Antonov An-28

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Antonov An-28
Un esemplare della Rodina.
Un esemplare della Rodina.
Descrizione
Tipo Aereo di linea regionale/
da trasporto
Equipaggio Uno o due piloti
Costruttore Flag of Ukrainian SSR.svg Antonov

Polonia PZL-Mielec
(su licenza)
Data primo volo settembre 1969
Data entrata in servizio 1986
Esemplari 191
Sviluppato dal Antonov An-14M
Altre varianti Antonov An-38
PZL-Mielec M-28
Dimensioni e pesi
Lunghezza 12,98 m
Apertura alare 22 m
Altezza 4,6 m
Superficie alare 39,7
Carico alare 146 kg/m²
Peso a vuoto 3 900 kg
Peso carico 5 800 kg
Peso max al decollo 6 100 kg
Passeggeri 18
Propulsione
Motore Due turboeliche Glushenkov TVD-10B o Pratt & Whitney Canada PT6A-65B
Potenza 720 kW
Prestazioni
Velocità max 355 km/h (192 kt)
Velocità di salita 12 m/s (2.360 ft/min)
Autonomia 510 km (275 nmi)

[1].

voci di aerei civili presenti su Wikipedia

L'Antonov An-28 (in cirillico Антонов Ан-28, nome in codice NATO Cash o Clog[2]) è un aereo biturboelica leggero da trasporto, sviluppato dall'Antonov An-14M. Risultò il vincitore di una competizione con il Beriev Be-30 per l'impiego da parte dell'Aeroflot come aeromobile di linea regionale[1]. Volò per la prima volta nel 1969.

Fu replicato complessivamente in 191 esemplari e ad agosto 2006 ne rimanevano in servizio di linea 68.[3]

Dopo una serie di prototipi realizzati da Antonov, la produzione fu licenziata a PZL-Mielec. Nel 1993 il costruttore polacco sviluppò in proprio una variante migliorata, il PZL Mielec M28 Skytruck.

Sviluppo[modifica | modifica sorgente]

L'An-28 è simile all'An-14 in molti dei suoi aspetti, inclusi la struttura alare e il doppio timone, ma gode di una fusoliera più ampia e di motori turboelica in luogo dei propulsori a pistoni del progenitore. Il primo esemplare, un An-14 modificato, volò nel 1969, il secondo non prima del 1975. Nella configurazione da trasporto passeggeri fu dotato di più di 15 posti in aggiunta ai due per l'equipaggio[4]. La produzione fu trasferita alla PZL nel 1978. Il primo aereo di costruzione polacca non decollò prima del 1984. Solo nel 1986 ricevette la certificazione e poté iniziare il servizio commerciale.

Versioni[modifica | modifica sorgente]

An-14A
La designazione originaria dell'An-28.
An-14M
Prototipo.
An-28
Designazione definitiva del modello, di cui solo tre unità costruite dalla casa madre.
An-28RM Bryza 1RM
Versione ambulanza o per il SAR.
An-28TD Bryza 1TD
Versione cargo.

Utilizzatori[modifica | modifica sorgente]

Civili[modifica | modifica sorgente]

An-28 della Sprint Airlines, 1991.

I principali operatori civili dei 68 An-28 impiegati per il servizio di linea includono:

Kazakistan Kazakistan
Kirghizistan Kirghizistan
Moldavia Moldavia
Russia Russia
Suriname Suriname
Tagikistan Tagikistan

Altre 21 compagnie operano i restanti velivoli in quantità ridotta.[3]

Militari[modifica | modifica sorgente]

Gibuti Gibuti
Perù Perù
Polonia Polonia

Passati[modifica | modifica sorgente]

URSS URSS

Incidenti[modifica | modifica sorgente]

  • 3 aprile 2008: un An-28 della Blue Wing Airlines si schianta subito prima dell'atterraggio nei pressi di Benzdorp, Suriname, nel tentativo di effettuare un sorvolo in circolo dell'aeroporto e permettere ad un altro aereo di liberare la pista. Muoiono i 19 occupanti.[5]
  • 31 marzo 2009: un PZL M-28 (An-28TD Bryza 1TD) dell'aviazione polacca precipita a Gdynia, Polonia, durante una simulazione di atterraggio con un solo motore. Muoiono i quattro occupanti.[6]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) The Antonov/PZL Mielec An-28
  2. ^ (EN) Andreas Parsch e Aleksey V. Martynov, Designations of Soviet and Russian Military Aircraft and Missiles in Designation-Systems.net, http://www.designation-systems.net, 2 luglio 2008. URL consultato il 9 febbraio 2012.
  3. ^ a b (EN) Flight International, 3-9 ottobre 2006.
  4. ^ (EN) W. Green, The Observer's Book of Aircraft (25th ed.) Frederick Warne & Co., 1976, pp. 254. ISBN 0-7232-1553-7
  5. ^ (EN) ASN Aircraft accident Antonov 28 PZ-TSO Lawa-Antino Airport
  6. ^ (EN) ASN Aircraft accident PZL M28TD Bryza 2RF 1007 Gdynia-Babie Doly

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Relativo sviluppo[modifica | modifica sorgente]

Aerei comparabili[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]