Monte Arci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Monte Arci
Stato Italia Italia
Regione Sardegna Sardegna
Provincia Oristano Oristano
Altezza 812 m s.l.m.
Coordinate 39°46′24.96″N 8°44′44.88″E / 39.7736°N 8.7458°E39.7736; 8.7458Coordinate: 39°46′24.96″N 8°44′44.88″E / 39.7736°N 8.7458°E39.7736; 8.7458
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Monte Arci

Il monte Arci è un massiccio isolato che si erge nella piana di Uras nella pianura del Campidano in Sardegna. L'altitudine massima è di 812 m s.l.m.

Le sue vette sono tre torrioni basaltici di origine vulcanica: Sa Trebina Longa (812 m), Sa Trebina Lada (795 m) e Su Corongiu de Sizoa (463 m). Queste tre vette rocciose formano una specie di treppiede da cui deriva il nome di Sa trebina.

Il mantello di monte Arci è formato da colate di lava basaltica mentre la sua ossatura è di trachite.

Il monte Arci è stato importantissimo nella storia della Sardegna e specificamente nella sua storia mineraria preistorica per via dell'ossidiana, molto abbondante nelle sue falde. L'ossidiana risultava più idonea della selce per fabbricare armi e utensili. Questo vetro vulcanico ha contribuito a far nascere e crescere i primi commerci oltremarini della Sardegna, che hanno portato contatti con popoli lontani, utili al formarsi di una notevole civiltà.

Nel paese di Pau si può visitare il museo dell'Ossidiana.

Inoltre nel monte Arci sono presenti cave di perlite.

È presente una centrale elettrica di energia eolica che non ha mai funzionato, attualmente in procinto di essere smantellata per la sostituzione delle torri e delle pale eoliche, con apparecchiature di ultima generazione.

I comuni che gravitano alla falde del Monte Arci sono Ales, Marrubiu, Masullas, Mogoro, Morgongiori, Palmas Arborea, Pau, Santa Giusta, Siris, Usellus, Villaurbana, Villa Verde.