Cambia la tua vita con un click

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cambia la tua vita con un click
Click.png
Christopher Walken e Adam Sandler in una scena del film
Titolo originale Click
Paese di produzione USA
Anno 2006
Durata 107 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.85 : 1
Genere commedia, fantastico, drammatico
Regia Frank Coraci
Sceneggiatura Steve Koren, Mark O'Keefe
Produttore Adam Sandler, Jack Giarraputo, Neal H. Moritz, Steve Koren, Mark O'Keefe
Produttore esecutivo Barry Bernandi, Tim Herlihy
Casa di produzione Revolution Studios, Happy Madison, Original Film
Distribuzione (Italia) Columbia Pictures
Art director Alan Au, Jeff Mossa
Fotografia Dean Semler
Montaggio Jeff Gourson
Effetti speciali John C. Hartigan
Musiche Rupert Gregson-Williams
Scenografia Gary Fettis
Costumi Ellen Lutter
Trucco Corrina Duran, Rebecca Wachtel
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Cambia la tua vita con un click (Click) è un film statunitense del 2006 diretto da Frank Coraci e interpretato da Adam Sandler, Kate Beckinsale e Christopher Walken.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Michael Newman è un architetto talmente preso dal suo lavoro che finisce per trascurare la moglie Dana e i due figli. Un giorno d'estate del 2006, un misterioso individuo di nome Morty gli dona un telecomando universale con il quale può mandare avanti e indietro gli avvenimenti di tutta la sua vita. Con un solo click Michael può tenere sotto controllo la sua carriera e la sua vita. Il suo intento è infatti quello di usare l'apparecchio per semplificarsi la vita e arrivare alla tanto sospirata promozione a partner del suo datore di lavoro, il Signor Ammer. Grazie al telecomando, le cose vanno a gonfie vele e riesce a concludere un importante affare con una multinazionale giapponese e ciò potrebbe fargli raggiungere la promozione, ma quando scopre che dovrà aspettare ancora molto prima di poter essere premiato, decide di utilizzare il telecomando per saltare direttamente al giorno della promozione. Da quel momento, le cose iniziano a complicarsi. Il telecomando sfugge al suo controllo, andando avanti automaticamente ad ogni desiderio già espresso una volta da Michael (per esempio, per aver voluto andare avanti nel tempo fino alla guarigione dal raffreddore, Michael andrà avanti nel tempo ogni volta che si ammalerà). Così, egli non potrà assistere alla crescita dei figli, che intanto conducono già una loro vita; senza neanche saperlo scopre di aver dedicato tutta la sua vita al lavoro, motivo per cui la moglie Dana lo lascia per risposarsi con un altro.

Ma ancor più tragico è il fatto che col trascorrere immediato degli anni, Michael non ha potuto stare in compagnia del padre, che intanto muore di vecchiaia: per poter rivederlo l'ultima volta, Michael si riporta col telecomando al momento in cui lo vide per l'ultima volta, restando deluso di sé stesso per aver ignorato il padre mentre gli chiedeva di passare una serata insieme a lui e al figlio. Tornato nel "presente", Morty si rivela come l'angelo della morte, e Michael fugge usando il telecomando per arrivare ad un posto piacevole.

Il telecomando fa scorrere ancora gli anni, fino al matrimonio di suo figlio Ben. Qui Michael avverte un malore, e viene ricoverato in ospedale. Michael ha speranza di salvezza, ma quando il figlio gli dice di aver annullato il viaggio di nozze per lavoro egli si sente in dovere di richiamarlo sulla famiglia, spingendosi addirittura ad alzarsi dal lettino d'ospedale, morendo per strada sotto gli addolorati sguardi della ex moglie e dei figli. Fortunatamente, Michael si risveglia nel negozio in cui ha incontrato per la prima volta Morty e la sua felicità è al massimo livello notando che la sua famiglia è ancora quella di prima e che suo padre è ancora vivo. La storia si conclude con Michael che, notando che il telecomando esiste veramente e che gli è stato portato a casa da Morty (che lascia un biglietto di cordiali saluti), lo getta nella spazzatura, dopodiché corre entusiasta dalla sua famiglia.

Elenco dei "salti temporali"[modifica | modifica sorgente]

1) 1966 Michael, mentre Morty gli spiega il funzionamento del telecomando, torna al giorno della sua nascita e assiste all'avvenimento come spettatore esterno.

2) 1976 Michael rivede la propria infanzia, e durante questa parte veniamo a sapere delle ristrettezze economiche in cui vive la famiglia Newman durante la giovinezza di Michael (per esempio, tutte le famiglie dei suoi amici hanno un camper, mentre la sua famiglia ha solo una tenda), e capiamo anche che è proprio questo il motivo che lo spinge a voler avere successo nella sua società di architettura.

3) 1994 Michael ritorna al suo primo appuntamento con Donna con l'accompagnamento della canzone "Linger", dei Cranberries, la quale diventerà poi la loro canzone, come verrà detto nel corso del film.

4) 2006 È l'anno in cui si apre il film. Michael è un promettente architetto in una grande società e vuole raggiungere la promozione a partner del suo datore di lavoro.

5) 2007 Michael usa il telecomando per arrivare direttamente al giorno della sua promozione. Si ritrova in una grande sala e i colleghi gli augurano buona fortuna per la sua nuova carriera. Tutto sembra andare per il meglio, ma quando torna a casa, scopre che il suo matrimonio con Donna sta vivendo un periodo di crisi a causa delle sue frequenti assenze da casa per mettersi al lavoro. Decide così di non voler usare più il telecomando, ma ben presto viene a sapere da Morty della funzione "Avanti-Veloce Automatico" del telecomando. Il giorno seguente arriva in ufficio e qui trova il Signor Ammer che gli annuncia che ha intenzione di lasciare "baracca e burattini" per trasferirsi in Marocco e che intende un giorno promuovere Michael a "direttore generale". Il telecomando fa quindi scattare l'avanti veloce automatico.

6) 2017 Michael si ritrova a casa e riceve una videochiamata sul PC dal signor Ammer dal Marocco (con tanto di barba lunga e turbante), che annuncia la sua promozione a direttore della società, ma nel corso degli ultimi 10 anni è diventato obeso a causa della cattiva alimentazione. Tornato a casa con la sua nuova auto, scopre che i suoi figli sono diventati dei teenager. Ben è diventato anche lui grasso, avendo seguito il cattivo esempio del padre fin da bambino; Samantha, la figlia, è diventata un teenager che passa gran parte del suo tempo fuori casa. Entrambi hanno un cattivo rapporto con il padre, che è stato così assente negli ultimi 10-11 anni. Ma presto Michael scopre la notizia peggiore: la moglie Donna l'ha lasciato, ed ora è fidanzata con l'ex allenatore di nuoto di Ben, Bill. Morty gli spiega che negli ultimi 10 anni l'importanza che Michael ha dato alla sua carriera per raggiungere la promozione, ha fatto sì che la sua famiglia prendesse questa strada. Michael vuole dunque tentare di riconciliarsi con la moglie, ma il cane di famiglia lo atterra e lui batte la testa. Il telecomando riparte.

7) 2023 Michael si risveglia nel letto d'ospedale con Donna. Scopre di aver saltato altri 6 anni, nei quali è stato malato di cancro, ha avuto un infarto, e ha subito varie operazioni per dimagrire, tra cui la riduzione dello stomaco. Viene a sapere inoltre che Donna ha divorziato da lui e si è risposata con Bill. Dimesso dall'ospedale, Michael va al suo posto di lavoro, e scopre che la sua società è completamente cambiata: è moderna, ha tecnologie ad ologrammi, computer di nuova generazione, e al centro della sala d'entrata c'è un grande schermo con l'immagine di Michael in primo piano e alle spalle un panorama di New York completamente trasformata dai progetti condotti da Michael e la sua società, divenuta la numero uno a livello internazionale (una delle voci dello schermo dice che Michael è stato eletto "architetto dell'anno nel (2018)"). Qui incontra Ben, diventato adulto, il quale lavora da qualche anno come architetto alle sue dipendenze. Ben conduce Michael in ufficio, e qui si scopre che il padre di Michael, Theodore, è morto qualche anno prima. Michael giunge al cimitero e si pone a guardare la lapide del padre (Theodore Newman 1944-2021), dove incontra Morty, il quale lo invita a vedere col telecomando come è andato l'ultimo incontro di Michael col padre, e qui scopre di essersi comportato male con lui, scacciandolo via in malo modo dall'ufficio. Tornato nel 2023, Morty si rivela l'angelo della morte, e Michael scappa mandando avanti-veloce il telecomando e chiedendogli di portarlo in un posto piacevole.

8) 2030 Michael si ritrova al matrimonio di Ben, una grande festa all'aperto (sullo sfondo notturno si possono vedere gli edifici della New York del futuro) con, come invitata, la stessa cantante dei Cranberries. Qui viene colpito da un malore e viene ricoverato in ospedale. L'ospedale è completamente tecnologico, con schermi touch screen per monitorare la salute dei pazienti. Qui arrivano Ben e Samantha a fare visita al padre. Durante la visita, Ben dice al padre che dovrà annullare la luna di miele con la moglie per un certo "contratto Kessington". Mentre Ben e Samantha sono fuori, Michael vuole dire al figlio di non commettere il suo stesso errore, e si alza dal lettino, togliendosi via il respiratore e i vari tubi che lo collegano alle macchine ospedaliere. Nonostante Morty gli ripeta che non è ancora giunta la sua ora e che dovrebbe tornare al posto-letto, Michael esce fuori sotto la pioggia e cade a terra. I figli Ben e Samantha corrono a soccorrerlo assieme a Donna e Bill, e qui Michael decide di usare i suoi ultimi istanti di vita per ricordare a Ben di non rinviare la famiglia e riesce a farsi perdonare da Donna, dopodiché appare Morty, il quale gli dice che "è il momento di andare", e Michael muore sotto la pioggia, circondato dai familiari. Segue poi un lampo di luce.

2006 (di nuovo)

Michael si risveglia nel negozio dove era andato a comprare il telecomando, e scopre di essere di nuovo giovane, e torna a casa felice come non mai. Ringrazia i suoi genitori per tutto quello che hanno fatto per lui fino a quel momento, poi torna a casa e qui annuncia alla moglie e ai figli che lascerà perdere la promozione e che il week end seguente andranno in vacanza in occasione del 4 luglio. Mentre tutti sono a dormire, Michael si ritrova il telecomando sul tavolo, e allegato ad esso una lettera da parte di Morty, sulla quale scrive che gli vuole dare una seconda possibilità, sicuro che questa volta farà la cosa giusta. Infatti, Michael decide di buttare il telecomando nella spazzatura e di passare il suo tempo con la famiglia.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Promozione[modifica | modifica sorgente]

« E se potessi telecomandare il tuo mondo? »
(Slogan promozionale)

Colonna sonora[modifica | modifica sorgente]

I seguenti sono i brani scelti da Rupert Gregson-Williams come accompagnamento musicale del film:

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]