Brandon Jennings

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Brandon Jennings
Brandon Jennings vs Wizards 2014.jpg
Jennings esegue un tiro libero con la casacca dei Detroit Pistons
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 185 cm
Peso 77 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Playmaker / guardia
Squadra Detroit Pistons Detroit Pistons
Carriera
Giovanili
Oak Hill Academy
Squadre di club
2008-2009 Virtus Roma Virtus Roma 27 (148)
2009-2013 Milwaukee Bucks Milwaukee Bucks 291 (5130)
2013- Detroit Pistons Detroit Pistons 80
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 30 aprile 2014

Brandon Jennings (Compton, 23 settembre 1989) è un cestista statunitense, professionista nella NBA con i Detroit Pistons.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

High school[modifica | modifica sorgente]

Ritenuto uno tra i più promettenti giovani talenti statunitensi ed una delle migliori point guard dell'high school, decide dopo il diploma di andare a giocare un anno in Europa, per poi provare il salto nell'NBA nella stagione successiva. Con la sua decisione di disputare la stagione 2008-09 in un campionato professionistico europeo invece che nella NCAA (rinunciando ai Wildcats della University of Arizona, con la quale si era accordato verbalmente in precedenza) è diventato il primo giocatore statunitense a saltare l'università e tentare il basket professionistico oltreoceano prima del draft.

Virtus Roma[modifica | modifica sorgente]

Il 16 luglio 2008 ha firmato un contratto pluriennale (con una clausola NBA Escape) a 1,65 milioni di dollari a stagione con la Lottomatic a Roma, in Serie A, diventando il primo giocatore dopo l'introduzione della regola sull'età in NBA a firmare con una squadra europea, invece di iscriversi all'università. Poco dopo firma un contratto di 2 milioni di dollari con la Under Armour, per farsi pubblicità in Eurolega. Disputa una stagione molto sotto le aspettative. In Serie A disputa 27 partite, chiudendo con 5,5 punti, 1,6 rimbalzi, 2,2 assist e 1,5 palle rubate in 17,0 minuti di media a partita, tirando con il 35,1% dal campo e con il 20,7% da tre. In Eurolega disputa 16 partite, con 7,6 punti, 1,6 rimbalzi, 1,6 assist e 1,2 palle rubate in 19,2 minuti di media a partita, tirando con il 38,7% dal campo e con il 26,8% da tre.

NBA[modifica | modifica sorgente]

Milwaukee Bucks[modifica | modifica sorgente]

A fine stagione si rende eleggibile per il draft 2009, con l'aspettativa di essere tra le primissime scelte. Il 25 giugno 2009 viene selezionato dai Milwaukee Bucks solamente con la 10ª scelta assoluta nel Draft NBA 2009, a causa della pessima stagione giocata in Italia. Aveva inizialmente deciso di saltare il draft 2009 per partecipare ad una riunione di famiglia, ma dopo essere stato scelto ha deciso di dirigersi al Madison Square Garden. È salito sul palco dopo la 14ª scelta per fare la foto di rito con David Stern.

Jennings nel 2009 con i Milwaukee Bucks

Il 30 ottobre 2009 fa il suo debutto in NBA contro i Philadelphia 76ers, giocando 34 minuti, nei quali realizza 17 punti, 9 rimbalzi e 9 assist, sfiorando la tripla doppia. Il successivo 31 ottobre, alla sua seconda partita in NBA, realizza un team-high di 24 punti, di cui 16 nel terzo quarto, guidando i Bucks alla loro prima vittoria stagionale, contro i Detroit Pistons. Il 14 novembre 2009 contro i Golden State Warriors ha messo a segno 55 punti, un'incredibile prestazione considerando che era la sua settima partita nella NBA. Questo gli permette di essere il secondo migliore marcatore dei Bucks in una partita NBA e la quinta miglior matricole di sempre.[1] Dopo non aver segnato punti nel primo quarto, ha segnato 29 punti nel secondo quarto. Tutto ciò gli ha permesso di realizzare il record di più punti per una matricola dei Bucks, precedentemente detenuto da Kareem Abdul-Jabbar. La prestazione di Jennings coincide inoltre con il maggior numero di punti segnati da una matricola dai 56 punti segnati da Earl Monroe nel 1968. È inoltre il giocatore più giovane di sempre ad aver segnato 55 punti e il secondo giocatore under-21 ad aver segnato più punti, dopo i 56 punti realizzati da LeBron James il 25 marzo 2005. È inoltre il secondo giocatore dei Bucks ad aver segnato più punti in una singola partita (dopo i 57 punti segnati da Michael Redd nel febbraio 2006). Il 5 febbraio 2010 è stato convocato per disputare lo Skills Challenge.

Il 30 ottobre 2010 ha realizzato la sua prima tripla doppia, segnando 20 punti, 10 assist e 10 rimbalzi contro gli Charlotte Bobcats. Il 15 dicembre 2010 si rompe il piede sinistro contro i San Antonio Spurs, cadendo goffamente sulla caviglia. Nonostante l'infortunio ha giocato 30 minuti nella partita successiva, contro gli Utah Jazz. Aveva una media di 18,7 punti prima dell'infortunio, a causa del quale ha saltato 19 partite. Ritorna in campo il 29 gennaio 2011 nella vittoria per 91-81 contro i New Jersey Nets. Il 25 marzo seguente realizza un season-high di 37 punti contro i New York Knicks. I Bucks non riescono tuttavia a qualificarsi per i play-off.

Nella stagione 2011-12, accorciata a causa del lockout, ha disputato tutte le 66 partite. Ha totalizzato dei career-high nelle sue medie di punti (19,1), minuti (35,3), palle rubate (1,6) e percentuale dal campo (0,418).

Prima della stagione 2012-13 molti giocatori della stessa classe draft di Jennings, come Blake Griffin e James Harden, hanno rinnovato il loro contratto; i Bucks decidono però di non rinnovare il contratto di Jennings, rendendolo un free agent con restrizioni alla fine della stagione. Alla sua partita di debutto, contro i Cleveland Cavaliers, ha realizzato un tiro-vittoria da tre punti per la sua squadra. Insieme a Monta Ellis, acquisito dai Milwaukee Bucks poco prima della chiusura del mercato, forma un'ottima coppia di guardie, che permette ai Bucks di qualificarsi per i play-off.

Detroit Pistons[modifica | modifica sorgente]

Il 31 luglio 2013 firma un contratto sign-and-trade con i Bucks, venendo ceduto ai Detroit Pistons in cambio di Brandon Knight, Khris Middleton e V'jačeslav Kravcov.Dopo le recenti dichiarazioni è stato trasferito in un centro di igiene mentale.

Statistiche NBA[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 7 maggio 2013

  • Massimo di punti: 55 vs Golden State Warriors (14 novembre 2009)
  • Massimo di rimbalzi: 11, tre volte
  • Massimo di assist: 19 vs Toronto Raptors (2 marzo 2013)
  • Massimo di stoppate: 3, due volte

Regular season[modifica | modifica sorgente]

Stagione Squadra Campion. Partite Statistiche tiro Altre statistiche
Pres. Titol. Minuti Tiri da 2 Tiri da 3 Liberi Rimb. Assist Rubate Stopp. Punti
2009-2010 Stati Uniti Milwaukee Bucks NBA 82 82 2671 451/1216 145/388 223/273 282 470 105 18 1270
2010-2011 Stati Uniti Milwaukee Bucks NBA 63 61 2169 361/926 98/303 199/246 234 305 95 21 1019
2011-2012 Stati Uniti Milwaukee Bucks NBA 66 66 2331 469/1121 129/388 193/239 226 365 104 22 1260
2012-2013 Stati Uniti Milwaukee Bucks NBA 80 80 2897 497/1247 173/461 230/281 246 521 125 10 1397
Totale carriera 291 289 10068 1778/4510 545/1540 845/1039 988 1661 429 71 4946

Play-off[modifica | modifica sorgente]

Stagione Squadra Campion. Partite Statistiche tiro Altre statistiche
Pres. Titol. Minuti Tiri da 2 Tiri da 3 Liberi Rimb. Assist Rubate Stopp. Punti
2010 Stati Uniti Milwaukee Bucks NBA 7 7 249 49/120 12/41 21/26 21 25 8 4 131
2013 Stati Uniti Milwaukee Bucks NBA 4 4 133 17/57 6/28 13/18 9 16 9 1 53
Totale carriera 11 11 764 66/177 18/69 34/44 30 41 17 5 184

Opere di beneficenza[modifica | modifica sorgente]

Ha donato 50.000 dollari per la ricostruzione della città de L'Aquila dopo il terremoto del 2009. Il cestista statunitense si è dichiarato molto sensibile a questo tema provenendo dalla California.[2]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ NBA highlights from November 14th, youtube.com. URL consultato il 15 novembre 2009.
  2. ^ (EN) Brandon Jennings gets his charity on, slamonline.com, 16 aprile 2009. URL consultato il 15 novembre 2009.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]