Antônio Pizzonia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Antônio Pizzonia
Fale F1 Monza 2004 13.jpg
Dati biografici
Nome Antônio Reginaldo Pizzonia Junior
Nazionalità Brasile Brasile
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Dati agonistici
Categoria Formula 1
Carriera
Carriera in Formula 1
Stagioni 2003-2005
Scuderie Jaguar, Williams
Miglior risultato finale 15º (2004)
GP disputati 20
Punti ottenuti 8
 

Antônio Reginaldo Pizzonia Júnior (Manaus, 11 settembre 1980) è un pilota automobilistico brasiliano, di origini italiane.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Comincia la carriera agonistica in Gran Bretagna nel 1997 con la Formula Vauxhall, per poi procedere in Formula Renault e Formula 3 britannica, di cui diventa campione nel 2000. Nel 2001 e 2002 gareggia in Formula 3000, e in questa seconda stagione diventa anche collaudatore per la Williams in Formula 1.

Dopo un esordio non positivo in gara con la Jaguar nel 2003 (miglior risultato un 9º posto) ritorna a fare il collaudatore per la Williams, vettura con la quale disputa anche quattro gare nel 2004 per sostituire l'infortunato Ralf Schumacher, giungendo tre volte settimo al traguardo. Nello stesso anno batte a Monza il record di velocità precedentemente segnato da Michael Schumacher, raggiungendo la velocità di 369.9 km/h.[1]

Fino all'ultimo in ballottaggio per un posto da titolare nel 2005, gli viene preferito Nick Heidfeld, ma resta alla Williams come pilota di riserva. Proprio per sostituire Heidfeld infortunato torna in gara al Gran Premio d'Italia ottenendo un 7º posto e prosegue sino alla fine della stagione a seguito dell'accordo del pilota tedesco con la BMW Sauber a partire dal 2006 che ne anticipano la partenza dalla squadra.

Non trovando altri sbocchi in F1, nel 2006 si trasferisce nella Champ Car americana con il team Rocketsports per poi ritornare in Europa nel 2007 nella serie GP2 con la squadra FMS International.

È soprannominato Jungle Boy in quanto è il primo pilota di livello internazionale a provenire da Manaus, capitale dell'Amazzonia.

È stato sposato con Maurren Maggi, medaglia d'oro alle Olimpiadi di Pechino in salto in lungo femminile, fino al 2007, dalla quale ha avuto una figlia, Sofia.

Dopo la Formula 1 ha partecipato ai campionati statunitensi Champ Car (nel 2006) e IndyCar Series (nel 2007)[2].

Risultati in Formula 1[modifica | modifica sorgente]

2003 Scuderia Vettura Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Brazil.svg Flag of San Marino.svg Flag of Spain.svg Flag of Austria.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of Europe.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Italy.svg Flag of the United States.svg Flag of Japan.svg Punti Pos.
Jaguar R4 13 Rit Rit 14 Rit 9 Rit 10 10 10 Rit 0 21º
2004 Scuderia Vettura Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Bahrain.svg Flag of San Marino.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Europe.svg Flag of Canada.svg Flag of the United States.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Japan.svg Flag of Brazil.svg Punti Pos.
Williams FW26 7 7 Rit 7 6 15º
2005 Scuderia Vettura Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Bahrain.svg Flag of San Marino.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Europe.svg Flag of Canada.svg Flag of the United States.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Turkey.svg Flag of Italy.svg Flag of Belgium.svg Flag of Brazil.svg Flag of Japan.svg Flag of the People's Republic of China.svg Punti Pos.
Williams FW27 7 15 Rit Rit 13 2 22º
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Solo prove/Terzo pilota Non qualificato Ritirato/Non class. Squalificato Non partito

Note[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]