Antonov An-71

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Antonov An-71
L'esemplare marche CCCP-780371 in livrea Aeroflot esposto presso il museo dell'aviazione ucraina, Aeroporto di Kiev-Žuljany
L'esemplare marche CCCP-780371 in livrea Aeroflot esposto presso il museo dell'aviazione ucraina, Aeroporto di Kiev-Žuljany
Descrizione
Tipo aereo AWACS
Equipaggio 6
Progettista URSS OKB 153 Antonov
Costruttore URSS Stabilimento n.?
Data primo volo 12 luglio 1985
Utilizzatore principale URSS URSS AV-MF
Esemplari 3
Sviluppato dal Antonov An-72
Dimensioni e pesi
Tavole prospettiche
Lunghezza 23,50 m
Apertura alare 31,89 m
Altezza 9,20 m
Superficie alare 98,60
Peso a vuoto 19 760 kg
Peso max al decollo 32 100 kg
Propulsione
Motore 2 turboventole Progress D-436K più
un turboreattore Rybinsk RD-38A
Spinta 2 х 7500 kgf + 1 х 2900 kgf
Prestazioni
Velocità max 650 km/h
Velocità di crociera 530 km/h
Autonomia 5 h
Tangenza 10 800 m

i dati sono estratti da Уголок неба[1]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

L'Antonov An-71 (in cirillico Антонова Ан-71, nome in codice NATO Madcap[2]) era un aereo AWACS ad ala alta progettato dall'OKB 153 diretto da Oleg Konstantinovič Antonov, sviluppato in Unione Sovietica nei primi anni ottanta e rimasto allo stadio di prototipo.

Basato sul precedente An-72 e caratterizzato dal vistoso rotodome dorsale posizionato sopra l'elemento verticale dell'impennaggio, venne sviluppato inizialmente su richiesta della Sovetskie Voenno-vozdušnye sily (V-VS), l'aeronautica militare sovietica ed il suo comando di Difesa aerea nazionale, Protivo-Vozdushnoj Oborony o P-VO (ПпротивоВвоздушной Ообороны), ed in seguito, come versione imbarcata, dalla Voenno Morskoj Flot SSSR, la marina militare sovietica, come dotazione della nuova superportaerei Classe Ul'janovsk, ma in sede di valutazione comparativa gli fu preferito il concorrente Yakovlev Yak-44.[1][3]. I prototipi volarono per un totale di 1000 ore senza alcun esito produttivo

Storia[modifica | modifica sorgente]

Al termine degli anni settanta il blocco occidentale disponeva di alcuni modelli di aereo con compiti di scoperta radar e sorveglianza aerea, la United States Air Force e le principali forze aeree delle nazioni aderenti alla NATO i Boeing E-3 Sentry e la United States Navy il Grumman E-2 Hawkeye, quest'ultimo utilizzato con profitto anche dall'israeliana Heyl Ha'Avir nel 1982.[4]

Nello stesso periodo il blocco sovietico era equipaggiato con il solo Tupolev Tu-126 il quale, tuttavia, non era in grado di svolgere il compito nel controllo diretto delle operazioni militari come i suoi analoghi di produzione statunitense. Per ovviare alla carenza nel 1982 il governo sovietico, più precisamente su iniziativa dei ministeri della Difesa, dell'aviazione e dell'industria radioelettronica, decise di avviare un programma di ricerca su un sistema aereo operativo-tattico DRLO incaricandone lo sviluppo all'OKB-153 Antonov di Kiev, nell'allora Repubblica Socialista Sovietica Ucraina, ed alla moscovita NPO Vega.[4]

Sviluppo[modifica | modifica sorgente]

Il velivolo venne sviluppato sulla base di un nuovo aereo da imbarcare sulla superportaerei Classe Ul'janovsk per poter competere con i Grumman E-2 imbarcati sulle portaerei statunitensi. Per questo motivo al velivolo venne implementato un terzo motore in coda per migliorare la corsa al decollo che però si rivelò sempre troppo lunga. L'elevato consumo di corrente ( 240kVa) portò i progettisti ad aumentare il numero dei generatori da 2 a 4.

Versioni[modifica | modifica sorgente]

  • An-71 (numero di serie 01 o URSS-780.151) fu il primo prototipo a volare il 12 luglio 1985. Attualmente si trova presso l'aeroporto Antonov
  • An-71 (numero di serie 02) aereo usato per le sole prove statiche
  • An-71 (numero di serie 03 o URSS-780.361) secondo prototipo volò per la prima volta il 28 febbraio 1986. Il 16 ottobre 2010 è stato trasferito presso il National Aviation Museum

Specifiche Tecniche[modifica | modifica sorgente]

  • Equipaggio: 6 persone
  • Lunghezza: 23,50 m
  • Apertura Alare: 31,89 m
  • Altezza: 9,20 m
  • Superficie Alare: 98.60 m2
  • Peso:
    • Vuoto: 19.760 km
    • Massimo al Decollo: 32.100 kg
  • Motori:
    • Modello: D-436K
      • Tipo: Turbofan
      • Quantità: 2
      • Spinta: 2 x 7500 kg
    • Motore Aggiunto RD-38A
      • Spinta: 1 x 2900 kg
    • Velocità massima: 650 km/h
    • Velocità di crociera: 530 km/h
    • Quota massima di esercizio: 10.800 m

Utilizzatori[modifica | modifica sorgente]

URSS URSS
utilizzato solo per valutazione comparativa.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Антонов Ан-71 in Уголок неба.
  2. ^ (EN) Andreas Parsch e Aleksey V. Martynov, Designations of Soviet and Russian Military Aircraft and Missiles in Designation-Systems.net, http://www.designation-systems.net, 2 luglio 2008. URL consultato il 10 febbraio 2012.
  3. ^ An-71 Madcap in GlobalSecurity.org.
  4. ^ a b (EN) John Pike, An-71 Madcap - Development in GlobalSecurity.org, http://www.globalsecurity.org, 9 luglio 2011. URL consultato l'11 febbraio 2012.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]