Pinot Nero D.O.C. dell’Oltrepò Pavese è un vino spumante brut creato su richiesta della Casa Reale dei Savoia. Ha un colore giallo paglierino brillante con un sapore secco e avvolgente, con una fresca acidità. Ha un affinamento superiore ai sei mesi che conferisce un aroma asciutto ed equilibrato, esprimendo la sua elegante stoffa e le caratteristiche austere del vitigno. Ha una gradazione alcolica di 12,5% vol. Servire fresco a 7/8°.

Prosecco Cinzano[modifica | modifica wikitesto]

Il Prosecco Cinzano è un vino spumante aromatico di qualità dry, nasce nelle zone viticole delle colline trevigiane, dal vitigno che porta lo stesso nome. Spumante dal profumo intenso, floreale ed aromatico di mela e dal sapore pieno e vivace che persiste nel palato. Ha una gradazione alcolica di 11% vol. Servire fresco a 7/8°.

Rosè Cinzano[modifica | modifica wikitesto]

Rosé Cinzano è un vino spumante dry di colore rosa mediamente intenso con riflessi perlati. Al naso è fragrante, con delicati profumi di frutti rossi che ricordano ribes, lamponi e fragoline. Ultimamente lo spumante rosa è tra i vini più richiesti.La sua gradazione alcolica è di 11% vol. Servire fresco a 7/8°.

Aperitivi[modifica | modifica wikitesto]

Cinzano Bianco[modifica | modifica wikitesto]

Cinzano Bianco è l’ aperitivo a base vino prodotto dalla omonima casa Cinzano, marchio del gruppo Campari. Di colore giallo pallido ha gradazione alcolica pari al 14,4% vol. Può essere servito sia liscio che con ghiaccio.

Cinzano Rosso[modifica | modifica wikitesto]

Cinzano rosso è l’aperitivo a base vino prodotto dalla omonima casa Cinzano, marchio del gruppo Campari. Ha un colore ambrato e deve il suo pieno bouquet all’infusione di erbe e spezie. Viene principalmente usato come ingrediente nei cocktail (miscelato). Insieme a Campari è uno degli ingredienti dei famosi cocktail Americano e Negroni. La sua gradazione alcolica è di 14,4% vol.

Cinzano Extra Dry[modifica | modifica wikitesto]

Cinzano Extra Dry è l’aperitivo a base vino prodotto dalla omonima casa Cinzano, marchio del gruppo Campari. E’ secco e aromatizzato. Si può bere liscio o con ghiaccio, ma soprattutto è una base perfetta per i cocktail secchi. La sua gradazione alcolica è di 15% vol.

Cinzano: precursore del marketing moderno[modifica | modifica wikitesto]

Cinzano è stata una delle prime aziende italiane a sperimentare la pubblicità.

L'esordio[modifica | modifica wikitesto]

L'8 dicembre 1887 usciva sul quotidiano Il telegrafo di Livorno un annuncio, in bianco e nero, senza immagini, che pubblicizzava il Vino Vermouth della rinomata Casa F. Cinzano.

L'arte del manifesto pubblicitario[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1888, fu affisso il primo manifesto illustrato da Adolf Hohenstein, padre della grafica pubblicitaria italiana: un dio Pan che suona e danza.

Successivamente molti talentuosi illustratori del Novecento hanno prestato la propria creatività per Cinzano. Tra i più noti Leonetto Cappiello, Mario Gros, Marcello Dudovich, fino a Guido Crepax. Venivano rappresentate scene vivaci, ricche di colori e dettagli estremamente raffinati; nell’illustrazione appariva una grande figura, spesso femminile, o una coppia, qualche tralcio di vite o dei grappoli a fare da sfondo e l'immancabile bottiglia, in secondo piano, ma strategicamente ben visibile. Alcuni di questi, come la "Giraffa" di Capiello, sono veri e propri capolavori, ricercatissimi nel mercato antiquario.

Dai primi del '900 alle sponsorizzazioni[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1925 Cinzano ha ideato il marchio, subito diffuso in tutto il mondo, dai colori rosso e blu, divisi dalla diagonale verso l’alto a simboleggiare lo slancio verso il futuro. Quando la radio entrava nelle case degli italiani, Cinzano trasmetteva migliaia di annunci che ripetevano quel "Cin-cin...Cinzano!" rimasto nella tradizione nazionale come brindisi.

È del 1949 una serie di poster Cinzano con immagini di Totò costruite con uno stile fumettistico. Un'altra star che ha posato per Cinzano è stata Rita Pavone, che in una serie di Caroselli degli anni Sessanta cantava "Cin-cin cinsoda / una voglia da morir". Negli anni Settanta era invece Joan Collins a cantare "Cin-cin / C'innamoriam".

Verso la fine degli anni Sessanta, Cinzano ha sponsorizzato un intero film, Il segreto di Santa Vittoria di Stanley Kramer (1969), con Antony Quinn, Anna Magnani, Virna Lisi, Giancarlo Giannini. Il film ricevette tre nomination all’Oscar, per miglior colonna sonora, per miglior film drammatico, nomination a Ernest Gold, ed infine per miglior montaggio a William A. Lyon.

All’inizio degli anni Ottanta risalgono una serie di brevi filmati pubblicitari che ebbero grandissimo successo internazionale con protagonisti l’attore britannico Leonard Rossiter e, di nuovo, l’attrice Joan Collins. "Airliner", uno di questi filmati, è entrato nella classifica degli spot più famosi della storia della pubblicità secondo la rivista "Brand Republic".

Dal 2000 al 2009 è stato sponsor del MotoGP.

Cammei[modifica | modifica wikitesto]

  • Il film "Il segreto di Santa Vittoria" narra una storia ambientata in Italia, nelle Langhe, durante l’occupazione tedesca di un piccolo borgo, Santa Vittoria d’Alba. Il segreto del titolo è un milione di bottiglie di vino pregiatissimo a cui i nazisti danno la caccia. I depositi di bottiglie sono di proprietà di Cinzano e la popolazione locale li salverà dalle razzie dei tedeschi.
  • Il libro “100% Bollicine” è un volume di accostamenti tra gli spumanti Cinzano e 100 ricette, che intende ribadire come le bollicine siano un perfetto marriage d'amour per ogni momento del pasto: dall'aperitivo al dolce.
  • Il regista Ermanno Olmi firma la regia di una serie di Caroselli natalizi Cinzano.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ernesto Caballo,Storia della Cinzano, distillatori confettieri vermuttieri 1757-1957, 1957 Torino, pag. 4
  2. ^ Ernesto Caballo,Storia della Cinzano, distillatori confettieri vermuttieri 1757-1957, 1957 Torino, pag. 9

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]