Andesite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Andesite
Campioni di andesite (in nero) con inclusioni di zeolite
Campioni di andesite (in nero) con inclusioni di zeolite
Categoria roccia magmatica
Sottocategoria roccia effusiva
Minerali principali plagioclasio, anfibolo, biotite
Tessitura porfirica
Colore nero
Sezioni sottili di andesite
Sezione di andesite vista a nicol incrociati
Immagine a nicol incrociati
Nell'immagine a nicol incrociati si vedono fenocristalli di plagioclasio (bianco-neri) e di orneblenda (rossi).

L'andesite è una roccia ignea effusiva di chimismo intermedio con tessitura da afanitica a porfirica. I minerali presenti nella roccia sono principalmente plagioclasio, pirosseni e orneblenda. Possiamo trovare come minerali accessori anche biotite, quarzo e magnetite. L'andesite è considerata il corrispondente effusivo della diorite. L'andesite è caratteristica di zone di subduzione come la costa occidentale del sud America. Il nome Andesite deriva infatti dalla catena montuosa delle Ande. Le andesiti sono molto comuni negli stratovulcani, dove formano sia spessi flussi di lava, che eruzioni moderatamente esplosive di tefra. Le andesiti sono eruttate a temperature comprese fra i 900 ed i 1100 °C. Le lave dell'Etna appartengono in gran parte alle andesiti e ai basalti andesitici.

Genesi delle andesiti[modifica | modifica wikitesto]

Le andesiti possono formarsi per:

Cristallizzazione frazionata[modifica | modifica wikitesto]

Il magma andesitico di arco vulcanico proviene dall'interazione tra placca subdotta e mantello. L'acqua presente nella crosta subdotta viene rilasciata attraverso disidratazione di minerali idrati come anfiboli, zeoliti, precedentemente formatati per circolazione idrotermale vicino alla dorsale oceanica. Questi minerali durante la subduzione subiscono metamorfismo e si trasformano nella fase più stabile rilasciando acqua. L'acqua rilasciata interagisce con la roccia abbassandone la temperatura di fusione consentendo così fusione della placca subdotta e della porzione di mantello soprastante. Il magma così creato può risalire e stazionare nella camera magmatica, consentendo così la cristallizzazione dei minerali poveri in silice e la formazione di magma andesitico.

Mixing magmatico[modifica | modifica wikitesto]

Un'altra via di formazione di andesiti è per mixing di magma basaltico con magma riolitico. Questo accade in archi continentali come le Ande, dove l'alto gradiente geotermico possono causare la fusione di crosta con composizione intermedia o felsica. Il magma basaltico che intrude in queste zone può quindi mescolarsi ed arrivare ad avere composizione che va da andesitica a trachitica oppure può essere il magma basaltico stesso che risalendo causa fusione parziale delle rocce in cui intrude, aggiungendo così alla sua composizione minerali più bassofondenti.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]